Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

i biondi grappoli...
Pensieri d'autunno...
Giugno....
vernice...
Haiku g...
Primo amore...
IL VIAGGIO...
beatlesmania the wor...
Quando la morte verr...
Il motore del mondo...
POESIA ULTIMA...
Giura...
Cogli...
Ovunque ci sei tu...
Sensazione dell'acqu...
Un grande uomo...
Eterea...
Torpiloquio d'ali bi...
Qualche volta...
e la barca......
VORREI TORNARE IN RI...
MENO MALE...
Solo fino alla pross...
COME UN GIRASOLE...
La donna del dipinto...
Silenzio...
Tessitura...
TRISTI PRESAGI...
Siamo sassi lanciati...
Pietre...
LETTERA APERTA A GR...
Temporale estivo...
Mi vesto di te......
Rame invecchiato...
Al mio mare...
Chi vive nella pace ...
INQUIETUDINE...
Essere superficiali ...
La solidarietà femmi...
Cosa ci rende forti?...
SCRUTATORE...
Ascolta la voce dell...
Il sogno e la voce...
Essere gentili col p...
Rovescio...
Istantanee...
Abbracciami...
ARCHI DI PASQUA DI S...
A mia figlia...
L'apparenza inganna...
Goccia di mare...
Zombie...
Per cercare di capir...
HOMO LUDENS...
Nel DNA della pioggi...
La giostra...
Emozioni...
Le donne non sono ba...
Il dono del tempo....
Ancora tra te e me...
EUROPA...
Buttati......
Che voglia......
COME CI CAMBIA L'ATT...
Per caso, il tuo sor...
MIO CARO AMICO CHECC...
Il tuo veloce volo...
AMORE IMPOSSIBILE...
Sogni di gloria...
Come si cambia...
Follia dantesca...
Scrivo poesie per sa...
Placida...
Girandola d'acqua...
Luci sul mare...
un abbraccio che sa ...
Al Volo.......
Dal mare...
È tutto lì. Con chi...
Parliamo di pace...
Il gelo del verno...
IL PRIMO BAGNO...
Gaia...
Marea...
Io e la luna...
Al Mare...
FUGGIAMO O RESTIAMO?...
Con prudenza...
La sorpresa...
In via del Sandalo (...
Mia Signora della Te...
Sei solo...
VILLA DORA PAMPHILIJ...
Non ricordare Non di...
COSA SONO PER ...
La farfalla ( Storia...
Come un'onda...
Arsenica (Logica o p...
AMAREZZA...
Rosa di monte...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Come Ulisse

Che ci sia terra da calpestare o cielo da scrutare,
non sarà mai un viaggio di sola andata
verso destinazioni ultime.
Acqua, quanta acqua... Da soffitti di tempeste
da sentieri di onde, lo sciabordio monotono
la schiuma nella candida scia
la voga battente, le stive vuote.
Percorrere tutte le strade del Mondo
e poi di nuovo a casa;
il respiro nelle vele, il serpeggiare della corrente,
i sogni impigliati tra le bandiere a brandelli.


Non ci sono storie da raccontare,
se il fine ultimo non è la morale.
Sentinella, sentinella... Terra all'orizzonte?
Fiori di corde dall'albero maestro,
foglie di cedro salmastro, nodi di alghe
e remi come radici, senza la certezza di appassire.
Ma naufragare? E' un attimo.
Nel ribollire della corrente, giù è l'abisso
e noi sulla cresta del Tartaro, oltre il limite e il baratro.
Approderai ancora: la sabbia frusciante
la spiaggia deserta, il falò. E poi dormire.


Non ci sono orizzonti da raggiungere,
se non si hanno mete da lasciare indietro.
L'ancora incagliata, gli ormeggi divelti
vanità e pentimento, ma non stiamo fuggendo.
Quanto dovrò navigare, prima di accorgermi
di aver smarrito la rotta e il ritorno?
Non ci sarà stella polare o costellazione
ad indicare la via e poi la terra inerte:
non alle montagne, i fiumi e le radure
ma rocce aguzze sui frangenti e gli scogli taglienti.
Non so dove scappare, ma so dove lasciarmi soffiare.



Share |


Poesia scritta il 04/10/2018 - 20:28
Da Black Wolf
Letta n.228 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?