Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

La bella storia di P...
A mia moglie Gabriel...
Sangue nero...
Batacchio fuor di ca...
GENDAI...
La mia fortuna che a...
Echi...
Per O...
Amilcare il pagliacc...
Senza peli sulla......
BIANCO E NERO...
Il Rimpianto...
ore 12...
Senza fretta...
Cammino sulle nuvole...
VECCHIAIA ADOLESC...
Il pensatore...
Riflessioni di un me...
Gabbie...
Indifferenti...
Sussurrami (ripropos...
Spazi infiniti...
Scarpe di vernice (…...
Nel mio silenzio...
Il Cavallo Romano*...
Sussurri d'amore...
PIOGGIA PIANTO D...
Le Ombre del Bosco M...
RABBIA...
Perle nella rete...
Katauta...
Le bettole...
Mercato rionale...
Dolce presente...
Canale (sottile velo...
La casa abbandonata...
A' MAMMA (festa del...
L'Alpino...
Infinito Silenzio...
E ti ho amata...
Ogni bambino trova i...
FACCE...
Corre il Vento...
CONSAPEVOLEZZA DI...
Fragile...
Andarsene...
Un bocciolo di rosa ...
Il tunnel e il mare...
Cura...
Il movimento dell’ac...
Quando l’ironia fa p...
Di un pensiero antic...
...che adulto non lo...
Riscrivi la storia c...
Cento occhiali...
Agognati silenzi...
Fuga dalla baita...
MAL D’ AMORE...
Di quando viene sera...
CANTO DELLA TERRA...
Come angeli...
Bianco merletto...
Scrittore di strillo...
Meraviglia...
Siamo uniti...
Viaggio di speranza ...
Parole trafugate...
haiku *....
NUCLEUS ACCUMBENS...
Apoteosi di un pensi...
FILOFOBIA...
Sì l'ammore...
QUELLO STRANO MOVIME...
Che paura!...
Ladro di pensieri...
Il dono del cervello...
grigio mela...
L'aria di maggio...
Differente...
La sera...
Su Scrisosciu...
La dimora dell'anima...
Una lettera e un sog...
Siamo tutti migranti...
Bellezza. ...
La partenza...
MIO E’ IL MARE...
Giardinetto...
La grande libertà d\...
Calpestando la mia o...
Taciturna anitra (sc...
Ombra d' anitra (…ho...
Ogi l’è ‘l cumpleann...
Terzo rigo...
Il Capitello...
Verde bottone...
Orologio...
OBLIARE...
Nell\'opificio della...
Finimondi (a tema)...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com

La festa dei papà

Oggi è festa per me.Sono un papà
e naturalmente anche nonno e due volte bisnonno.
Prima che i figli si sposassero in questa giornata
avevo la casa piena di persone ed era una gioia sopportarle tutte.
Ma oggi no.
Sono giunto al capolinea: devo accogliere i miei figli, i miei nipoti, i mariti delle figlie, le mogli dei miei figli; tutti con prole! E chi ha detto che oggi non si fanno più figli, venga un poco a casa mia: della gioia degli auguri s’è persa la goduria. E quando arrivano poi i pronipoti senti: bimbi che fanno la cacca e vanno cambiati, altri che piangono perché vogliono stare in giardino e, infine, immaginate voi: capricci, dita nelle torte, bicchieri frantumati…
E meno male che sono stato previdente ad assumere inservienti per farmi aiutare. Pazienti e professionali sanno come gestire il tutto.
Ho preteso pranzassero con noi allo stesso tavolo. Educati come sono hanno chiesto: a quale dei tre tavoli?
Meno male che non mi chiamo Giuseppe!!!



Share |


Racconto scritto il 19/03/2023 - 12:34
Da Ernesto D’Onise
Letta n.292 volte.
Voto:
su 6 votanti


Commenti


Grazie Paola. In effetti quando è necessario noi ci riuniamo per festeggiare qualche ricorrenza ed ora che sono il più vecchio, ospito a casa mia.

Ernesto D’Onise 30/03/2023 - 22:54

--------------------------------------

Essì mare blu, meglio è sempre la scelta di incontrarsi tutti nelle occasioni festive. Grazie per esserci.

Ernesto D’Onise 20/03/2023 - 10:48

--------------------------------------

L’anziano uomo, come oramai
fa da quasi due decenni, ogni
mattina si reca nell’orto
e con la consuetudinaria procedura
controlla che la zucca non sia vuota.
O il cavolfiore morto.
Saluta sfiorandoli i porri
e si assicura
che abbiano al vento forte
resistito ramati i pomodori, che sian
in buono stato i pisellini e il sedano
non abbia patito le gelate della notte.
Osserva le cipolle rosse
e le zucchine bianche in
quelle ore vuote.
Qualche passo tra i fagioli borlotti,
e gli sfugge un sorriso
destinato forse alle carote.
Col sapore
che lasciano
le cose andate.
Prima di rientrare con il canestrino pieno
per il minestrone della cena, come fa un padre,
si accerta che godano di buona salute le patate.


Mirko D. Mastro 20/03/2023 - 06:05

--------------------------------------

Essì mare blu, meglio è sempre la scelta di incontrarsi tutti nelle occasioni festive. Grazie per esserci.

Ernesto D’Onise 19/03/2023 - 23:09

--------------------------------------

Che meravigliosa confusione! Ma, certamente meglio di una arida solitudine.
Cari saluti!

mare blu 19/03/2023 - 21:06

--------------------------------------

Grazie Maria Luisa per aver sottolineato che effettivamente non avrei nulla per cui lamentarmi: dovrei essere felice del dono che ho avuto dal Signore. Ciao.

Ernesto D’Onise 19/03/2023 - 18:09

--------------------------------------

Grazie Paola. In effetti quando è necessario noi ci riuniamo per festeggiare qualche ricorrenza ed ora che sono il più vecchio, ospito a casa mia.

Ernesto D’Onise 19/03/2023 - 18:03

--------------------------------------

E che beato sia chi può godersi la progenie, ci son persone che il destino crudele gliela ha negata.
Un saluto!

Maria Luisa Bandiera 19/03/2023 - 17:13

--------------------------------------

Bellissima testimonianza, Ernesto e tanti auguri

PAOLA SALZANO 19/03/2023 - 16:49

--------------------------------------

Marina, tutto sommato hai ragione tu.

Ernesto D’Onise 19/03/2023 - 15:06

--------------------------------------

Dai che i bambini sono la gioia della vita, il frutto di ciò che hai seminato.
Goditeli che, come sai, crescono in fretta e poi scappano!
Piacevolissimo scritto, un saluto!

Marina Assanti 19/03/2023 - 14:28

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?