Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

concedimi...
Lìombelico del quiet...
L’Eco di Avalon...
Nei miei sogni bambo...
DUE GEMELLI ALLO SBA...
Il cono...
Notte...
LA PIOGGIA...
Un sogno è come perd...
CRASH...
Silenzi diurni, desi...
Opinioni e punti di ...
Il Rimprovero...
A Siciliana...
Terra...
In viaggio...
L'amor proprio...
Il quadro di sughero...
Ricordo di un\'estat...
SCOMPARSI...
Non mi dici...
Antichi ricordi...
Profumo d'amore...
Covid 19...
Frammenti colorati...
PER TE, DONNA! (Poem...
Lascia che sia Estat...
Amore...
Linea rossa 1...
Vecchi ruderi...
A cena con qualche r...
Tutto tace...
PAROLE...
ULTIMO RESPIRO...
Sarà estate...?...
Solitudine...
La notte...
MITOLOGICA EUROPA...
SEDOKA 11...
Ti porto con me ovun...
Attimi...
E nessuno sa dove...
Cara lady del sessan...
Querelle all'italian...
E guardati con accet...
Per Te...
A DIANA...
Come un albero spogl...
L'ATTESA DI UN AMORE...
Inciuci...
FILI TRASPARENTI...
Sono un poeta?...
L’inchiostro è la lu...
Psiche In Tempesta...
HAIKU H2...
La Piazza...
Caffè Florian...
STELLA POLARE...
Falsità spezzate...
RIUSCIRE AD AMAR...
Mare...
REQUIEM...
Sire! (La strega Zar...
Un sasso appena nato...
ESTATE (acrostico)...
Echi e cristalli...
Lo sbruffone...
Al pari delle formic...
Cristalli nell\'anim...
La porta rosa...
L'ISOLA DELLA NUOVA ...
Un Evento Dimenticat...
Orizzonti nuovi...
L'incapace agrimenso...
Naufrago...
Sei qua...
I doni della madre...
Haiku J...
Haiku 8...
Antiche partenze...e...
Mangime per il propr...
NON STUPIRTI...
Notturno cielo blu...
Quando frequentavo l...
Più dell'amore...
IL RITORNO...
L' AMORE NON HA ...
Tattiche di guerra...
Il mondo fuori...
Parlami...
Soffrire invano...
29 GIUGNO...
Cometa...
-...
Ritmo notturno...
Spettri...
La Petunia...
Fiori lungo i sentie...
Prima di andare...
TANKA 14...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com



Regalami un cerchio fatto con un gambo di soffione

Il piccolo principe non è solo un racconto di Antoine de Saint-Exupéry, o il figlio di qualche mese di mia sorella che ho visto solo una volta prima del COVID.
Ho sempre pensato ci fosse qualcosa di triste dentro la poesia. Prima che imparassi a scrivere e diventassi un uomo, prima che tutto questo avesse inizio i tormenti li potevo soffiare via come i fiori di soffione. Come quando credevo che, sussurrandogli un desiderio, una volta liberato quel maledetto sarebbe volato via a realizzarlo.
A te che ti chiedi e non comprendi, o forse sì, perché tutta questa sofferenza dentro l’anima… rispondo che solo, forse, non sono ancora pronto a essere felice. Come quel qualcosa di triste che sta dietro ai soffioni. Fino a quando decidono loro di volare.
Ho iniziato a scrivere questo testo di getto dopo aver letto lo haiku pubblicato ieri da Antonio.
17 maggio 2020, oggi la mia esistenza è un fiore che fa una vita un po’ meno triste. Sono cresciuto come un soffione nelle crepe delle strade, senza avere la terra buona ma ho imparato a venire calpestato e tornare eretto. Non da solo, certo, con l’aiuto di qualche elfo e fata. Così adesso a giorni alterni splendo come un maledetto, perché questa è la mia risposta: fiorire nonostante tutto.


Mi piace pensare che questo poeta
possa cadere in errore, anzi debba
nel raccontare della sua maledizione.
Indosserò la poesia e starò
ad ascoltare il servomuto,
all’ovattarsi d’un soffio ballerò sulle
parole in volo da una bocca di leone.


Intanto tienimi un po’ lì con te, nelle conche rotte del tuo giardino.





Mirko D. Mastro




Share |


Racconto scritto il 30/05/2020 - 17:02
Da Mirko D. Mastro(Poeta)
Letta n.137 volte.
Voto:
su 6 votanti


Commenti


Mi piace molto questo modo di parlare con il tuo alterego indagatore. Complimenti davvero. Ciao

santa scardino 31/05/2020 - 22:07

--------------------------------------

Racconto molto bello scritto con immagini poetiche!Bravo

barbara tascone 31/05/2020 - 15:54

--------------------------------------

Tu Mirko non scrivi con la penna, scrivi con l'anima e non possono che uscire meravigliose immagini.

Antonio Girardi 31/05/2020 - 14:29

--------------------------------------

Sempre pensato, almeno per me è così: la poesia dentro di sé ha sempre qualcosa di triste. Se sto bene e vivo in pienezza mi vengono racconti, nei momenti di tristezza allora può anche farmi visita l'ispirazione per una poesia. Più gli anni passano e più il divario tra racconti( molti) e poesie( poche) si assottiglia. ciao.

Giacomo C. Collins 31/05/2020 - 13:23

--------------------------------------

Difficile per me commentare questo racconto... ho letto con riverenza, cautamente con timore per non invadere un'anima che parla del suo colore! Complimenti Mirko

Margherita Pisano 31/05/2020 - 09:43

--------------------------------------

Dire magnifico racconto scaturito di getto dall'anima è dire poco, trovo il soffione come l'ultimo respiro di un fiore che non aspetta altro che l'aiutante vento gli faccia dono di una spinta per andare lontano e germogliando di nuovo scoprire nuovi lidi per riprendere a sorridere al mondo nel bellissimo giallo del suo fiore.

Maria Luisa Bandiera 31/05/2020 - 09:14

--------------------------------------

La poesia spesso nasce da una qualche delusione, è l’esplosione di uno stato d’animo, può essere una lacrima oppure un sorriso. Mi piace molto il paragone coi semi del soffione dove i tormenti si possono scacciare con un soffio. Buona domenica Mirko

mare blu 31/05/2020 - 06:20

--------------------------------------

I poeti hanno un piccolo dolore, lo donano agli altri così come fai tu, con la bellezza dei tuoi versi!
(hai un filone straordinario!)

Grazia Giuliani 31/05/2020 - 00:05

--------------------------------------

MIRKO...Le poesie più belle sono quelle scritte con le ginocchia sulle pietre, così diceva Alda Merini...la sofferenza è insita nel poeta. Un bel racconto. Notte

mirella narducci 30/05/2020 - 23:27

--------------------------------------

Ci vuole coraggio per essere felici, bisogna diventare liberi e incoscienti. Comunque è vero la poesia ha in se’ qualcosa di triste e molti poeti sono accompagnati dal “mal di vivere”. Mirko è sempre bello dialogare con te.

Anna Maria Foglia 30/05/2020 - 21:29

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?