Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

l'inganno...
A mia figlia (che no...
Leonidi...
Il tuo fiore...
grazie...
Il cavallo a dondolo...
Immenso...
ALL'ORIZZONTE...
TANGO D\'EMOZIONI...
Se non resti...
HO OSSERVATO IL MARE...
IL PROFILO DEL TEMPO...
Il vecchio frantoio...
All’ombra delle stel...
Ho camminato cento p...
Da secoli più non mi...
Come posso capire di...
Il cerbiatto...
Nella...polvere!...
I cinque semi......
il brigante...
Maternità...
le parole non cambia...
Un tramonto sul mare...
L'ultima lacrima...
L'ultimo canto...
Strano fiore...
DESIDERI...
AMAMI...
Mani tese...
UN AMICO...
Germogli di felicità...
POETI SENZA POESIA...
Passi...
Brumoso assopirsi...
Ricordi di Taormina....
Fanciulla felicità(C...
Ogni volta che vuoi ...
DONA LA PACE...
FIGLI E… FIGLIASTRI...
L'affetto è un liqui...
Se potessi le regal...
Nepal...
L’AMORE È COME UN’ON...
Introspezione...
Oggi si compra tutto...
Ombre d'ametista...
Gioco dell'inganno...
Indifferenza...
Il Bacio...
Goccia nel mare...
Fuggi...
Opulenza nuda......
Dall’amore dei figli...
La Cattura...
Paradiso...
Ombre di cenere...
Agognati silenzi...
Canzone...
La casa della gente ...
GRANDE PASSIONE...
Sorgenti d\\'Amore...
Carezze di comodo...
FRAGILI FOGLIE NEL V...
Un bacio dopo l’altr...
Non so dove mi porte...
Melodia ed armonia...
IL TEMPO DEI RICORDI...
Pensieri...
L'uomo e il progress...
Riprendo la strada...
Sorrido...
Eventi...
Maschio …,Maschio???...
la divina arte di mi...
Sete di pace...
Ti porterò con me...
Ispirata dai salmi...
Ardente...
Sbagliare...
TU CHE NE SAI...
Momenti...
Naufragi...
inverno nel cuore...
Tempesta...
Lucida follia...
POMERIGGIO DI PULIZ...
Ritrovarsi...
COME CURVE DI SERPEN...
Per Leonie...
Impegnarsi ad odiare...
Se un giorno viagger...
Nei tuoi pensieri...
Non giudicarmi...
Riceverai mille vite...
AMARE PER POTER...
Il Supercomputer...
sorella lacrima...
A te!...
PREMORTEM di Enio 2...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

C'era una volta la meritocrazia (Primo tempo)

Avete mai avuto a che fare con qualcuno che ha ottenuto per esempio un posto di lavoro senza troppi sacrifici?
Vi è mai capitato di studiare, avere le solite ansie pre-esame/concorso/colloquio per poi non ottenere nessun esito positivo?
E secondo voi, io in quale fascia di "poraccitudine" appartengo?
Ovviamente nella seconda e non è neanche una novità.
Ho scoperto per la prima volta il termine "raccomandazione" grazie ai miei maestri di scuola elementare.
Una classe formata da circa 20 bambini suddivisa in due gruppi: i figli degli ingegneri e degli amici di famiglia da un lato, e i figli delle casalinghe e del muratore dall'altro.
Casualità della vita, i figli delle casalinghe erano quelli che quotidinamente venivano picchiati dagli insegnanti.
Ricordo come se fosse ieri, ora di italiano, la maestra faceva leggere a tutti un testo, io ed una mia compagna non riuscivamo a leggere la parola "ghiaccio". Ricordo ancora le mani della maestra sul mio volto ed io all'epoca reputavo meritata quella "punizione" tanto da non aver mai detto nulla alla mia famiglia.
Alle scuole medie si verificò un analogo episodio ma con una piccola differenza: Non si alzavano le mani, si alzavano i voti.
Fine terza media, il mio voto finale è "Buono", la figlia dell'ingegnere "Distinto" (da premettere che era una pecora, incapace di scrivere mentre io invece avevo un'ottima media che decisero di abbassare alla fine per far notare ancora di più la differenza a suo favore).
Invece per quanto riguarda scuola superiore ed università non ho nulla da dire poichè avendole frequentate fuori dal mio paese, davanti i professori ero uguale a tutti gli altri, toccava quindi a me farmi valere.
Finalmente dottoressa a quasi 22 anni.
L'entusiasmo e la voglia di entrare nel mondo del lavoro non poteva non notarsi.
Avevo così tanta voglia di lavorare che ancora prima di laurearmi ho fatto la barista, cameriera, qualunque cosa purchè fosse onesto e pagato.
Essere economicamente indipendente è sempre stato il mio sogno, odio pesare sulle spalle dei miei.
Ma dopo la laurea, fare la cameriera non mi bastava più. Giustamente anche i miei, dopo i sacrifici fatti per mantenermi all'università, volevano che io trovassi un impiego inerente ai miei studi.
Lavoro per quasi due anni da un commercialista, il primo anno gratis ( secondo loro, dovevo imparare bene il mestiere), il secondo pagata con 250,00 euro al mese.
Amavo questo lavoro e anche con i datori avevo un ottimo rapporto ma si sa, non si campa di pane e amore e loro non mi avrebbero mai alzato lo stipendio.
Trovare un'offerta di lavoro senza sfruttamento risultò più difficile del previsto.
L'entusiasmo iniziale piano,piano iniziò ad affievolirsi e l'angoscia aumentò quando vidi che bastava avere le conoscenze giuste per ottenere un posto di lavoro come si deve.
Un bel giorno però mi arrivò una chiamata e ...
Il resto lo saprete nella "prossima puntata"
Purtroppo ho scritto un testamento e ho quasi terminato lo spazio a disposizione quindi se vi fa piacere leggermi, saprete il resto delle mie disavventure tra due giorni :)



Share |


Racconto scritto il 20/10/2017 - 14:48
Da Hope Speranza
Letta n.147 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti


Un abbraccio a tutti

Hope Speranza 23/10/2017 - 15:04

--------------------------------------

Ti chiami Hope... scusami!!!

margherita pisano 20/10/2017 - 19:42

--------------------------------------

Ciao Speranza ho letto e concordo su quasi tutto, per quanto riguarda raccomandazioni e lavoro, distinzione e disparità tra poveri e ricchi... ma sono rimasta un po sconvolta per le punizioni fatte ai bambini nella scuola elementare... per fortuna da me non è mai successo. Per il resto aspetto di leggere il seguito fra due giorni... Brava l'Italia va a rotoli, ma i giovani hanno cultura e intelligenza e possono, davvero possono cambiare questo mondo!

margherita pisano 20/10/2017 - 19:30

--------------------------------------

Bella e attuale questa storia sulla finta meritocrazia che vige in Italia e sulla classica raccomandazione per ottenere un lavoro. Giulio Soro

Giulio Soro 20/10/2017 - 18:18

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?