Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Un giorno una person...
SOLO PER UN ATTIMO...
Natale...
Sole d'inverno...
Volo di uccelli...
All'ombra...
Finalmente...
Amare....
SE SOLO AVESSE UN CU...
Bella dentro...
gelida pioggia...
Persa...
A te che vaghi nell'...
bagnati di lillà...
COS' E' LA VIT...
Il pesciolino e il p...
La vita è negli occh...
Segnali...
Esordire....
Instabilità...
Haiku- l'angoscia so...
LA FEDE...
Prospettiva di un'Es...
Consapevolezza...
Sento il bisogno di ...
Prima di amare...
Un incontro per la v...
Fase di rotazione...
È Natale...
La poesia...
Il Natale che non c’...
Vita...
Vorrei amarti.......
A TE...
Il Paradiso terrestr...
HAIKU N.8...
Ricordo 'a notte...
...scappa fanciulla,...
Dicembre...
La bellezza dei prep...
Ninfea...
CASTELLI DI SAB...
Stella Cadente...
SI L'AMMORE...
Il padre che sta dom...
La piovra...
Anche questa è vita!...
Canto libero...
SOGNI...
Ombre e precipizi...
matto...
Bigliettini...
Il cassetto terzo a ...
QUELLA TUA FOTO...
Vent'anni senza di t...
Per capire chi ti vu...
Ombra...
Un mondo migliore...
Di passaggio...
Dal mio balcone...
Vorrei poter ricorda...
DA SOLI NON SI...
DICEMBRE(acrostico)...
TU LUNA...
Un raggio di luna...
Mendico...
Ritratto...
La bellezza della vi...
Languidamente...
Poesia in Codice Del...
IO CREDO...
Rinunce...
Solo allora...
Il senso della giust...
Soltanto il tuo prof...
INTENSO SENTIMENTO...
Nel mio cassetto mag...
haiku ....non andò p...
La Vela...
Lo stolto pensa di a...
La slealtà non fa ri...
Se ami, lavori e ti ...
Ma giurerei...
Auschwitz 2020...
Il veglio solo...
Donna preziosa...
Tu, sole e luna...
L\'ultimo viaggio...
LO SPAZIO ATTORNO...
Lacrime di stelle...
Non perdonare, figli...
SCELTE DI VITA...
Danziamo?...
TARALLUCCI E VINO...
Luna...
ACQUAZZONE D'ESTATE...
PRINCIPESSA O ...
Solo uomini...
Dialogando presumibi...
Color di mora...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

La colazione

Sono venuto da te
la notte
e già attendevo il mattino
dopo,
la promessa di quell'alba tardiva
che cola
sopra le tegole di Roma;
ti è sfuggita un'onda,
forse due
- allungate col caffè -
le ho raccolte nelle conche delle mie mani,
per abbeverarmici,
il tuo sorriso poi
mi ha soccorso quando
credevo che
consegnarti un pacchetto
di premure
servisse poco
a domare la tua placidità
così simile alla mia,
o la quiete che rimbomba
negli spazi acuti
lì in fondo ai tuoi occhi,
la pupilla da gatto
che gioca col gomitolo
dei miei lanceolati,
e mentre si alternavano
i silenzi miei con i silenzi tuoi
un boato si faceva spesso
sempre di più,
calava giù dai Castelli
là su i monti
verdeazzurri che salutavano
il tuo balcone,
ma tu non lo sentivi.
Svegliati, diceva,
e se si rivolgesse a me
a te
o a entrambi
non so dirtelo,
ma se dovessimo svegliarci
insieme, io e te,
la notte faticherebbe poi
ad averci di nuovo.


Share |


Poesia scritta il 22/09/2018 - 12:17
Da Matih Bobek
Letta n.89 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti


Molto bella

Teresa Peluso 22/09/2018 - 20:51

--------------------------------------

Molto bella

Teresa Peluso 22/09/2018 - 20:51

--------------------------------------

bella

Francesco Cau 22/09/2018 - 20:32

--------------------------------------

stupenda

laisa azzurra 22/09/2018 - 16:36

--------------------------------------

Poesia molto bella.

Antonio Girardi 22/09/2018 - 15:09

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?