Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Mio......
Se...
LUCE CHE MI TOCCA...
Sera...
A Firenze...
Al pianoforte...
Sbrigati ad amare...
Foglia d'autunno...
PRIMAVERA D'AUTUNNO...
Time out...
CANTO D'AMORE...
Questa fu missione d...
C'era una volta la m...
Leggiadre emozioni...
RIME ALLO SPECCHIO...
Adele...
come nasce un fiore...
OTTOBRE INVERNALE ??...
UN DOLORE...
SFUMATURE DI MARY...
Proprio come te...
Il nichilista...
Inutilità...
'Lascia stare la mia...
Mima...
Salvezza...
Più di mille stelle...
Assai infinito...
L'immaginazione cos'...
Ascolta...
Pensieri ancestrali...
Haiku: Ricci...
RICORDI DI UN ALTRA ...
I Grilli duettanti...
Ros Maris - rugiada ...
NUVOLE...
SOLO FUMO...
Verso l'erba d'autun...
Er Bijettaro...
Campanili antichi...
La conoscenza umana ...
Il tempo che passa...
dove nasce il vento...
La mia roccia...
Vampiro errante...
Ferro...
Nella città...
Pensate.....
BACIAMI ANCORA...
GRAZIE MAMMA...
Portami con te...
Rachele...
IL MARE TRA DI NOI...
Sipario sulla notte...
Fame...
A Guido...
A volte capita che n...
UN VIAGGIO CHE NON F...
Accarezzo il mio cuo...
per pudore, per inco...
Le foglie...
I ricordi che ti han...
Marinuzza a muggheri...
Un sano egoismo...
Oh, dolcezza...
BANANE di Enio2 sati...
La mia mamma...
L'insonnia...
Spremute di coraggio...
Sulla cima dell'abis...
Gli eroi di Erice...
La cernia...
E poi tu...
Condannata...
La poesia che non...
il sentiero sul tuo ...
VOLARE...
LONTANANZA...
La Sedia...
Rilancia i dadi...
Mi sentii amato...
Odio e amore...
Le lacrime...
Quannu vegnu o me pa...
NOCTUA PRONUBA...
Una tiepida scia di ...
Se decidi di donarmi...
LE CANZONI...
C'era una volta la m...
DUE NOVEMBRE...
Il tramonto...
Musa...
IL CUORE E L' ...
Parlami ancora!...
Storia di una vita c...
Quegli occhi...
Relax emotivo...
Terra bagnata...
Madreluna...
Nella vita non smarr...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Troppe-D 2

Una domenica di dicembre mi domandai dove fosse diretto il direttore didattico, docente di diritto a Dresda, e andai dunque direttamente a Dublino, dove dedicai un delicato ditirambo ad un deliziato
Donovan.
Dopo aver dato un dado d'oro ad un discendente di Dracula, detentore di diverse dotazioni di datteri della Dalmazia, divise in dodici derrate,
mi diressi in direzione di Dover domandandomi, disperato, dove avessi dimenticato il mio Dalmata
di nome Daspo.
In definitiva, se dovessi decidere di dirimere una diatriba sui diritti dei disoccupati, dirigerei i miei dardi sui doveri dei datori di lavoro, demotivati da demenziali decreti di legge che deprimono la dignita' e decuplicano le debolezze di un dirigismo demoniaco degno della più deleteria dabbenaggine dittatoriale dovuta, in definitiva, ad una deriva decisamente deflattiva, dipendente senza dubbio, dal più drastico determinismo demiurgico dodecafonico e da un debordante e destrutturante divisionismo documentaristico, dovuto decisamente ad un difettoso degrado, dipendente da una differente didattica divisionistica, dettata dalle diversificazioni delle più discutibili dialettiche dottrinali, direttamente dispensate da degnissimi divulgatori del tipo di Dickens, Darwin Diderot ed, ebbene si, anche dal divertente
barboncino Dudu.
A domani.



Share |


Racconto scritto il 11/08/2017 - 07:30
Da Ferruccio Frontini
Letta n.110 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


Sembra facile ma non è...grande!!!

margherita pisano 11/08/2017 - 11:00

--------------------------------------

Simpatica fantasia nell'uso costante di una sola lettera....originale....Serena giornata....

Annamaria Palermo 11/08/2017 - 10:57

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?