Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Implacabile divenire...
Poesia in “Codice Be...
Una lacrima sul viso...
Serenata d'inverno...
Non c'è...
Vento...
Ode a Cuore di Burro...
Attendo la notte...
Cose così...
Gloria...
COMPLEANNO...
Un gatto in cielo...
LUCERTOLE...
La ragazza che diven...
AMORE MIO...
DOVE NASCE L’ALBA...
L'inconscio, follia,...
Chi è il malvagio?...
Haiku...
La notte dell'uomo...
Senryu nr. 4...
omaggio a san Paolo ...
La carne è fragile...
Verde...
Legami...
Incipit d\'amore...
Haiku'...
IL NOSTRO PARA...
Vita...
L'impulso...
FILASTROCCA IMPROVVI...
MI PIACI...
Nonna sorridi...
L’intero...
PER QUESTO AMORE AMA...
La venditrice d'amor...
Un angelo possiede u...
Le stagioni...
Più avari siamo di m...
SUSSULTI D'AMORE...
Canzone popolare...
Ma che cavolo !...
e non mi sento più s...
Così...
RICORDO UN BAMBINO...
il merlo canterino...
Bellissimo sarà vede...
PARVENZE...
Nel raggio di un sol...
GIALLO...
Una persona che ama ...
haiku - nonostante...
LA SECONDA GIOVINEZZ...
Giugno 2015...
Il gioco a scacchi...
NEL BOSCO...
E' qui la festa?...
PIUMA NEL VENTO...
tempesta...
Solitudine...
IL DUCA ED ISABELLA...
respiro...
sentinella...
L'urlo del silenzio...
BORGO ANTICO...
Il leone e il topo d...
Haiku P...
Si vive per morire...
La notte...
Il castello...
Crepuscolo di giardi...
Due nuvole...
Partire...
Pescatore...
La ritmica del cuore...
Haiku- cip cip.........
È così...
Tutto ha l'anima ,se...
Ciò che è antico non...
Suoni dimenticati...
ANGELO MIO...
Vaneggiare...
Un pò mia madre...
Pace in terra...
Poesia in “Codice Al...
Leziosa beatitudine...
NEI TUOI OCCHI...
Lettera ad un figlio...
SONO COSÌ...
L’intensità Di Un Ab...
Al confine dell'anim...
Prostituta d\\\'alto...
Vivere...
TAPPETO DI FOGLIE...
Ispirazione...
Incompiuto...
Novembre...
Un giorno......
Elogio alla depressi...
GRANDE AMORE...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Con le foglie morte

Nessun dolore
può renderci felici
nessuna festa può
regalare serenità
In certe sere ti vien
da piangere tanto che
vivi perchè senti
ma non perchè vorresti
Se un rumore fastidioso
penetra in un taglio profondo
spegnilo, fra il canto di quelle grida
e nubi assassine di ciò che è rimasto
impigliato alle reti dove molti pesci
intrappolati chiamano un'alba
ai lati di una vecchia barriera corallina
Senti l'avanzare dell'età e domandandoti
dov'è una soluzione ti spegni
con i fari che ti abbagliano
Esci e mille volte ti chiedi
che non sai se cadere oppure lasciare
quell'ormeggio di un punto morto
come il cielo di novembre, con le foglie morte


Share |


Poesia scritta il 06/11/2018 - 16:10
Da MARIA ANGELA CAROSIA
Letta n.64 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti


Sensazioni dolorose sgorgano da tagli profondi, difficili a rimarginarsi.
Riflessiva e poco propensa a rifuggire da ricordi per niente sereni.
Molto bella.

Francesco Soda 08/11/2018 - 08:53

--------------------------------------

Bella e malinconica

Mary L 07/11/2018 - 19:28

--------------------------------------

Una poesia nostalgica, con una chiusa che arriva dritta al cuore...
Complimenti, Maria Angela

PAOLA SALZANO 07/11/2018 - 18:54

--------------------------------------

Bellissima, malinconica...
grazie

Grazia Giuliani 06/11/2018 - 20:59

--------------------------------------

Complimenti !!!

Angela Randisi 06/11/2018 - 20:20

--------------------------------------

malinconica
ma molto bella

laisa azzurra 06/11/2018 - 20:00

--------------------------------------

con una strana intonazione particolare vengono giù dolcemente! e tue poesie
la leggerezza grazia del tuo dono della rima triste che nel mio cuore arriva .

Francesco Cau 06/11/2018 - 18:19

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?