Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Il buon pirata...
Il Ritratto Di Doria...
HAIKU DEDICATO...
SUDORI ROVENTI...
IL PRESAGIO...
La mia storia- Dicem...
Amore che torni...
Banditi...
Toro nero ebano...
Sulle note dei poeti...
LE DONNE E IL ...
D\'amaranto colore...
A capo chino...
ORRORE...
Millennials...
Liberi di volare...
La tua voce...
Prigionieri...
Forse...
ODE AI MIEI RICCI...
Posso?...
Imbalsamato giorno...
Occhi belli (Sindro...
TEMPESTA...
Imparerò...
IL SAPORE DELLA FELI...
Canto della voce del...
La felicità ? La fel...
Fiore di cardo...
Baciala. Sempre. An...
Allora navigo...
AMAMI SENZA RITEGNO...
Veleno...
Potessi o dovessi......
Così vicini, così lo...
Ombre e silenzi...
Corridoi di lacrime ...
quell'ultimo addio...
Consapevolezza dell'...
E veglio su di te...
La sottoveste rossa...
Stazione...
Anche il nero può di...
La vita è gioia...
haiku - caramelle...
Dare il meglio di se...
Artisti in convento...
L' UOMO NERO NON ...
SQUARCIO...
Il tuo silenzio...
NON DEVO PIÙ NASCOND...
Non sarai mai sola...
Tu puoi...
Da Argada a Runcatin...
Il mulino...
Occhi negli occhi...
Tutto il bello che c...
La ballata di Rocky ...
Vorrei poterti dire....
Colori miei disegnat...
Passato....
OLTRE IL RESPIRO...
Volcano...
Un qualche fiore...
Ricatto...
Partita persa...
QUANDO VORRAI, SOLO ...
Tramonto...
Se volesse il cielo...
HAIKU N.16...
La Sera...
Impermeabile...
Fabrizio De Andrè...
DOV' E' LA FEL...
OGNI VOLTA...
sedotto ed increspat...
La scintilla e la ce...
Guarda lontano...
IL ROSPO...
SUBLIME...
Liscio Gassato e Fer...
Mi perdoni Padre per...
Quando ti accorgi ch...
Un Pesce...
LIBERTA'...
Ad occhi chiusi...
Si tenta sempre di s...
Il fuggitivo...
C'è cosa è l'autismo...
LE PAURE DEL PASSATO...
ecce homo...
IL VOLO DEL GHEPPIO...
Le storie diventano ...
La felicità, luci e ...
Nel silenzio del cie...
Un minuto...
Difetti inutili: c'è...
Uomo rigettato...
abissi di memoria...
MAI NOTTE FU TANTO A...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

All'abisso

Abisso nostro creato,
Come è bello sedersi
Sull'orlo tuo tanto ripido!


Tutto quel nero calante
Per una lunghezza tale
Che gettandosi in te,
Tanato ti prenderebbe
Per fame, in pieno volo!


Come sei bello però
Come compagno di giochi!
Principe delle sorprese,
Padrone delle licenze!
Tutto ti piace pensare,
Tutto dire, tutto fare:
Tanto nessuno ti vede,
Neanche vede le tue gesta.
Così mi sento, fratello,
Io stesso tra gli uomini
E le donne del secolo
Più tecnico e meno poetico
Che ci sia mai stato!


Abisso mio adorato,
Come è brutto sedersi
Con un cuore tanto livido!




Share |


Poesia scritta il 09/03/2015 - 22:40
Da Giulio Cerrato
Letta n.606 volte.
Voto:
su 4 votanti


Commenti


Molto introspettiva. Struggente per alcuni versi ma vera, racconta il livido che spesso il cuore subisce per gli urti della vita.

luciano rosario capaldo 10/03/2015 - 10:46

--------------------------------------

UN INTENSO VERSEGGIO CHE GUARDA DALL'ALTO... PER SCOVARE IL MALSANO CHE E' DENTRO... ESPRESSIVO QUANTO PREGNANTE CONTENUTO...

Rocco Michele LETTINI 10/03/2015 - 08:12

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?