Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Implacabile divenire...
Poesia in “Codice Be...
Una lacrima sul viso...
Serenata d'inverno...
Non c'è...
Vento...
Ode a Cuore di Burro...
Attendo la notte...
Cose così...
Gloria...
COMPLEANNO...
Un gatto in cielo...
LUCERTOLE...
La ragazza che diven...
AMORE MIO...
DOVE NASCE L’ALBA...
L'inconscio, follia,...
Chi è il malvagio?...
Haiku...
La notte dell'uomo...
Senryu nr. 4...
omaggio a san Paolo ...
La carne è fragile...
Verde...
Legami...
Incipit d\'amore...
Haiku'...
IL NOSTRO PARA...
Vita...
L'impulso...
FILASTROCCA IMPROVVI...
MI PIACI...
Nonna sorridi...
L’intero...
PER QUESTO AMORE AMA...
La venditrice d'amor...
Un angelo possiede u...
Le stagioni...
Più avari siamo di m...
SUSSULTI D'AMORE...
Canzone popolare...
Ma che cavolo !...
e non mi sento più s...
Così...
RICORDO UN BAMBINO...
il merlo canterino...
Bellissimo sarà vede...
PARVENZE...
Nel raggio di un sol...
GIALLO...
Una persona che ama ...
haiku - nonostante...
LA SECONDA GIOVINEZZ...
Giugno 2015...
Il gioco a scacchi...
NEL BOSCO...
E' qui la festa?...
PIUMA NEL VENTO...
tempesta...
Solitudine...
IL DUCA ED ISABELLA...
respiro...
sentinella...
L'urlo del silenzio...
BORGO ANTICO...
Il leone e il topo d...
Haiku P...
Si vive per morire...
La notte...
Il castello...
Crepuscolo di giardi...
Due nuvole...
Partire...
Pescatore...
La ritmica del cuore...
Haiku- cip cip.........
È così...
Tutto ha l'anima ,se...
Ciò che è antico non...
Suoni dimenticati...
ANGELO MIO...
Vaneggiare...
Un pò mia madre...
Pace in terra...
Poesia in “Codice Al...
Leziosa beatitudine...
NEI TUOI OCCHI...
Lettera ad un figlio...
SONO COSÌ...
L’intensità Di Un Ab...
Al confine dell'anim...
Prostituta d\\\'alto...
Vivere...
TAPPETO DI FOGLIE...
Ispirazione...
Incompiuto...
Novembre...
Un giorno......
Elogio alla depressi...
GRANDE AMORE...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



L'IDENTITÀ

Tra reale e
digitale … una vita riflessa,
come dei gabbiani smarriti in un
mare in tempesta; loro configurano
solo uno scenario mobile, i primi a
soccombere sono l'identità più
deboli.


Pensiero che va
su quelle vetrine con marchi
commerciali, le piccole aziende
locali non possono essere mai più
competitivi; loro finiscono di vivere,
non per incapacità di produrre o
di creare.


Tra gli effetti più
deleteri fu la globalizzazione,
che è una delle cause di crisi
che continua a deprimere; non
esistono più culture, che non
sono indicate da quelle
digitali.


È l’identità la vera
vittima in una cultura popolare,
che fa sparire … l'uomo saggio per
governare; la deduzione più grave,
rimane la distruzione di quella vera
concentrazione; pilastro del nostro
paradigma culturale.


È pacifico ed
essenziale che si cerchi una
base comune, di vera convivenza
sociale; dimenticare chi siamo, è il
rischio che corriamo; è possibile
solo, se si perde il contatto con
l'identità del ruolo.



Share |


Poesia scritta il 08/11/2018 - 10:11
Da Gaetano Lentini
Letta n.48 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti


Veramente bella

Barbara Lai 09/11/2018 - 13:27

--------------------------------------

BELLA

gcr poeta lupo dell'amiata 08/11/2018 - 18:13

--------------------------------------

Bella e veritiera...
siamo sempre più omologati.

Grazia Giuliani 08/11/2018 - 17:44

--------------------------------------

Molto bella davvero.

Antonio Girardi 08/11/2018 - 15:25

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?