Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Visto che non sono r...
Giorni d'autunno...
Un riflesso già vist...
A due passi dal Para...
La luna degli amanti...
AMORE ILLUSIONE...
Senza di me...
Stagioni...
BANALITA'...
IL TUO PROFUMO...ANC...
Ma può reggere il pa...
Ottobre...
Penso, e dunque non ...
Haiku 13...
Cadaveri d'inchiostr...
SUL MIO VISO CAREZZE...
Il sole tra gli albe...
Stella...
Snake...
I colori.della stagi...
Cara comunità di Ogg...
Pensieri / incerti...
marivelgioso crevlel...
L’ora di pentirsi...
Ali di carta...
TI STAVO CERCANDO...
Luce alterna...
Specchio...
Soltanto quattro mur...
L'ultimo traghetto...
Ti ho pensata una se...
Assimilo gli alberi...
Da qualche ora...
Gli occhiali...
DOVE SVANISCONO ...
HAIKU H...
Tempo d'Amore...
Reminiscenze...
ONDE...
Sconosciuti mondi...
Giotto e l'invenzion...
Pinnettas...
Vorrei gridare al te...
Cinque candeline...
Haiku 12...
I miei pensieri...
Certe volte capita...
19:53...
Fiabesca...
Oltre il vento del c...
Lei...
Sei tu....
Climbing...
Al costo di un franc...
Versi sciroccati...
PENSIERI ALLA ...
PRIVATO...
L'ultimo torneo del ...
La guerra...
PRIMAVERA...D'AUTUNN...
Cedo il passo alla p...
L'uccellino e il pes...
Velata...
Non lo sapevo...
Sogno di un bambino...
Alla stazione ferrov...
Haiku n 3...
Haiku 11...
Amore senza silenzi ...
Pianto di sale...
La psiche...
Tanka 1...
l'amicizia è......
Notte senza luna...
A Giulio Tiberio...
boschi d'ottobre...
AMABILE CREATURA...
Mi hai fatto innamor...
Metafora auttunale...
In attesa...
Sguardi...
Quell’espressione di...
Stelle...
Con me passeggiando...
IN QUEL SUO SAPERE...
LE PAROLE...
Come il ponte unisce...
Gita di terza Media ...
TU ERI UM ANGELO...
Oggi...
Scrivere...
Casuale...
E io dormivo...
The first memory...
Non dire mai....
LA METAFORA DELLA ME...
Dall'immensa finestr...
Negli USA vendono le...
IL SENSO DELLE COSE...
Minuscole sensazioni...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



e la barca...

Un lampo squarciò il cielo
di luce viva, indi penetrò
baluginando, qual fredda
lama di fuoco
il mare.


Carica di stupore, l'aria
sbuffò crepitii metallici
ad ammonire l'orizzonte
che apparve tremulo
per un istante.


Poi calma, come di tregua.
Piovve, ma di un pianto triste
quasi che il cielo, plumbeo
avesse lacrime antiche
nel grembo.


E infine la bonaccia:
più non veniva l'onda
a scavare la rena
e la barca, petalo di fiore
sull'acqua.



Share |


Poesia scritta il 17/06/2019 - 13:26
Da Giacomo C. Collins
Letta n.189 volte.
Voto:
su 4 votanti


Commenti


Poesia di grande qualità anche l'argomento non solito. Bravissimo

Maria Isabel Mendez 18/06/2019 - 09:44

--------------------------------------

GIACOMO....Io non mi meraviglio...poeta scrittore di altissimo livello. La scrittura fa parte della tua natura. Ciao
bravo.

mirella narducci 17/06/2019 - 19:26

--------------------------------------

direi che il poeta ha avuto esperienze di mare perché solo chi le ha avute può descrivere così bene ....una barca che riesce a stare a galla dopo la burrasca.
Giacomo è poeta (ma soprattutto narratore) che sa illustrare con le parole situazioni del genere facendole rivivere al lettore...complimenti

Adriano Martini 17/06/2019 - 17:31

--------------------------------------

Eh, sì!
Dove c'è il poeta, c'è anche la poesia.
Bellissima.
Un saluto

Loris Marcato 17/06/2019 - 14:55

--------------------------------------

Cronaca di un temporale estivo, come viverlo in diretta! La descrizione è stupenda e l’ ultimo verso dolcissimo.

Mimmi Due 17/06/2019 - 14:09

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?