Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

E' nella supponenza,...
La prima estate al m...
Faccia da Cereali...
LIBERTA'...
Falsi d'autore...
Arrivi tu...
Nostalgia amara...
Chiamatemi Aquila...
I bisbigli del cuore...
SEI NELLE MIE MANCAN...
LA LOTTA DEL SOLE di...
Periferie...
Francisca...
Un dolce per te...
Mizzeca!...
Figlia mia...
NA SERA DORCE DE PER...
Due cuori e un'anima...
SHOPPING...
Una mano che mi rega...
Riflessi di seduzion...
POESIA...
L\'attimo!...
FEDELE SPECCHIO DEL ...
Poetic forms...
Suadente e nostalgic...
ACCENDI I TUOI SOGNI...
MONOLOGO A ME ...
L'oracolo...
caparbiamente sorda...
Fuggire...
Nell'orto...
Giugno......
Il pianeta dell'Amor...
LEGGENDA PERSONALE...
LI SOGNI di Enio 2...
Muri di vento...
Un folletto bizzarro...
con gli occhi chiusi...
LE ROSE ROSSE SUL SU...
amami...
Dannarsi l’anima cre...
Dolore sulla notte...
Con una stretta di m...
primaverile tempo...
Haiku A casa...
AMARTI...
Non c 'è scappatoia....
Penso al destino...
SCIARADA...
Tra le rive delle no...
Un'ambizione che spa...
Tu...
Paradiso in fiamme...
SUPERBIA......
Ciò che distingue l'...
Il Corpo di Psiche...
Perle di Luna...
IL POETA COLTIV...
Dal diario di una pr...
Prendetevi una pausa...
SOLO MARE...
Ho parlato di voi a ...
MALE INTERIORE...
Animundus...
LE BANDIERE...
Cinque minuti di cel...
Io e te per sempre...
LA MORTATELLA DE SO...
Gabbiano...
prima di buttarti vi...
RACCONTO TRA PROSA E...
Vorrei amarti ancora...
Il meglio di me...
Il riflesso...
Pensieri sparsi su G...
mi son concessa di p...
Il primo bacio...
RITORNO...
La notte che Sigfrid...
L\\\'ISOLA...
La rimembranza...
L\\\\\\\'insegnament...
Senza speranza...
Di noi (canzone)...
metronomo...
I tuoi occhi...
cari amici fors...
AMAMI IN SILENZI...
Tenerezza....
Colombe tubano...
AVVENTURA EPICA...
Nuovi fotogrammi...
Concerto...
Alzahimer...
Si tacita...
Felicità...
Come una goccia......
Immagini di ridenti ...
Profumo di Ginestra...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



Ri-Sorgere

Ci siamo trovati...
con la schiena aderente alla parete curva, umida non bagnata, per me un abbraccio freddo ma sicuro che impediva di cadere nell'acqua al di sotto delle gambe. Solo il piede sinistro tuffava una briciola di pelle in essa, assaggio dell'assenza di calore immaginando la profondità.
Tu eri abbracciato alla concavità della parete di fronte a me, eri ancora vestito di tutto punto con scarpe di cuoio fiorentino, al polso brillava un orologio. Avevamo solo la mente come appiglio. Hai ragione tu...
sono stata più coraggiosa io a mollare lentamente la presa, ti ho convinto che potevi stare su senza tenerti ai pensieri prodotti dalla sola ragione, abbiamo lasciato che fossero parole, una nuvola di farfalle ci teneva su scollandoci dalle pietre umide, il primo tonfo nell'acqua scura è stato il tuo orologio, ha aperto un varco per il cuoio, per la lana blu tessuta.
Ho ragione io...
sei stato più coraggioso tu, spogliato dalle paure hai sentito di nuovo le tue mani risorse di calore, hai lasciato la parete che ti graffiava senza farti sanguinare, e nel pozzo dolcemente abbiamo iniziato a girare. La gravità discreta ci ha lasciato soli, rendendo leggeri i nostri corpi.
Non serviva più il coraggio sulla giostra che lenta scandiva il suo respiro, un bacio ha aperto le sue ali al di sopra di noi dando nutrimento alla nostra smarrita voglia di amare.
Tu ed io una treccia che si avvolge stringendo gambe, braccia, e bocca sopra bocca perché nessun alito sia disperso...
sotto di noi una luce lunare ci spinge con delicata forza verso la stretta uscita del pozzo.
Lì la luna era caduta lasciando i nostri cieli preda del buio.
Lì ci aspettava per poter di nuovo sorgere con noi.



Share |


Racconto scritto il 09/03/2018 - 22:48
Da Grazia Giuliani
Letta n.204 volte.
Voto:
su 3 votanti


Commenti


Bellissima, bello rinascere. Ciao

giovanni benvenuto vavassori 13/03/2018 - 17:47

--------------------------------------

5*stelline più che meritate!!! Inteso e profondo!!! Brava!!!

Marirosa Tomaselli 10/03/2018 - 13:00

--------------------------------------

Una descrizione quasi surreale, come in un sogno, di un percorso di rinascita non facile, quando occorre lasciarsi dietro pareti a cui ci si aggrappa forse per paura.
Poi un salto verso la luce, non da soli, ed e' rinascita.
All'apparenza ermetico, ma in realta' chiarissimo...
Molto bello Grazia !

PAOLA SALZANO 10/03/2018 - 10:12

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?