Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

In città...
ECLISSI DI LUNA di E...
Quando va via la neb...
Problema...
adamo ed eva...
Giorni di paura...
Ho ucciso il mio Cuo...
DUBBI...
L'obeso...
ho visto Te...
la fine...
Il tuo amore per me...
Il Silenzio...
OSSERVARE ANCORA...
Ho perso il cielo st...
non camminare davant...
Il salvadanaio...
NIPOTI...
PER IL SITO...
Scivolano le ombre...
I PROBLEMI DEL ...
AUTOMA...
Dedicato da te a me...
Su questa mia terra...
Ti sento...
Er patto cor demogno...
La grotta nell’autob...
dal giorno alla nott...
LA POLLIVENDOLA...
Autunno per un amico...
Trapasso...
Mi hai detto... ( Po...
Le mille cose che no...
FIGLIO MIO...
Azzurro...
Il mare verde...
L'allegra triestina...
Spero...
Angeli...
la rifrazione illuso...
Dille ch'io la amo...
Scarmigliata...
A te...
Io e la vita...
Il mio amore non c'è...
ER POVETA E L'UCELLI...
Monotonia uccide poe...
Pensando...un addio!...
La vita è una meravi...
Come rami di uno ste...
TOMBINO...
Foglie morte...
Avida la mia bocca!...
Il farmacista...
rimembranze...
PASSEGGIATA SOLITARI...
volo d'autunno...
Infinita voglia di v...
Seppe poi sola andar...
Una richiesta vana...
Pensieri invadenti...
L'Astronomia del Fut...
Potrei darti...
Quel vino rosso ross...
Possa la preghiera s...
Le cose fatte con pa...
Mia nonna diceva che...
Bluff...
Mentre guardo la Lun...
L'UOMO COL CANNOCCHI...
Possedere le chiavi ...
SIAMO PICCOLE D...
Freddo apparente...
La prima volta...
Un ossimoro è la met...
E tu, vigliacca ment...
Salvarsi...
Foglie aperte...
FAMMI RICORDARE...
Ho visto avide bocch...
RICORDARE E' VIVERE...
Riflesso d\'Argento...
In Questo Confuso An...
Il MIO NOME È LiBERT...
Canzone per un'amica...
Tutti siamo stati ba...
La stagione dell'amo...
Canto del vento sull...
Mio Padre...
Senza tempo...
Il silenzio della ne...
Un altro whiskey...
NE UCCIDE PIU LA LIN...
La montagna...
SERA D'OTTOBRE...
Roma...
Il nonno...
Can'e gatto...
Tutto passa...
Game over...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



Un Re

C’era una volta un re
che non voleva bene a nessuno,
né a se, né a me e,
te lo dico per davvero,
neanche a te.


Diceva peste e corna della verità,
e si beffava perfino
della evidente quotidiana realtà.
Un giorno, un tizio di poco conto,
dico… un Pinco Palla qualsiasi,
forse un clochard…
passò dalla sua via,
con una strana briosa allegria,
pure con una bizzarra corona sulla testa
da fare invidia a chicchessia


Quel re incuriosito,
e attento, mise fuori la testa
dal suo castello e disse:
Cos’è tutta questa festa?
Ohibò e ‘ntintirintina
chi osa cantare senza il mio
permesso stamattina?

Quel tizio sfortunato e miserando rispose:
Sono davvero io la sola Maestà onorata
che c’è in questa via
e non voi l’Altezza privilegiata.
Certo… sono un essere qualunque,
non ho soldi, ricchezze,
e la mia corona è solo di cartone,
eppure mi piace cantare
ogni giorno una nuova
melodiosa canzone.


Tu non puoi essere felice!
Rispose quel titolato sovrano.
perché sei misero, un poveraccio.
Solo un re come me può permettersi
questo lusso, perché lo vedi,
porto mille anelli
di brillanti nella mano.


Ma che dite altezza mia infinta!
Rispose quel nonnulla piccolino.
Di tutti e pure mia è questa vita,
il resto, lo regalo pure a Vostra Maestà,
che vivete di certo fuori da ogni realtà.


(L’immagine ad acquerello allegata, così pure le altre che accompagnano i precedenti brani, sono dello stesso autore)



Share |


Poesia scritta il 15/09/2017 - 09:08
Da Vincenzo Scuderi
Letta n.138 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


Non so perché m'è piaciuta questa poesia che sembra una fiaba. Davvero bella. Giulio Soro

Giulio Soro 15/09/2017 - 12:45

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?