Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Il buon pirata...
Il Ritratto Di Doria...
HAIKU DEDICATO...
SUDORI ROVENTI...
IL PRESAGIO...
La mia storia- Dicem...
Amore che torni...
Banditi...
Toro nero ebano...
Sulle note dei poeti...
LE DONNE E IL ...
D\'amaranto colore...
A capo chino...
ORRORE...
Millennials...
Liberi di volare...
La tua voce...
Prigionieri...
Forse...
ODE AI MIEI RICCI...
Posso?...
Imbalsamato giorno...
Occhi belli (Sindro...
TEMPESTA...
Imparerò...
IL SAPORE DELLA FELI...
Canto della voce del...
La felicità ? La fel...
Fiore di cardo...
Baciala. Sempre. An...
Allora navigo...
AMAMI SENZA RITEGNO...
Veleno...
Potessi o dovessi......
Così vicini, così lo...
Ombre e silenzi...
Corridoi di lacrime ...
quell'ultimo addio...
Consapevolezza dell'...
E veglio su di te...
La sottoveste rossa...
Stazione...
Anche il nero può di...
La vita è gioia...
haiku - caramelle...
Dare il meglio di se...
Artisti in convento...
L' UOMO NERO NON ...
SQUARCIO...
Il tuo silenzio...
NON DEVO PIÙ NASCOND...
Non sarai mai sola...
Tu puoi...
Da Argada a Runcatin...
Il mulino...
Occhi negli occhi...
Tutto il bello che c...
La ballata di Rocky ...
Vorrei poterti dire....
Colori miei disegnat...
Passato....
OLTRE IL RESPIRO...
Volcano...
Un qualche fiore...
Ricatto...
Partita persa...
QUANDO VORRAI, SOLO ...
Tramonto...
Se volesse il cielo...
HAIKU N.16...
La Sera...
Impermeabile...
Fabrizio De Andrè...
DOV' E' LA FEL...
OGNI VOLTA...
sedotto ed increspat...
La scintilla e la ce...
Guarda lontano...
IL ROSPO...
SUBLIME...
Liscio Gassato e Fer...
Mi perdoni Padre per...
Quando ti accorgi ch...
Un Pesce...
LIBERTA'...
Ad occhi chiusi...
Si tenta sempre di s...
Il fuggitivo...
C'è cosa è l'autismo...
LE PAURE DEL PASSATO...
ecce homo...
IL VOLO DEL GHEPPIO...
Le storie diventano ...
La felicità, luci e ...
Nel silenzio del cie...
Un minuto...
Difetti inutili: c'è...
Uomo rigettato...
abissi di memoria...
MAI NOTTE FU TANTO A...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

VITA INTERIORE DI UN PERSONAGGIO

Le istruzioni sono:

Descrivi un personaggio che si accinge ad andare al supermercato per fare delle compere. E' allegro e felice perchè è innamorato.
Descrivi lo stesso personaggio nella stessa scena in un momento successivo quando sta vivendo la dolorosa rottura della sua relazione.


~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

La Bibbia secondo zia Concettina - seconda parte

e poi era ricomparso per miracolo perché poi doveva venire solo a comandare? – ammo visto comme è ghiuto a furnì… appena se mettette miezzo a dicere: ‘a cummang’io… subbeto ‘o levarono ‘a miezzo – che se credeva ‘e venì spicce, spicce a fa’: songh’io ‘o figlio ‘e Ddio, nun credite a nnisciuno… venite tutte quante appriesso a me… se era ‘o veramente ‘o figlio ‘e Ddio secondo voi nunn s’avesse fatto vedè già ‘a piccerillo e ogni tanto avesse fatto cocche miraculo, accussi appriesso… sicuro, ca me credevano? E allora pure Maometto - quello che ha scritto il Corano - poteva dire che era il figlio di Dio… o no? Mica era fesso! – Secondo me, sapeva come sarebbe andata a finire questa storia e s’aparaje ‘a castagna.. subbeto dicette: sì ‘o Signore ‘o cunosco, ce parlamme pure ogni tanto, ma nunn c’appartenimme proprio! - non come aveva fatto Gesù che mmiezzo a tutti chilli fetiente, ‘nventannese ‘stu fatto, penzava ‘e cummannà. Pensava che con qualche magia, fatta peggio del mago “Casanova”, avrebbe ingannato tutti quanti; manco non si sapeva che quelli lì erano tutti amici suoi. Lazzaro che all’improvviso si alza e cammina; il cieco che poi ci vede, lo storpio che cammina (parene peggio ‘e chilla ggente ca pe’ truffà ‘o Stato, e pe’ se magnà a penzione, fanno finta e’ nun cammenà, ‘e nunn ce vedè… chisto trucco ‘o cunuscimme già). Ma la fesseria più grossa sapete quando l’ha fatta? quanno perdunaje a chella “zoccola” ‘e Maddalena - scusate ma ce vuleva - llà ‘a facette proprio grossa. Chella secondo me fuje ‘a fessarìa cchù grossa che nunn ce l’hanno fatto passa liscia… ogn’uno penzaje: ma fa che ce stà coccosa pe’ sotto? Chisto nun ce ‘a conta’iusto? Ma si fosse ‘o figlio ‘e Ddio che ce teneve a vedè co’ cchella…? E cu tanta bbona cristiane… a chi ce ‘a fa bbona…? E lla capettene tutt’ cosa e… ‘o ccerettano.
A proposito della sua morte poi, vorrei aggiungere: questo Gesù così potente, Lui che diceva di sapere tutto e e conoscere le menti di ognuno di noi… è possibile che non conoscesse già prima le intenzioni di questa gente? possibile che non sapeva già prima che l’avrebbero ucciso… non vi pare? Non sapeva già come sarebbe andata a finire… o no? Sapeva che avrebbero scelto di salvare Barabba al suo posto… o sbaglio? quindi perché li mise alla scelta e non disse già prima: “Tanto ‘o saccio ca tocca me… levamme subbeto ‘o mbruoglie ‘a miezzo”; oppure con una sua magia faceva cambiare loro idea. Qualcuno dice che l’ha fatto per cancellare i nostri peccati, giusto? Allora mo siamo tutti buoni, siamo diventati tutti Santi… ma faciteme ‘o piacere… Poi sulla croce disse: “Padre, perdona loro, perche non sanno quello che fanno”…mò ce vò… ma pecche Isso ‘o ssapeva? Se ‘o ssapeva nunn arrivava a tutto chesto.
Scusate… io dico: chisto era comme ‘o juoco de’ tre carte, addò tu già saje ca pierde… ma che ‘o faje a fa’… a cummattere cu tanta fetiente, o no? pe’ mme facette bbuono Ponzio Pilato ca se levaje ‘a miezzo ‘o bburdello - chillo si ca o sapeva primma ca ce stevano ‘mbruoglie ‘a sotto.
Non vi dico poi quello che successe quando morì, ogn’uno diceva di averlo visto per prima - me pareva ‘a caccia al tesoro - ognuno diceva che era stato il primo che l’aveva visto risuscitare. Se andiamo a leggere cosa dicevano i discepoli – ‘e cumpagne suoje - vi faccio vedere che una volta hanno scritto che l’hanno visto comparire prima loro; un’altra volta scrivono che l’ha visto comparire prima Maddalena; mi sa proprio che nessuno ha detto la verità… secondo me non l’ha visto proprio nessuno! Comme fosse Giuda po’… parla propr’isso che era ‘o primmo bbuciardo – e chi ‘o creresse - proprio isso ca pe’ poche spicce facette tre vvote ‘o nomme do meglio cumpagne suoje e po’ se ieva vantanne che l’aveva visto pur’ isso accumparè. Ma se prorio foss’ accumparuto… proprio ‘a isso nonn me fosse fatto maje cchiù verè. Poi Gesù voleva convincere tutti che lui si sarebbe lasciato ammazzare perché il suo sacrificio sarebbe servito per salvare l’umanità dal peccato… è vero? O sbaglio? Allora io dico: “Doppe, allora, simme addeventate tutte bbrava ggente ‘n ata vota? Allora simme addeventate tutt’ Santi… ce manca sulo l’aureula ‘n capo? Allora pecchè simme chiù fetiente ‘e primma? Avite visto ca nunn era ‘o vero niente? Faccio bbuono ij che cierti mumente nun crero a nisciuno?”
“Ma come non è vero niente? Come non credete a nessuno!” - Dissero i due signori “Testimoni di Geova” a zia Concettina – ma lei sta delirando adesso! “Allora noi come ci troviamo sulla Terra? Chi ci ha creato?”
“Signora, abbiamo visto che lei, approssimativamente, la Bibbia la conosce ma, visto che s’è fatta una brutta idea sull’argomento, perché non ne approfitta in questi giorni che lei è qui per approfondire con noi un po’ lo studio biblico… vedrà che le sarà molto utile… magari quando torna a Napoli la metterò in contatto con dei nostri “fratelli”.”
“Sentite, io vi ringrazio… ma sapete che vi dico?- Rispose zia Concettina – io credo solo che esiste Dio, unico Signore di tutto e di tutti… poi nessun altro. Nunn crero: nè i Santi, nè i priepeti, nè ‘i miracule, nè a nisciuno… co’ ‘sta Bbibbia cchiu ce voglio cercà ‘e capì e cchiù me n’accorgo che è tutto ‘na “varca ‘mbriacata”… ‘na vota rice ‘na cosa, po’ ne rice ‘n ata, ogn’uno ‘e chiste ‘a conta a modo suoje… e mo bbasta… ca tengo che ffa’… che aggia leva’ ‘e panne a dinte ‘a valiggia ca se no se sentano ‘e tanfo; pe’ mme chello ca tenevo ‘a dicere ve l’aggio ditto… mo penzatelo comme vulite vuje...
Così, soddisfatta e fiera di aver raccontato la sua versione, su come, secondo lei, erano andati veramente i fatti… se ne andò, lasciando la sorella ed i due “Testimoni di Geova” al loro studio.



Share |


Scrittura creativa scritta il 12/04/2013 - 14:03
Da Luigi Bellotta
Letta n.669 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?