Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Poeta tra le bombe...
Orvieto...
Quando arriva la not...
Una foglia di artemi...
L\'aurora...
AMARTI...
L'amore non è irrazi...
Pensieri d\\\\\\\'in...
Riflessiobe 11 La so...
Se tramontana soffia...
L'alba insiste...
NON SOLO DIARI...
DOLCE CALORE...
Di 14, 13 e 10 anni...
Fermo immagine...
Pagine nere...
Ricordati di me...
I raggi di sole dei ...
Alla fine è solo un ...
Con me stesso...
Tu Sei Leggenda, Ma ...
Al mondo ci sono cos...
Solo gli stolti fug...
Quale goccia di rugi...
Litorali d'inverno...
Ubriachezze...
La quiete del fondov...
La tempesta perfetta...
Ma basta!...
Ho imparato il futur...
In giorni radiosi...
LA VERA BELLEZZA ...
Gaute da Suta!...
La Strega...
L\'UOMO CHE HA DATO ...
Bucce di aurora...
RONDINE...
Haiku 4...
E così sia...
La morte...
Uno sguardo...
SMART...
Il mio tempo...
INGANNI...
Ricominciare...
A mie spese...
Cuori di cartapesta....
Nell'epoca dell'acce...
Sei la mia ragazza s...
COME VA?...
iIncubi...
SENSO MORALE...
Tuareg...
Sono le 19 di una fr...
Il Mastio...
IL DISUMANO (PERL LA...
Ouverture...
Tornerà a posarsi su...
Artù...
RICORDI NEL CUORE...
IL LUOGO DELL’ ABISS...
Ho creato il tempo...
Echi Lontani...
L'AVVOCATO DEL PARTI...
La Pietra...
Partenze...
Briciole di benevole...
Vita...
ELOGIO ALLA SC...
l\\\\\\\'ornitologo...
L'altra ora...
L'inverno scontento...
2.0...
Siamo a Catania...
cielo d'inverno...
UNA STORIA NUOVA...
Composizione n.447...
Perdonare e' necessa...
Dedica di amore....
L'aria novella...
Storia di una scato...
Mission Impossible? ...
Sguardi...
Simulacri......
MISTERO DELLA V...
Imparare a donare...
Il circo...
Dalla mia casa...
Cuore dalle fattezze...
Il manipolatore affe...
La libertà è un Pont...
Il pianista...
È per te......
Acchiappasogni...
Meriggio d'inverno...
Il mio male il mio b...
Confusione...
IL GIOCO DEL SAPUTEL...
Come gnu nel Nilo...
Tutto il mio tempo...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com



Talvolta in flashback sottintesi

Non ho mai inteso del tutto
nei métro l’esagerata riservatezza
da Parigi a Napoli a Milano
quella che assumono certi
impettiti personaggi
uomini donne persino ragazzini
chiusi in una triste solitudine
con lo sguardo incernierato lontano
teso solo a un cosmetico apparire.


Tu invece con trascurata compitezza
porgendo le terga a una signora âgée
cantavi arie verdiane davanti a me:
"Bella figlia dell’amore
schiavo son dei vezzi tuoi
con un detto un detto sol tu puoi
le mie pene le mie pene consolar..."


Cantavi romanze melodiose
e dal ridere io morivo
all’espressione sui visi dei vicini
che lasciavano i loro sorrisi fuggire
sulle rotaie rumorose
li inabissavano nel buio
immenso e vacuo dei finestrini.




Share |


Opera scritta il 10/01/2022 - 17:24
Da Carla Vercelli
Letta n.235 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti


E' sempre un grande piacere leggerti Carla

Anna Rossi 11/01/2022 - 02:46

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?