Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Bella dentro...
gelida pioggia...
Persa...
A te che vaghi nell'...
bagnati di lillà...
COS' E' LA VIT...
Il pesciolino e il p...
La vita è negli occh...
Segnali...
Esordire....
Instabilità...
Haiku- l'angoscia so...
LA FEDE...
Prospettiva di un'Es...
Consapevolezza...
Sento il bisogno di ...
Prima di amare...
Un incontro per la v...
Fase di rotazione...
È Natale...
La poesia...
Il Natale che non c’...
Vita...
Vorrei amarti.......
A TE...
Il Paradiso terrestr...
HAIKU N.8...
Ricordo 'a notte...
...scappa fanciulla,...
Dicembre...
La bellezza dei prep...
Ninfea...
CASTELLI DI SAB...
Stella Cadente...
SI L'AMMORE...
Il padre che sta dom...
La piovra...
Anche questa è vita!...
Canto libero...
SOGNI...
Ombre e precipizi...
matto...
Bigliettini...
Il cassetto terzo a ...
QUELLA TUA FOTO...
Vent'anni senza di t...
Per capire chi ti vu...
Ombra...
Un mondo migliore...
Di passaggio...
Dal mio balcone...
Vorrei poter ricorda...
DA SOLI NON SI...
DICEMBRE(acrostico)...
TU LUNA...
Un raggio di luna...
Mendico...
Ritratto...
La bellezza della vi...
Languidamente...
Poesia in Codice Del...
IO CREDO...
Rinunce...
Solo allora...
Il senso della giust...
Soltanto il tuo prof...
INTENSO SENTIMENTO...
Nel mio cassetto mag...
haiku ....non andò p...
La Vela...
Lo stolto pensa di a...
La slealtà non fa ri...
Se ami, lavori e ti ...
Ma giurerei...
Auschwitz 2020...
Il veglio solo...
Donna preziosa...
Tu, sole e luna...
L\'ultimo viaggio...
LO SPAZIO ATTORNO...
Lacrime di stelle...
Non perdonare, figli...
SCELTE DI VITA...
Danziamo?...
TARALLUCCI E VINO...
Luna...
ACQUAZZONE D'ESTATE...
PRINCIPESSA O ...
Solo uomini...
Dialogando presumibi...
Color di mora...
Non sento il battere...
Nuvole...
La mia regina...
Autunno in collina...
NOI...
amore proibito...
Solerte musa...
L'AMORE E' MOLTO DI ...
Di sera...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Bilancio

Verso a fine de sta vita, dice,
se fa ‘n bilancio inder la cervice,
si l’hai trascorsa bene o indegnamente
oppure se a te nun è fregato gnente.
A me nun me ne frega de st’esame
nun fui abilitato a fa l’infame.
Vissi la vita così, come veniva,
core e ragione in alternativa.
Ho fatto anche io er mi peccato,
granne direi, e sempre reiterato.
‘O porto come un peso dentro ar core
ma a di ‘a verità senza dolore.
Vo dico senza alcuna afflizione,
che sto a parlà da fornicazione.
Quanno iniziai ero liceale
si n’ho facevo, me sentivo male,
poi migliorò all’università…
du vorte ar giorno potevano bastà.
Co a moje è ‘n fatto abituale,
co a cammeriera ‘n po’ più eccezionale.
D’a segretaria a l’addetta stampa
dovetti passà nun ce se scampa.
Puro l’edicolante ogni matina
voleva na ripassatina!
Io ce mettevo amore e quarcos’artro,
ma a dire er vero era ‘n disastro !
E si, lo so, so tanti i miei peccati
e nun li ho mai giustificati,
ma io volevo solo fa l’amore,
magari squallido ed anche incolore.
C’ho da pensà su chi ammazza e ‘mbroja,
lassamo sta, me sta a venì ‘na….voja…..



Share |


Poesia scritta il 02/04/2018 - 19:58
Da Nino Curatola
Letta n.156 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?