Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Il colore dei ricord...
La crociera...
Dimmi quanto mi desi...
Un incontro fatale...
Nuovi colori simili ...
Nell'aldilà...
LA TERZA GUERRA MOND...
Sorrido...
Elisir Di Una Madre...
La mia dimora...
Sorridi, credimi e l...
Il messaggero dell'a...
Brividi d'Aprile...
Invisibile senso...
I COLORI DELL' ...
Le lacrime più amare...
Il tempo è denaro...
Gioventù 1968...
Se sei onesto e buon...
La palla lanciata gi...
Scendere...
Un velo sottile...
Il contrasto dei col...
Per...sopravvivere...
Lingue lunghe...
Il violinista...
Com'è difficile.......
Arrivare alle stelle...
Perchè piangi?...
haiku a...
Libertà...
Per Te...
Il Maggiore Lionel W...
Venti di guerra...
La vita come le stag...
Anima e corpo in gin...
GALLI...
Se entri nella mia v...
Argonauti...
SONO UN ANGELO...
Moda...
Il primo amore...
Il forestiero...
Più dai risorse, buo...
Soverchio...
Questo amore impossi...
Distopico...
Mormorio di bandiere...
Le cento candeline...
Come in trincea...
L’immaginario si fon...
Il piacere guasto...
Oltre le rughe...
Ti guardo...
TRAMONTO...
Betelgeuse...
L’Atmosfera misterio...
IL DIALOGO...
Spicchi...
PRIMAVERA COVID...
Lo sgretolarsi di az...
A LUCIANA...
Il colore della giov...
LA MAREA E L' ...
SILENZI...
La sensibilità non è...
Pensieri solitari...
Tutto ciò che viene ...
Composizione n.385...
ACQUA...
Firma...
L'ANGELO...
A Ilaria...
vecchia ferrovia...
Con i suoi colori...
PHARAOH'S CURSE. Man...
Lucrezia e l'amore a...
Solo un sorriso...
Affini son quelle an...
Le quattro stagioni...
Seduta davanti al ma...
IL VENTO...
Mix gastronomico, le...
Nessuno è libero...
Miracolo d\'amore...
incognite...
UNA VOLTA AMOR...
'O panariello...
Pandemia...
L'ultima ladra...
L’altro viaggio 16/1...
IL RIFUGIO...
Ogni cosa che cambia...
Clone...
FLUTTUANDO NEL VENTO...
Ciao...
Annabelle...
Il solitario....
Il piccolo Drago...
IL MISTERO...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com

Il volo

mille ali in tumulto
che piegano il mio collo verso un'alta
cima di azzurro, oltre quegli
stracci di cirri a veli,
suonano e vanno, vanno chissà dove
o tornano
la traiettoria è ad un verso soltanto
e qui sfocia l'idea:
coincide il migrare col rincasare
in un solo eterno ritorno
al cui centro: io
impassibile, inamovibile
arroccato nella speranza,
ma dentro
uno slancio infinito e selvaggio
porto
che rimanda per le tinte
al bosco, alle chiome, al mandorlo
ma il piede è pietra
e le ciglia ormai confuse con le radici
la terra si è fatta fango
e la mano è scivolata
io in basso, a masticar l'erba
Solo la testa rimane puntata dritta
a quello sterno azzurro e stellato:
e ancora continuano a risuonar le ali
passano nelle ore calde, nel mezzodi',
quando il sole si arrottola nel calore
del più limpido giorno
e io me ne sto sfatto col cuore sfitto
a contar fili d'erba colar d'ombre
sul terreno immenso sopra cui mi sdraio
silente e solo,
a parole mute annuncio
il volo che vorrei compiere
e intanto piego il capo a cogliere
un ultimo raggio obliquo
che mi serra gli occhi.


Share |


Poesia scritta il 31/03/2021 - 22:45
Da Matih Bobek
Letta n.38 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?