Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

ER CANARINO MIO d...
Satira...
Evoluzione...
Senza riposo...
L' attimo...
Coccinella...
Ci sono sempre stato...
Lacrime...
PASTA E CECI...
Nonostante tutto. .....
cento passi omaggio ...
Venere e Luna...
Kalòs e la Cerva...
Sempre che il bar si...
La poesia mi salva...
Era un sogno?...
Dialogo dell\'amor p...
Ad Elisa...
Il segreto della pio...
SEGNALIBRO...
Libertà...
La tua mancanza si s...
Mera poesia 4....
A spasso tra le stel...
Piccola stella...
The Bad Road...
Una favola antica...
Racconti della notte...
Anche se calmo, è ...
...a te...
Il primo amore di Fr...
L’ONESTA’ DE ZIO...
La ricorrenza...
FANGO...
Tu una parte di noi...
Vivi!...
Viaggiare...
La luna e il mare...
L'Esibizionista...
PORTAMI NEI TUOI SOG...
IL NOSTRO ADDIO...
La carezza del sole...
A bordo nel mistero...
Non Sono...
La verità è come il ...
Ribelli del cuore...
Nel prato...
Silenzio...
Bangkok...
Nessun applauso...
Poesia in Re...
E' tutto troppo!...
Temporale d'estate...
TARANTELLA...
tempo...
Rosso...
DOPO UN ANNO...
I colori della vita,...
La ginestra...
FEBBRAIO OGGI E’ DI ...
La rinascitadel dest...
Tutto...
Grigia mattina...
PADRE MADRE...
Con o senza di me...
Il Calice Rosso...
La luna e il mare...
Ognuno ha diritto ad...
Il giardino di famig...
...vedi tesoro mio, ...
La madre di tutti...
AMORE AMORE... AMORE...
Tre Hayku per Sun La...
Il disegno di coppia...
Lei era vento!...
Par di vederti...
Intorno ai girasoli...
Aurelia...
In flessuosa danza...
Judo...
In quei giorni...
Notte d'estate...
Emozione pura...
Momenti...
A ricordo di un amic...
SILENZIO TOMBALE...
Piu del cielo Più d...
destino...
Il mio primo passo d...
C'è un limite...
Baldanza....
La bella rosa...
UNA NUOVA STORIA...
la domenica...
TU...
Tra vermiglio cammin...
PURA PASSIONE...
Il mago di Froc...
Rosa in russo...
Abissi...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Divenire

Tra le macerie di quelle che un tempo
furono case
antiche dimore di cantori fenici
sorgono papaveri rossi
bellezze dell'osceno
lusinghe menzognere
tra i papaveri rivedo il tuo viso
in me già scolorito
stringo una mano che non potrò più stringere
studio lineamenti che non sono più miei
ma di un'altra lei
tra lei e me nulla cambia
per te.
Respiro il profumo
del grano giallo
di campi estivi lussuriosi
che rapidi incedono verso l'inverno
ora capisco che tutto ciò che è stato
solo ora
è come non fosse mai stato
i papaveri restano lì
miseri steli
bellezze passeggere
prostrate dal vento del divenire
uno di loro mi assomiglia
è simile a me
bello in mezzo allo squallore
tanto che la sua bellezza quasi non si nota
è fragile come ogni bellezza
è esposto ad un'esteriorità che non sente più sua
il viandante distratto e frettoloso lo calpesta
e lui ancora aspira a dignità altre.



Share |


Poesia scritta il 02/03/2017 - 21:34
Da greta urti
Letta n.415 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


Molto intensa.

Daniele Foglini 05/03/2017 - 22:58

--------------------------------------

Paesaggi fiori e colori che suscitano intense suggestioni. Ma li vive ancora un sentimento, quasi che la natura l'avesse assorbito ed è il senso di un guardare qualcosa che non c'è più.
Versi molto intensi.

ALFONSO BORDONARO 03/03/2017 - 09:44

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?