Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Un po' male...
LA NOTTE AMA...
papā...
Resa...
Sussurrami...
Il viaggio (Centone,...
strade del mondo...
Non sarā natale...
Segnatempo...
CELESTINO (Dalla Ser...
L'ultimo saluto...
Il canto di Ulisse...
Bah!...
4 Dicembre 2020...
Natale...forse!...
La vita...
Cambiare il nostro r...
Armonia...
Inverno...
IL CUSTODE DI PAROLE...
Lo Straniero senza N...
I ricordi del cuore...
Elucubrazione n. 8...
Prendiamo!...
Comunque...credo...
BUGIE INACCETTABILI...
Al di lā...
Lo stato di inutilit...
Abbracci...
Il Vuoto NATALE...
Il tempo...
Micio il mio gattino...
Il viaggio (poesia b...
Accade...
Luce...
ALLA FINE DEL VIALE...
MALINCONIE...
Chissā dove volano i...
Tanka 17...
LA MORTE E L' ...
OCCHI...
Polvere di sole...
insieme...
HAIKU M...
Sole d'autunno...
L'ultimo Natale...
Come foglie...
Umanitā...
Il signore delle ani...
Maschere...
INASPETTATAMENTE...
Se ami, Dio č nel tu...
Prigionia...
Le scorte...
Haiku Am...
Gelosia...
Con lo sguardo del s...
Il viaggio (poesia v...
Non chiedere grazie ...
Sopra le nuvole...
ESSERE UMANI Ess...
Cerca quella pace in...
ESSERE CREDENTE...
Dudų Concorso poesia...
Sarai per sempre la ...
Covid a dicembre...
Il senso della vita:...
FORTIFICA...
Il tempo in cui non ...
Mi imprigiona questa...
Lacrime di...
GIRANDOLANTI FLUSSI...
Orto speziato...
CELESTINO (dalla Ser...
MI SONO SVEGLIATA...
Occhi dolenti...
Geniale !...
Stella...
Mettimi da parte...
Diatriba...
MONITO...
Sogno...
DAVANTI SAN ROCCO...
NON PER I NOSTRI MER...
In morte della giove...
Il viaggio (Haiku G)...
Mi hai accarezzato p...
Mattina...
Passerā...
6 poesie realizzate ...
ALI DI FARFALLA...
Il mio tempo...
Se potessi...
PER DANI...
Coronavirus...
Diego...
Pensami Ancora...
Amicizia...
Buon Viaggio...
La superbia fa dir...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com

Buongiorno maestro

L'attimo che lo incontri
riavvolgi il nastro
torni bambino.
Muovi il ricordo
ancor prima
del saluto.
La stanza bianca
le ampie vetrate
e l'attaccapanni
di legno vero
é antica cornice
alla formica verde
dei banchi.
Senti odore
di gesso e cimosa
e del lapis quasi finito
senza aver capito
perché non si é appuntato.
Quando lo incontri
con capelli bianchi
e fare ricurvo
sempre riconosci.
Ti fermi
e non ha importanza
quello che
il film per te
ha scelto recitar parte.
Puoi essere ora
il promesso ingegnere
o l'avvocato
che arringa giá allora prometteva
ha concesso ora
gloria
o Il giornalista
che vá di fretta
o ancora l'operaio
che fiero
sfoggia dettagli
del suo lavoro
o ancora
puoi essere chi
come allora siede
nell'ultima fila
mentre lui diceva
vieni avanti
ci son posti liberi.
Non importa chi sei adesso
Quando lo incontri
per strada lo fermi
e ti fermi
E la prima cosa
che dirai sará sempre
la stessa di allora
Buongiorno Maestro.


Share |


Poesia scritta il 15/11/2020 - 21:10
Da Piccolo Fiore
Letta n.69 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


Bellissimo ricordo

Marianna S 17/11/2020 - 10:21

--------------------------------------

Molto dolce il ricordo dei vecchi banchi di scuola dove tutto appariva perfetto anche se non lo era... ci si accontentava di poco e il maestro aveva sempre un fascino particolare.

Anna Rossi 16/11/2020 - 06:18

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?