Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Ode a Cuore di Burro...
Attendo la notte...
Cose così...
Gloria...
COMPLEANNO...
Un gatto in cielo...
LUCERTOLE...
La ragazza che diven...
AMORE MIO...
DOVE NASCE L’ALBA...
L'inconscio, follia,...
Chi è il malvagio?...
Haiku...
La notte dell'uomo...
Senryu nr. 4...
omaggio a san Paolo ...
La carne è fragile...
Verde...
Legami...
Incipit d\'amore...
Haiku'...
IL NOSTRO PARA...
Vita...
L'impulso...
FILASTROCCA IMPROVVI...
MI PIACI...
Nonna sorridi...
L’intero...
PER QUESTO AMORE AMA...
La venditrice d'amor...
Un angelo possiede u...
Le stagioni...
Più avari siamo di m...
SUSSULTI D'AMORE...
Canzone popolare...
Ma che cavolo !...
e non mi sento più s...
Così...
RICORDO UN BAMBINO...
il merlo canterino...
Bellissimo sarà vede...
PARVENZE...
Nel raggio di un sol...
GIALLO...
Una persona che ama ...
haiku - nonostante...
LA SECONDA GIOVINEZZ...
Giugno 2015...
Il gioco a scacchi...
NEL BOSCO...
E' qui la festa?...
PIUMA NEL VENTO...
tempesta...
Solitudine...
IL DUCA ED ISABELLA...
respiro...
sentinella...
L'urlo del silenzio...
BORGO ANTICO...
Il leone e il topo d...
Haiku P...
Si vive per morire...
La notte...
Il castello...
Crepuscolo di giardi...
Due nuvole...
Partire...
Pescatore...
La ritmica del cuore...
Haiku- cip cip.........
È così...
Tutto ha l'anima ,se...
Ciò che è antico non...
Suoni dimenticati...
ANGELO MIO...
Vaneggiare...
Un pò mia madre...
Pace in terra...
Poesia in “Codice Al...
Leziosa beatitudine...
NEI TUOI OCCHI...
Lettera ad un figlio...
SONO COSÌ...
L’intensità Di Un Ab...
Al confine dell'anim...
Prostituta d\\\'alto...
Vivere...
TAPPETO DI FOGLIE...
Ispirazione...
Incompiuto...
Novembre...
Un giorno......
Elogio alla depressi...
GRANDE AMORE...
VERONIKA...
A volte, la perfezio...
ed è rame dai rami...
QUANDO LA VITA VALE ...
Il tempo passa...
La follia...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Trottano o vanno al passo

Trottano o vanno al passo
tra bigie plaghe celesti
nubi maculate e orlate
con bioccoli sfrangiati
già pronte a scaricare
folgori tuoni e diluvi.
Abbattute sete e arsure estive
sbuffi pregni di brume
da zolle e botri s'alzano
al sorgere e calar di luci,
al mugolare di ridesti venti
stormiscono canne barbute
chiome pallide e ramate;
poggioli e finestre si rinchiudono
all'avanzar di inumiditi giorni;
di fiamme e dardi stanco
riposa l'intiepidito sole.
Transumanze. Remigar di stormi
vagar di fucili ad armacollo
lesti a impallinare suidi e alati.
Da ramo al suolo, nei viali
nei boschi e nei giardini,
cadono fronde rogge e brune;
mosti munge il torchio
brulicano su vinacce moscerini;
grembiuli e zaini si affoltano
e si adunano dopo estivi riposi
spauracchi su campi arati vegliano.


Autunno, come puntuale ritorni!
Più senile oggi ti incontro
e la tua evolvente percorro
fra arrivi di caligini e scrosci
i tuoi coristi mesto ascolto!


Primavera dell'inverno
anche tu hai i tuoi frutti:
castagne noci bacche e funghi;
anche tu hai i tuoi fiori:
crisantemi eriche dalie e zinne.


Oh avvento di declini di luce
mistica litania di funeree elegie
epidemia di paniche malinconie
accumuli di verdiccio per il pattume
agonico proscenio di ingiallimenti!


E tra queste foglie accartocciate
che solinghe pendono dai rami
c'è quella della mia brulla vita
che ancor non si stacca e attende
l'estrema e peggiore delle stagioni!



Share |


Poesia scritta il 10/09/2018 - 15:12
Da Angelo Michele Cozza
Letta n.62 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?