Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Creatura mia...
Tornerà la Vita......
Giocano i bambini su...
Mi accontento...
Sono un Albero...
Le stagioni umane...
SOSTENZA E APPARENZA...
UN'ETÀ PER TUTTO...
Italia nera...
.Gabbiani....
UOMINI RICCHI...
Similerso...
Stracchino e cetriol...
Solo un sogno...
Ognuno...
Scrittura di gennaio...
il mio spazio...
Di miei Alberi,framm...
L'albicocco e la not...
Il governatore della...
LO SFOGO DI UN ARTIG...
Vento di marzo...
Vite strette....
Eravamo sei amiche a...
Dove sei?...
Li chiamano coraggio...
Nuovi eroi...
CADUTA LIBERA...
Domenica II...
La valigia...
Risveglio...
Tempi instabili...
AMORE ILLUSIONE...
Ci Manca...
Preghiera per un bam...
Sentire....
Un vero mistero...
Felicità...
L'uomo ed il cane da...
Se Cristo tornasse...
Note tra il vento...
Il pastore bianco...
L'ASCETA...
Per i sogni un posto...
Camici bianchi...
Dove andiamo...
Amanuense...
Lettera senza fine...
Isolamento...
Sconosciuti eroi...
Tu aspetti, io non c...
Sabato sera di quara...
DISTANZA DA......
*Parabolina* Vidi...
Pazienza e rinascita...
Albero,quadro eterno...
Invece...
Suggerimento...
La Rosa profumata...
Preghiera 2...
LETTERA D' AMORE...
Sul filo dei sensi...
È SEMPRE MEJO ‘NA BO...
È come trovarsi un g...
SBAGLIARE ANCORA...
Sento lontano un rum...
Versi ribelli...
ALLA FINESTRA...
L'odore della pelle...
Città e paesi...
Quattro poesie picco...
Conforto...
La Croce / e SPESA S...
Tutto è bello...
Quattro passi in cro...
Un silenzioso tramon...
Assentarsi....
Il Poeta...
Brescia Mia!...
HAIKU M1...
Dal salotto al soggi...
Verso l'alba...
Sedoka 10...
La Stanza Rossa (per...
1968... l'amore libe...
SUPPLICA A MARIA...
Oppressione...
Un cielo così non è ...
Abbracciami...
PER ASPERA AD ...
Ho fatto un sogno st...
Silenzioso...tempo...
LA NOTTE SVANISCE...
La coccarda tricolor...
ALBA CHIARA...
se tu non ci fossi...
Il figlio della luna...
Grunding...
La veste dell'anima...
…in cerca di titolo...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Bestiario di un corpo

Ho ragni tra i capelli e formiche sulla pelle,
tracciano percorsi invisibili e strade segrete,
gallerie strette e chiuse in se stesse,
che si rincontrano e si divaricano in bivi infiniti.
I ragni tessono le loro ragnatele,
il vento le fa oscillare come spighe al vento
e una folata le spezza:
così crolla una torre,
sulle rovine se ne costruisce un’altra,
una fenice leggera e impalpabile.



Ho le formiche negli occhi e gli scarafaggi sulla pelle,
costruiscono enormi impalcature
che partono dal mento fino alle pupille che,
appesantite da tanto lavoro espellono ciò che non serve, i rifiuti, affinché non intasino i lavori,
e chissà cosa mai i lavori in corso produrranno,
se altre impalcature inutili e tanto inutili come i propri resti.



Ho scarafaggi sulla pelle.
Le dita prudono e fanno male e le unghie fremono,
prese dalla necessità di accumulare qualcosa.
Certamente è effimero ma gli scarafaggi vogliono quello che vogliono, la pelle anche,
e uno scarafaggio
fa quello che deve fare,
accumula resti o pelle o escrementi per placare la smania o almeno provare una sensazione di completezza.



Uno scarafaggio fa quello che uno scarafaggio fa,
come i ragni e le formiche,
per questo ho Ragni nei capelli, Formiche negli occhi e Scarafaggi sulla pelle.



Share |


Poesia scritta il 27/02/2020 - 01:55
Da Viola Veri
Letta n.75 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


Visionaria e surrealista questa entrata, direi anche vicina al "tremens"!

Leo Pardiss 27/02/2020 - 15:21

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?