Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

L’interrogativo del ...
BOCCA A BOCCA...
Il mattino...
Prospettiva...
sbarre...
Cerca altrove...
Giorni senza cuore...
PASSERÀ...
Non era il tuo volto...
Scusa lo sfogo...
La risata del picchi...
Il pilota dei sogni...
le violette...
Pescherecci...
Appennino...
Terra...
Miriade di stelle...
AMORE PERDUTO...
Tanka 27...
Lungo una strada pol...
15 febbraio...
DISLESSIA...
Anche i virus hanno ...
COME I CAVOLI A MERE...
Amore unico...
La vita fuori...
Percezione...
Per sempre....
Il nostro amore è fi...
Barzellette in narra...
Bonsai...
RICAMI D'AMORE...
Pozza, anima e nudit...
Te lo dico in poesia...
CHISSÀ...
Il 14 febbraio si fe...
Il bacio del beccacc...
Veramente felice...
Tamburi...
Per te...
Di notte...
Ti conosco...
Provocatorio Dadaism...
IL CAMPO DI GRANO...
Solitario...
La giostra delle fia...
Momenti di vita...
La fine...
Angeli forse...
specchio...
Tempo di mietitura...
Confusione...
Renoir...
Il ballo delle cento...
Un cielo increspato...
Vita...
le persone si conosc...
Brume sparse...
La bellezza...
Sei tu amico mio...
Il mare...
Traccia...
Il cantastorie di fa...
C era in Te...
Confine...
HAIKU A...
D'un tratto (espansi...
Autunno...
Erto e Casso...
Ti chiedo gentilment...
MUOIONO I MARI...
Metafisica...
Pensiero di libertà...
Radente il cielo...
CONTRO CORRENTE...
Sua eccellenza...
parola...
Il tuo motivo...
Sogno d'amore...
Il prato con l\'erba...
COME FARFALLE...
Nell'assenza...
Decisioni difficili ...
La noia...
Sanremo tra cultura ...
Argentum...
Mai stanco della nos...
La prima cosa erano ...
Stupendo n° 2...
IL PENSIONANTE...
Dalla luce alle tene...
Questa disperazione...
NUDE VERITÀ...
L' urlo del mare...
Maschera di coccio...
L'abbraccio di una r...
Di Giallo...
I magnifici sette...
Cambia la forma....
Quattro candeline...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

L’EVOLVERSI DEGLI ARLECCHINI DI LATTA

Quando il vento intraprese
La fredda strada dell’autunno,
Tu serrasti le labbra
E gli occhi
Dall’iride cerulea,
E ti appoggiasti al vecchio albero
Del ciliegio.



Una volta riaperti
Ti apparvero le foglie
Staccatesi appena dai rami
Come un’infinità di origami,
Gli stessi che da bambina
Nei lunghi meriggi di solitudine
Piegavi in una qualsivoglia forma



E sospese nel vuoto
La tenue luce che filtrava dalle nuvole
Non fece abbastanza
Per alleviare il loro tormento
E così il tuo,



Poi decidesti
Prima del suono
Della sirena di mezzogiorno,
Di correre a casa,
Con tutto l’affanno
Di una lacrima
E di una sofferta parola trattenuta,
Per imporre un ultimo addio
Alla tua terra e al ploro dei tuoi cari.



Ora ci sono ancora dei giorni
Dove il mio cuore sanguina
Ripensandoti in un altro continente;
Oltre questo oceano,
Oltre queste montagne,
Oltre questo cielo
Che più riesce a darmi conforto



Share |


Poesia scritta il 21/08/2019 - 01:56
Da Mirko Faes
Letta n.155 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?