Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

CASTELLI DI SAB...
Stella Cadente...
SI L'AMMORE...
Il padre che sta dom...
La piovra...
Anche questa è vita!...
Canto libero...
SOGNI...
Ombre e precipizi...
matto...
Bigliettini...
Il cassetto terzo a ...
QUELLA TUA FOTO...
Vent'anni senza di t...
Per capire chi ti vu...
Ombra...
Un mondo migliore...
Di passaggio...
Dal mio balcone...
Vorrei poter ricorda...
DA SOLI NON SI...
DICEMBRE(acrostico)...
TU LUNA...
Un raggio di luna...
Mendico...
Ritratto...
La bellezza della vi...
Languidamente...
Poesia in Codice Del...
IO CREDO...
Rinunce...
Solo allora...
Il senso della giust...
Soltanto il tuo prof...
INTENSO SENTIMENTO...
Nel mio cassetto mag...
haiku ....non andò p...
La Vela...
Lo stolto pensa di a...
La slealtà non fa ri...
Se ami, lavori e ti ...
Ma giurerei...
Auschwitz 2020...
Il veglio solo...
Donna preziosa...
Tu, sole e luna...
L\'ultimo viaggio...
LO SPAZIO ATTORNO...
Lacrime di stelle...
Non perdonare, figli...
SCELTE DI VITA...
Danziamo?...
TARALLUCCI E VINO...
Luna...
ACQUAZZONE D'ESTATE...
PRINCIPESSA O ...
Solo uomini...
Dialogando presumibi...
Color di mora...
Non sento il battere...
Nuvole...
La mia regina...
Autunno in collina...
NOI...
amore proibito...
Solerte musa...
L'AMORE E' MOLTO DI ...
Di sera...
Armonia e Musica...
HAIKU N.6...
La Marescialla...
e la notte m\'appart...
FIN CHE VERRA' IL MA...
Attimo...
Briciole...
Fino all'ultimo resp...
Canto della Sinfonia...
Un desiderio, è una ...
Bacio e decollo...
MAGNIFICA CREATU...
Erba fresca...
'Stu còre è pazzo...
CHIESI SOLO DI SOGNA...
Sa pattadesa...
la lampada dimentica...
Quando ti guardi...
Ora o mai più...
Il mare è sempre tem...
Me stessa...
Stella polare...
Dall'alto la città...
Membra stanche d'amo...
Lo Scrosciar Di Piog...
PUNTO E VIRGOLA...
SPARSI FRAMMENTI...
MEMORIE D\'ACQUA...
Satisfaction...
A sera...
La Sera...
Nuovo...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Suoni dimenticati

Suoni dimenticati tornavan ad riecheggiare
si ripetavan emozioni che cercai di abbandonare
Passi conosciuti mi facevan ribollir lo core
finalmente a cambiar era il mio umore.
Fingendo il nulla sentir
aspettai il suo dolce richiamo
Passi suoi s'avvicinavan sopra il mio capo
finalmente lo mondo mi parea tornar a rotar.
Mai ci fu emozione più gioiosa
d'ascoltar di nuovo lo suo richiamo
e che questi mi faceva tremar.
Ella pronunciò il mio nome abbandonato
ma fingendo incomprensione
finsi di non aver ascoltato
Alzai lo capo emozionato
e rividi di nuovo il suo bianco viso
che si ricostruì nel mio core abbandonato.
Se pur una ciocca gli cadea sul viso
il suo sguardo felice non riuscì a coprir
Rimasi in silenzio guardandola in viso
aspettando che mi svegliassi d'improvviso.


Share |


Poesia scritta il 09/11/2018 - 23:53
Da Inutilis Vir
Letta n.53 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti


Bello il tuo onirico vagare.

santa scardino 12/11/2018 - 14:23

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?