Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Senza riposo...
L' attimo...
Coccinella...
Ci sono sempre stato...
Lacrime...
PASTA E CECI...
Nonostante tutto. .....
cento passi omaggio ...
Venere e Luna...
Kalòs e la Cerva...
Sempre che il bar si...
La poesia mi salva...
Era un sogno?...
Dialogo dell\'amor p...
Ad Elisa...
Il segreto della pio...
SEGNALIBRO...
Libertà...
La tua mancanza si s...
Mera poesia 4....
A spasso tra le stel...
Piccola stella...
The Bad Road...
Una favola antica...
Racconti della notte...
Anche se calmo, è ...
...a te...
Il primo amore di Fr...
L’ONESTA’ DE ZIO...
La ricorrenza...
FANGO...
Tu una parte di noi...
Vivi!...
Viaggiare...
La luna e il mare...
L'Esibizionista...
PORTAMI NEI TUOI SOG...
IL NOSTRO ADDIO...
La carezza del sole...
A bordo nel mistero...
Non Sono...
La verità è come il ...
Ribelli del cuore...
Nel prato...
Silenzio...
Bangkok...
Nessun applauso...
Poesia in Re...
E' tutto troppo!...
Temporale d'estate...
TARANTELLA...
tempo...
Rosso...
DOPO UN ANNO...
I colori della vita,...
La ginestra...
FEBBRAIO OGGI E’ DI ...
La rinascitadel dest...
Tutto...
Grigia mattina...
PADRE MADRE...
Con o senza di me...
Il Calice Rosso...
La luna e il mare...
Ognuno ha diritto ad...
Il giardino di famig...
...vedi tesoro mio, ...
La madre di tutti...
AMORE AMORE... AMORE...
Tre Hayku per Sun La...
Il disegno di coppia...
Lei era vento!...
Par di vederti...
Intorno ai girasoli...
Aurelia...
In flessuosa danza...
Judo...
In quei giorni...
Notte d'estate...
Emozione pura...
Momenti...
A ricordo di un amic...
SILENZIO TOMBALE...
Piu del cielo Più d...
destino...
Il mio primo passo d...
C'è un limite...
Baldanza....
La bella rosa...
UNA NUOVA STORIA...
la domenica...
TU...
Tra vermiglio cammin...
PURA PASSIONE...
Il mago di Froc...
Rosa in russo...
Abissi...
DISASTRI 20\\ 04\...
Regalami un sorruso...
Chissà pirchì...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



LA TUA PREGHIERA

Nude le braccia, verde un giorno il tuo manto,
ora, rubato da una natura matrigna,
giace per terra, scolorito e stanco.
Non c’è più ombra e il sole, seppur tiepido,
ti trafigge sino a penetrar nell’anima.
Eppure non ti muovi, rimani lì,
nessuno ode il tuo lamento.
Continuerà con gli aspri freddi dell’inverno,
il tuo implacabile tormento.
Ora allunghi le braccia verso il cielo,
quasi ad invocare una preghiera.
Ti ascolterà un giorno,
torneranno a crescer le tue fronde,
Il tuo lungo soffrire,
forse l’intensità della preghiera,
ti faranno ritornare imponente e maestoso.
Dolce sarà, di nuovo,
riposare all'ombra fino a sera.



Share |


Opera scritta il 25/01/2018 - 21:11
Da ALFONSO BORDONARO
Letta n.241 volte.
Voto:
su 7 votanti


Commenti


Poesia ricca di emozioni ,complimenti Alfonso 5*.

Paolo Perrone 28/01/2018 - 01:07

--------------------------------------

bellissima, un inno di lode alla natura !

giuliana marinetti 27/01/2018 - 08:52

--------------------------------------

la morte
e poi, la rinascita
Alfonso, pensa se avessimo anche noi, la possibilità di rinnovarci anno dopo anno
certo, nulla e nessuno è eterno...e verrà il giorno che quella preghiera nn sarà più ascoltata

laisa azzurra 26/01/2018 - 20:17

--------------------------------------

Una bellissima preghiera, colma di sensibilità per gli alberi che sono il respiro del mondo, il nostro respiro!
Amo gli alberi e ti ringrazio per aver scritto questa poesia cosi bella!

Margherita Pisano 26/01/2018 - 20:13

--------------------------------------

La vita degli alberi segue la vita di qualsiasi essere vivente.Commuove vederlo sofferente e spoglio, ma è il ciclo della vita.Bella!!!

Teresa Peluso 26/01/2018 - 20:00

--------------------------------------

MOLTO BELLA ALFONSO una sensibilità che tutti non abbiamo

GIANCARLO POETA DELL'AMORE 26/01/2018 - 13:48

--------------------------------------

Una poesia veramente bella, da primo premio. Complimenti e buona giornata.

Paolo Ciraolo 26/01/2018 - 11:39

--------------------------------------

Bella poesia Alfonso
il tuo albero rinverdira'

Salvatore Rastelli 26/01/2018 - 11:29

--------------------------------------

ALFONSO...poeta dolcissimo hai descritto la morte dell'albero con la sensibilità che ti appartiene. I rami spogli segno che anche lui è al termine dei suoi giorni. Ma qualcuno ha ascoltato le sue preghiere, nuovi germogli gli daranno vigore e le sue fronde torneranno a dare ombra. Un nuovo albero fiorito continuerà il ciclo della vita all'infinito.Bellissima ciao buona giornata.

mirella narducci 26/01/2018 - 09:27

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?