Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

CASTELLI DI SAB...
Stella Cadente...
SI L'AMMORE...
Il padre che sta dom...
La piovra...
Anche questa è vita!...
Canto libero...
SOGNI...
Ombre e precipizi...
matto...
Bigliettini...
Il cassetto terzo a ...
QUELLA TUA FOTO...
Vent'anni senza di t...
Per capire chi ti vu...
Ombra...
Un mondo migliore...
Di passaggio...
Dal mio balcone...
Vorrei poter ricorda...
DA SOLI NON SI...
DICEMBRE(acrostico)...
TU LUNA...
Un raggio di luna...
Mendico...
Ritratto...
La bellezza della vi...
Languidamente...
Poesia in Codice Del...
IO CREDO...
Rinunce...
Solo allora...
Il senso della giust...
Soltanto il tuo prof...
INTENSO SENTIMENTO...
Nel mio cassetto mag...
haiku ....non andò p...
La Vela...
Lo stolto pensa di a...
La slealtà non fa ri...
Se ami, lavori e ti ...
Ma giurerei...
Auschwitz 2020...
Il veglio solo...
Donna preziosa...
Tu, sole e luna...
L\'ultimo viaggio...
LO SPAZIO ATTORNO...
Lacrime di stelle...
Non perdonare, figli...
SCELTE DI VITA...
Danziamo?...
TARALLUCCI E VINO...
Luna...
ACQUAZZONE D'ESTATE...
PRINCIPESSA O ...
Solo uomini...
Dialogando presumibi...
Color di mora...
Non sento il battere...
Nuvole...
La mia regina...
Autunno in collina...
NOI...
amore proibito...
Solerte musa...
L'AMORE E' MOLTO DI ...
Di sera...
Armonia e Musica...
HAIKU N.6...
La Marescialla...
e la notte m\'appart...
FIN CHE VERRA' IL MA...
Attimo...
Briciole...
Fino all'ultimo resp...
Canto della Sinfonia...
Un desiderio, è una ...
Bacio e decollo...
MAGNIFICA CREATU...
Erba fresca...
'Stu còre è pazzo...
CHIESI SOLO DI SOGNA...
Sa pattadesa...
la lampada dimentica...
Quando ti guardi...
Ora o mai più...
Il mare è sempre tem...
Me stessa...
Stella polare...
Dall'alto la città...
Membra stanche d'amo...
Lo Scrosciar Di Piog...
PUNTO E VIRGOLA...
SPARSI FRAMMENTI...
MEMORIE D\'ACQUA...
Satisfaction...
A sera...
La Sera...
Nuovo...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

LA Piaggia tra le rocce

La Piaggia tra le rocce


Alla destra del bel lido l eterno. monte
dai pini coverto ,di lungi tra il tremolar della marina il porto ove navigli tiravan
L' ancora.
Temp'era del cancro nel sole , giunto al suo primo mezzo
Oltre, io vedevo i rocciosi appigli
la selva riarsa dalla calura d 'estate.
Tra il baglior dei raggi scintillanti
come gemme intorno ,
ni perdevo in quel loco ,
che dal tempo era difeso.
Rapidi gabbiani sfioravano il pelo
dell 'onde che già bramavan,di veder la riva .
Un uomo coi suoi pensier
li si rallegrava ,
lodava la dolcezza del giorno ,
Lo Sfioravano i profumi del mare .
Li dove cielo e pelago trovano il confine
respirava la brezza gentile .
Era dunque re non v 'era tempesta
che molestava il rifuggio.
Scemavamo una ad una le ore del
giorno.
Sciamavano come farfalle in primavera
I soavi sentimenti che amor governa .
Tra quella sabbia riposa ll cor compunto ,
da cotal piacere ,l' animo non più si spaura,
al calar della notte,ed ogni piacer serra in
sua natura .


Corrado cioci



Share |


Poesia scritta il 19/07/2018 - 11:56
Da corrado cioci
Letta n.58 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?