Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Utopica speranza...
Doppio sogno...
Haiku XIV...
Coronavirus ... quel...
Virus...
Dica trentatré......
La pazza...
Tanka 29...
Ci baciavamo...
tempo d'aurora...
Poi pensi di conosce...
Rondini in viaggio...
Virus......
Nel chiuder quella p...
La merlettaia...
HAIKU C...
Un danzare di voci...
Suggestione di Febbr...
L'ETA' DEL CINISMO...
Notte d'inverno...
Due amori all'età de...
IL DUBBIO...
Un giorno finito...
Spiriti protettori...
DANZA DELLA PIOGGIA...
La Casertana...
Notti infauste...
Se vuoi sapere a cos...
LE TUE MANI...
La luce dell'univers...
Non fermarti...
Sei tu il mio redent...
Il fiore di Ranchipu...
Decisioni difficili ...
Credevo......
Homo Italica...
Contrappasso...
Inverno...
Attorno alla cera...
Passiamo tempo a pe...
Tanka 28...
Ritornando dall'agil...
IL MISTERO DELLA VIT...
Orme...
Come battiti d'ali...
La vera storia di Ce...
IO TI VEDO...
Carnevale...
Persona Amata che no...
persecuzione...
Attacchi di panico...
Un domani...
Quegl’occhi...
Basterà una rondine...
Quando ti vestivi co...
TRAMONTO...
Così...
Il bambino Dawn...
Non posso restare....
UN OTTOBRE NORMALE...
L'impervio sentiero...
Un'altra battaglia...
Fiabilandia...
Trasparenti sembianz...
IL FUOCO...
Filastrocca dello st...
Ipnosi...
Presenza....
Riflesso...
Dedica...
HAIKU B...
IL SORRISO DEL TRAMO...
CONTINUO A SOGNARE...
Guardando il cielo...
Il mare - Il progres...
Cuore d’ippocastano...
Cosmo sfiorito...
Passaggi...
Gianny Mirra...
Un Marinaio...
Dolce...
Mia Luce, mie tenebr...
L’interrogativo del ...
BOCCA A BOCCA...
Il mattino...
Prospettiva...
sbarre...
Cerca altrove...
Giorni senza cuore...
PASSERÀ...
Non era il tuo volto...
Scusa lo sfogo...
La risata del picchi...
Il pilota dei sogni...
le violette...
Appennino...
Terra...
Miriade di stelle...
AMORE PERDUTO...
Tanka 27...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



Desiderio di mare

Più dell'aria
ha bisogno
il mio respiro
dello scrosciare del mare,
non basta il sentiero
docile dell'erba
al mio passare
e sentire il trasparente fiato del giorno:
ho bisogno dell'aspro suono
e dell'azzurra intensità
del mare.


Una casa e il suo giardino
sono mani che legano la mente,
immobilità di cuore
nel ticchettio sottile
d'un passaggio di passero
e d'un miscuglio tenue d'odore
di salvia e fiore di rosmarino.


Il mare e il suo chiacchierio
di sassi ed acqua
è felicità leggera
sul petto, sulle labbra
e più di tutto
sulla libertà dei sogni fondi,
dove le alghe nascono.


Il mare aspetto alla mattina
e se non viene
penso che inutile è il risveglio
tra queste mura,
che vorrei rivedere
la gaia onda
arrivare in grembo alla mia paura
e riderne, coprendola di lucente schiuma.



Share |


Poesia scritta il 04/10/2019 - 13:28
Da Ida Deschi
Letta n.130 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


Cara Ida, la tua poesia è una carezza...

Grazia Giuliani 04/10/2019 - 17:07

--------------------------------------

Magicamente bella.
Un saluto

Loris Marcato 04/10/2019 - 14:26

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?