Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

SONO UN ANGELO...
Moda...
Il primo amore...
Il forestiero...
Più dai risorse, buo...
Soverchio...
Distopico...
Mormorio di bandiere...
Le cento candeline...
Come in trincea...
L’immaginario si fon...
Il piacere guasto...
Oltre le rughe...
Ti guardo...
TRAMONTO...
Betelgeuse...
L’Atmosfera misterio...
IL DIALOGO...
Spicchi...
PRIMAVERA COVID...
Lo sgretolarsi di az...
A LUCIANA...
Il colore della giov...
LA MAREA E L' ...
SILENZI...
La sensibilità non è...
Pensieri solitari...
Tutto ciò che viene ...
Composizione n.385...
ACQUA...
Firma...
L'ONESTÀ PREMIA SEMP...
L'ANGELO...
A Ilaria...
vecchia ferrovia...
Con i suoi colori...
PHARAOH'S CURSE. Man...
Lucrezia e l'amore a...
Solo un sorriso...
Affini son quelle an...
Le quattro stagioni...
Seduta davanti al ma...
IL VENTO...
Mix gastronomico, le...
Nessuno è libero...
Miracolo d\'amore...
incognite...
UNA VOLTA AMOR...
'O panariello...
Pandemia...
L'ultima ladra...
L’altro viaggio 16/1...
IL RIFUGIO...
Ogni cosa che cambia...
Clone...
FLUTTUANDO NEL VENTO...
Ciao...
Annabelle...
Il solitario....
AD INIZIO APRILE......
Il piccolo Drago...
IL MISTERO...
Ciliegi in fiore...
È IL CUOR CUSTODE...
Grano Oro...
L’amore non ha confi...
Dove sbocciava l’ari...
La Colomba...
Una libellula a Bene...
Semmai...
Vorrei piangere...
Jack...
Attendere navi che n...
Che grande farsa è l...
Nei luoghi sacri (c...
ERBA CATTIVA...
Dalla montagna al ma...
Siamo tutti unici e ...
SOGNANDO...
L’altro viaggio 15/1...
L'EREDITA' DEL POVER...
NETTEZZA URBANA...
E piove...
Haiku 25...
UN BACIO MAI DATO...
Buona Pasqua...
Buona Pasqua...
Sera di Primavera...
Verità...
Buona Pasqua a te...
Nulla per sempre...
Il sorriso della spe...
In nome del Padre...
Piccole cose che ci ...
L'abbandono...
Kylemore Abbey...
Cansunetta du giurnu...
Casa è...
Terza ondata...
Note d\'inverno...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com

Picula ad caval

Il freddo intenso della pianura Padana era l'ambientazione ideale di questa pietanza a base di carne di cavallo. Sapori intensi nell'anno tra le brume nel servire la Patria nel lontano 1989.
“La patria è la dove si muore con la spada in pugno! Non qui dove le uccidi i suoi poeti.”
Non eravamo nell'Andrea Chenier, non avevamo la spada in pugno, ma il Garand era pericoloso anche dalla parte del calcio.
A Piacenza ho imparato a degustare questa pietanza, il secondo ideale, abbinato al barbera, per il clima invernale dell’alta pianura padana, specie a cena, con fuori la nebbia che ti lasciava gli indumenti inzuppati di acqua, e ti rendeva difficile ogni attraversamento di strada ridotti come gatti mézzi ad attraversare alla svelta, perché le auto proprio non le potevi vedere che all’ultimo momento.


La “Pireina”, dal “Gnassu” era la la cattedrale nascosta dove si officiava il rito; un locale sempre pieno di gente perchè era proprio uno specialista.
A pranzo scappavamo dal turno in mensa dicendo che rimanevamo in ufficio ed invece andavamo a fare un investimento sicuro in piacere per la gola ed anche per il morale.
Pisarei e fasò ad introdurre e poi... Quattordicimila lire spese proprio bene, tre volte la diaria.
La produttività pomeridiana in ufficio, certo, ne era sconvolta, ma se “Parigi val bene una messa” si poteva sopportare anche un po' di sonnolenza in cambio di tanto piacere.




Share |


Racconto scritto il 05/03/2021 - 13:09
Da Glauco Ballantini
Letta n.147 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


Grazie Giuseppe. Della serie ricorda coi piatti.

Glauco Ballantini 06/03/2021 - 09:45

--------------------------------------

Bravo anche per lo stile che unito al contenuto stimola il lettore a leggere fino in fondo e magari a commentare proprio mi sto cimentando a fare.
Che altro dire?
Grazie per avermi fatto "assaggiare" la Picula ad caval, dato che in quest'estate mi trasferirò in Liguria, vedrò di fare un giro nella Pianura Padana per poi in qualche trattoria provare questo piatto. Ti prometto che ritornerò in questa pubblicazione e tramite un altro commento ti farò sapere.
Alla prossima!

Giuseppe Scilipoti 05/03/2021 - 14:18

--------------------------------------

--- A caval donato si... gusta con la bocca---
Un racconto che ho "divorato" con piacere. Bravo a introdurre uno dei piatti tipici dell'estremo Nord che indubbiamente fanno parte di un patrimonio gastronomico, bravo nell'averlo saputo raccontare con un misto di nostalgia e ironia con tanto di citazioni fortissime e indicate, bravo, anzi bravi per sfuggire alla mensa e alle sue "leccornie" per andare a lesinare... altrove.
(segue)

Giuseppe Scilipoti 05/03/2021 - 14:15

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?