Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Parigi, Febbraio 194...
Passegiando la matti...
Rapporti Umani...
CUORE DI PIETR...
Non trovo....
Il cucciolo...
Promessa....
La domenica dei mort...
FRUSCIO DI FOGLIE...
Il sonetto dell'autu...
Quel momento in cui ...
Accomiato...
Il suo sorriso era c...
BELLEZZA PROVOCANTE...
E' la sera dei mirac...
PROFONDE FOLLIE...
Andiamo là...
Velate nubi...
Adieu...
L’ultima Volta...
Firmamento...
Tutto si trasforma, ...
La clessidra...
Respiro di vita...
Casuali parabole...
IL SUBACQUEO SPORTIV...
E\' stato splendido...
SonEtti...
Sogno o son desta...
Due tenere folate di...
Diavolo...
Mosè e le tavole del...
Mosca 1950...
ANCORA INSIEME...
I binari della mia v...
I ricordi nell’armad...
Placido mare...
TUTTO IN UNA PAGINA...
GIULIA pt.1...
“Oggiscrivo”...
La colazione...
IL SALE DELLE TUE PA...
Non Ti Scordar di Me...
L'ora perduta...
Davanti a me vedo du...
STREET CIRCUS...
Schegge del cuore (T...
Limbo Perverso...
UN PASSO INDIETRO...
Il groviglio esisten...
Ombre...
Il primo appuntament...
SETTEMBRE STA PASSAN...
Alito di Dio...
Me ne voglio ì lunta...
medjugorje...
Bergamo Alta...
sentiero...
E se fosse che la fo...
Disse il saggio...
Dondola il mare...
la mia bambina. la m...
IMMERSO...
L'ultimo ciabbattino...
Ondulazioni...
Prime luci su Livorn...
ORMAI...
SILENZIO INAUDITO...
Amore,amore, amore.....
Mamma...
Animo umano...
minestrone...
Lessi...
IL LUNGO VIAGGIO...
Voli d'Autunno...
Ama le lacrime quant...
VOLI PINDARICI...
La passeggiata...
notte di settembre...
città...
VENERE SOLITARIA...
Silenzio...
L'uomo e il mare...
Come nelle favole...
Quando scende la ser...
L'amore...
Dall'alfa all'omega,...
LA PERLA NERA...
PECCATI MORTALI...
Da Ibiza...
Sogni rubati...
Che meraviglia!...
La prossima volta...
Vorrei incontrarti...
Forum...
Mi piange il cuore.....
La sede...
A scuola, nel 1968...
Giorni Difficili...
Al vento non c'è al...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



La nascita di Eva: Storia, miti, leggende

Era una calda giornata di agosto: l'erba era alta un metro o forse qualcosa di più. Gli alberi erano bassi, i rami a portata di mano.Qualche volta i gigli arrossivano, le rose impallidivano.Il male non c'era e il bene aveva ancora colori sfumati.Gli uccelli cantavano in coro, passeggiavano con caprette e gattini, poi compatti spiccavano in volo, in fila per due. Di lato, in fondo alla strada, un serpente lucidava la mela e mandava messaggi d'amore alla compagna di fronte.
Adamo era solo, per amici il grillo parlante e la cicala che non aveva niente da fare.Per distinguersi un po' si poggiava sul capo foglie di alloro e portava capelli a treccine.
Nostro Signore, che tutto vede e provvede, decise di creare la donna. Scese quaggiù(il mondo aveva pochi giorni) per raccogliere opinioni e commenti.
Incontrò l'alba, le parlò un poco, poi stabilì che l'alba era il principio del giorno, la donna il principio del mondo. Vide lo zeffiro, che inseguiva il libeccio, diventare maestrale, qualche volta scirocco.La tramontana ancora non c'era, chissà dov'era. La donna era il vento, il mondo la piuma.
Prese dal mare le cose più belle,la spuma per il vestito da sposa, ogni perla un pensiero d'amore. Prese anche l'onda che all'improvviso potente si avvolge poi, languida, si distende e raggiunge la spiaggia.
Prese dal sole un quadro di autore, la donna solare, dalla luna la sua tintarella, e per cipria polvere di stelle. La chiamò Eva, le parlò di Adamo.
Poi il serpente nascosto nell'erba, il frutto proibito, il primo peccato, la trasgressione è nata così.
L'erba non aveva colpe ma si fece più piccina, l'albero si allungò per difendere i rami. Loro andarono via.
La donna poteva avere ancora le sue perle doveva però rassegnarsi a partorire con dolore.
Adamo doveva cercare ogni cosa con fatica e con sudore perché solo lassù ogni cosa era a portata di mano.


nota allo scritto


Darò seguito a questo scritto chiedendo la pubblicazione per la scrittura creativa "Tema:... una pagina di diario di Eva che è stata cacciata dal paradiso terrestre", in corso di elaborazione da questa mattina grazie allo spunto di riflessione offerto dalla redazione di oggiscrivo




Share |


Racconto scritto il 06/07/2018 - 09:13
Da GIOVANNI PIGNALOSA
Letta n.64 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


Piacevole e fantasiosa... Diciamo con brio. Attendo il seguito. Mi è piaciuta la spuma di mare, come abito da sposa...

Teresa Peluso 06/07/2018 - 17:24

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?