Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

MAGIA DELL' AMORE...
CULLA MARINA...
Due forme...
Simbiosi...
Ritratti o delle cos...
Un poco prima...
Il falco e l'usignol...
Luci e bagliori...
Le granite della zia...
Petali...
Tempesta...
AUTUNNO...
La ballata della Buc...
Per te dalle mani bu...
Haiku 6...
In compagnia di due ...
Potessi io......
HAIKU H...
Langhe e Roero...
L'arca di Noè...
Giorno di giudizio...
LO ZERO E IL COVID-1...
Introspezione...
Nella mia solitudine...
Chicco Balleri...
Lampo....
Sire (cugino August ...
La memoria...
Archor...
Lalla...
Il mese dello Squarc...
IL VAMPIRO DICE ...
Lo spettatore...
Guidare la propria v...
Il cane...
Mormora (Concorso po...
Cuore felice...
Grotta del fico...
Dove sei?...
INTRECCIO...
Errare...
Oltre il tempo...
volevo descrivere fi...
Noi...
Cuccioli del mio cuo...
Cambio stagione...
MEDICI E INFERMIERI...
Si sa, l'unica cosa ...
Per te solo per te...
OTTOBRE...
La voglia di fare l'...
Un gattino come dono...
LA MIA MUSA...
equilibri...
Magutt...
Pareidolia (oppure ...
Il rumore delle onde...
Note d'amore....
Guarderò il futuro...
La mia gatta Gelsomi...
COVID-19: in Cina i ...
Fragore...
Evasione...
Pioggia...
Questa specie d\'amo...
Avanzare?...
FORMICA...
Ti aspetto....
HAIKU G...
I fiorellini del mio...
Il poeta e' prima di...
Il silenzio è quella...
La leggenda della Na...
SULLE TRACCE DE...
Tradurti...
VIBRANTE DI VITA...
Al mio cane...
Il buco...
Sedoka 13...
Non aprire agli scon...
Il concetto di infin...
LA BARCHETTA DI CART...
VETERA ITINERA...
La ballata degli ero...
Clochard...
La strega del paese....
Il Sole...
PERBENISMO...
Nell'insieme intorno...
Pedro...
Una squadra di calci...
In questa notte...
La culla...
La verità della nott...
FREDDO ADDIO...
La prima volta che h...
Ottobre...
Ho visto cose......
Vento...
Vita Eucaristica. L...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com



Il sempre che giurammo...

Occhi stanchi e membra che cercano riposo
ma a vene di gruppo uguale ancor chiedono
di far quadrato,contro l’ineluttabile pendio
che giù fa rotolare i sassi dell’esistere.


Noi fummo il sogno che si sogna con gli occhi
e voi foste sostanza e battiti di un cuore
che arrendersi non volle mai neanche un istante
mentre volava il tempo ed il respiro...


Tu ieri, solco profondo nell’intima certezza
rughe di incomprensioni e dopo, scelte amare
sterminato dolore e forte consapevolezza
che a volte é lui che chiama, é il mare.


E tu bambino che muovevi passi incerti
verso un ventaglio di giovanili sconfitte,
ma ci pensò il poi che mille volte venne a dirti
che questa vita più che rose rosse é ortiche.


Sapete,
ancora si mescola questo sangue trasfuso
che fa di me guerriero di speranza
che fa di voi corazza, armatura di un illuso
affinché si compia questa mitosi dell’essenza.


Ho chiesto affetto e triangoli di baci
che furono richiamo e che ancora lo sono
delle nostre memorie,
e di non dimenticar mai, mai di accordarle
queste corde che dànno il nostro suono.


Così
Che sia per sempre
il sempre che giurammo...



Share |


Poesia scritta il 29/09/2020 - 22:25
Da Bruno Leo
Letta n.52 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?