Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

I MIEI RAMI...
L'amare e l'amore...
A CHILOMETRO ZERO...
Camminare...
UN CUCCIOLO PER...
Infuria vecchio temp...
LA SMANIA...
Coccodrillo...
E luce fu...
Caro amico di penna....
21 dicembre 2004...
LA MIA TESTA...
Dell'animo di un cig...
La Legna...
Buon compleanno sul ...
Haiku 12...
Vioaciocca...
Inverno...
Ricordo...
Mi piace camminare n...
Se tu non fossi qui...
Volgerò lo sguardo ...
Jack di fiori...
Fram men ti...
Come può l'Essere no...
Mamma mia, Grazie di...
Beethoven...
Il mare e la musica ...
Tu...
HAIKU R...
La panchina...
Tanka 16...
HAIKU N. 17...
Gli aiutanti di Babb...
La prima neve...
È così bello pronunc...
Capitolo Uno...
Non è le parole che ...
Non privarti dei dir...
Poesia...
DIRITTO E BISOGN...
Lasciare qualche tra...
Cala del giglio...
Roccia...
Tanka3...
E' poesia quando l'a...
Curriculì curriculà...
Qualcosa può nascere...
e non entro nel grup...
Quattrocchi...
L\'immagine...
Il peso specifico de...
Come quando d'incant...
L'Italia e L'Europa...
Un tramonto rosso fu...
Nebbia...
Nel vociare di un si...
Decisioni difficili ...
Sulla tela del cielo...
L\' arcobaleno...
Per sempre...
L' ISOLA CHE NON ...
Sapori...
Era tutto così silen...
Trasparenze...
Con Te...
Natale....
Tram...
PULVISCOLO...
Eco...
Frammenti....
IM RISPECCHIAVO DENT...
Il perdono...
Soffio...
21:52...
Gioia...
Conosci te stesso....
Sento il candore del...
A Natale non voglio...
Pezzo unico...
DIMMI CHE...
Come stella per Nata...
L'onda...
sfascio sociale...
E canto...
Se pensi che c’è tem...
FAME D' AMORE...
Ritorno...
Il poeta e il merlo...
Amarti è un piacere...
Fino al crepuscolo...
PET THERAPY...
Sola a Natale...
Tanka 15...
A te...
COME GLI DEI...
Il pupazzo di neve...
Avvento...
Le note filosofiche...
Sedia a rotelle...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Il più grande idiota vivente

Tu dici dopo, sempre dopo
e io vorrei che fosse già oggi
e che fosse anche ieri,
e pure ieri l'altro, e il mese scorso,
e che fosse pure domani,
e il mese seguente, e l'anno prossimo
Che vantaggio trarremo mai
dal rilegarci in un tempo che non ci appartiene
non lo sa nessuno dei due,
così a me non resta che delegare
le responsabilità a un domani
che non diviene mai oggi,
e altrettanto farai tu;
è' un futuro, il nostro, fatto di memoria
sempre in potenza e mai in atto,
ed è labile - lo è sempre più, all'addensarsi
del tuo temporeggiare, e del mio-
abile l'intreccio,
degno del plauso dell' intero ecumene,
Prometti di venire se saprò aspettarti
io ti aspetterò soltanto se verrai
e qui anche: congratulazioni
all'ingegno, all'asimmetria,
davvero, le più sincere congratulazioni,
poi, di fatto, siamo e restiamo digiuni,
tu giri e rigiri come un fiato grave
in cerchio, e intorno, e a largo...
insomma, te ne stai a sommare gli zeri,
tanto al primo bisogno, puntuale,
mi precipiterai dentro,
io be', non mi distinguo certo per acume
aspetto ancora di essere insignito
del premio che mi spetta:
Il più grande idiota vivente.


Share |


Poesia scritta il 01/12/2019 - 21:11
Da Matih Bobek
Letta n.40 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?