Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Forme...
L’autore del tomo- S...
Camouflage...
LA BOMBA DELL'IGNORA...
COZZA...
Andi grori...
Farfallina colorata...
HAIKU C2...
Konnichiwa...
Emozioni...
Granuli...
INCONFONDIBILI...
Parlami ancora...
AMORE PRIGIONIERO...
Il Plagio...
Senza la pace univer...
Il ladro di felicità...
L' INCONTRO...
Solamente attese...
Il tappeto volante...
La Porta Secondaria...
Senza ali...
Haiku n°14...
La poesia ha radici ...
Risvegli...
La fattucchiera...
Abbiamo imposto uno ...
I CANI E GLI ESSERI ...
OGGI SPOSI (juniores...
A26 da Novi Ligure...
Dalle cime alla foce...
Sterpaglie...
I due Dobermann...
LORO...
La mia terra...
ASCOLTA...
Guardo...
21:47...
SOLITUDINE LIBERTA...
Una canzone...
In tema di razzismo:...
Fiore...
Bologna, 2 Agosto 19...
ALLA STAZIONE...
Cammina con le scarp...
I dubbi del poeta...
Piccola lezione di s...
Straniero...
L\'uomo con la valig...
SI TRASFORMA...
Come navi sospese...
Viviana forse...
Amata mia Signora...
Per Lei...che è mort...
NONNA PIA IN CARROZZ...
L’autore del tomo- S...
Verde azzurro mare...
I colori di quel 2 A...
Milonga...
Bologna...
Vorrei esser vento...
Cercando cercando...
LA SUOCERA...
LA RAGAZZA NELLA PIO...
In dissolvenza...
Prendi esempio dalla...
Agosto...
FRAMMENTI DI UN...
Tristezze...
Leggiadra melanconia...
SAI......
Lucciola...
Nina...
Alla roggia...
E25 verso Novi Ligur...
Le barche gialle...
Il ritorno...
Luci sul mare...
Il gioco - parte sec...
fine giugno...
Una vita senza amare...
IL DONO...
Ricambio generaziona...
Ogni Mente a Suo Mod...
Vibranti emozioni...
Rinchiusa...
I giardini di Majore...
Una folata d'oblio...
Foglia unica...
UNCINETTO...
28 luglio...
Non temo la morte pe...
Chimera...
Preserva... emh, pre...
VIAGGIO PER MAR...
A li mortacci...!...
UNA GRANDISSIMA STEL...
La notte dei pensier...
L’autore del tomo- S...
Una voce nel vento...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com

Il mio male il mio bene

Io mi pento
ancor prima d’averlo fatto
il male
già il pensiero mi tortura.


Eh si …
perché al pensiero
io ci arrivo
come tutti quanti gli uomini
con istintiva cattiveria
di cromosomi cellule
e materia.


Poi però
mi arrendo alla coscienza
ai comandamenti
alla famiglia antica
patriarcale
come quando mi diceva:


niente bestemmie
devi obbedire
alla maestra elementare
non devi
ne bere ne fumare.


Alle nove devi rincasare!


Mi ricordo anche d’uno scappellotto
perché il troppo è troppo
e m’ero rotto … quella volta lì
e non avevo torto.


Invece
lo assaporo a tempo scaduto
quando oramai
di gusto organolettico
stantio e avariato
l’hanno buttato in pasto alle iene
il mio bene.



Share |


Poesia scritta il 07/07/2020 - 14:20
Da Francesco Scolaro
Letta n.176 volte.
Voto:
su 5 votanti


Commenti


La trovo originale...e fa riflettere!! Complimenti Francesco

barbara tascone 08/07/2020 - 23:48

--------------------------------------

Molto bella.

Antonio Girardi 08/07/2020 - 09:56

--------------------------------------

riuscire ad esprimere un concetto decantandolo in poesia rispettandone la forma, lo trovo molto interessante, poesia apprezzata.

Maria Luisa Bandiera 08/07/2020 - 08:30

--------------------------------------

Ci si ferma a pensare, mai prima, ma dopo, quando ormai lo sbaglio è stato fatto. Poesia riflessiva, apprezzata e molto piaciuta

MARIA ANGELA CAROSIA 07/07/2020 - 22:45

--------------------------------------

bellissima la prima strofa dove esprimi un bel concetto. Bello anche il resto della poesia. 5*

Alberto Berrone 07/07/2020 - 19:00

--------------------------------------

Ormai è tardi per assaporare il frutto proibito perché il corpo più non mi può accompagnare!
L’educazione composta di troppe proibizioni e che coltiva i sensi di colpa tarpa le ali. Interressante e ben poetizzato il tema proposto.

Anna Maria Foglia 07/07/2020 - 16:49

--------------------------------------

FRANCESCO...Le iene non sono mai sazie. Ogni comportamento ha avuto una ragione d'essere. Anche lo scappellotto doveva servire. E' duro dover accettare ciò che capita ma è il nostro carma.Ciò che ci capita succede al momento e all'ora giusta se non accade è perche non ci spetta. Sono fatalista...la vita ha tante porte che si aprono e si chiudono da sole! Ti auguro sempre la porta giusta. Bella poesia .Ciao poeta

mirella narducci 07/07/2020 - 15:11

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?