Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Lettera ad un immens...
Un diverso atteggiam...
Una rosa di notte...
Haiku 9...
Non so se sia giusto...
LETTERA A MIA MAMMA...
A quest’ora le nuvol...
E poi cadi......
L’occhio Destro....
RICORDO DEL PRIM...
Fiume...
GIORNO NEBULOSO...
Messaggio in bottigl...
PER TE...
COSA C'È...
EUROPA...
La notte alle porte...
Un bambino mai nato...
Scrivere dislessico...
PORTAMI NEL TUO MON...
Le parole che.mancan...
Quand\'è che riuscia...
A mia madre...
PRIMAVERA...
Svanisci...
Ics...
Lacrime di nostalgia...
Come stai...
Come volevi tu...
PREGHIERA DI UN BAMB...
Duetto verde bottigl...
DIMMI...
L’importante è esser...
Non dimenticarmi...
BAGNO A MEZZANOTTE...
ARMIAMOCI DI AU...
Haiku 3...
Impara a respirare...
LA TRAGEDIA DELLA VI...
tramonto di maggio...
Cap 4. I Delitti Del...
TU LA CHIAMAVI MAMMA...
Sei tu soltanto...
IL suonatore di seni...
Scomparsi...
Giorni amari...
Realtà Surreale...
Chi sono?...
Lontano è qui?...
Stella Regina (filas...
Bali...
SE POI ANCHE IL CIEL...
Libertà e finzione...
Addio...
Tu che vivi nell'ing...
Sto bene...
Nel segno del cancro...
Universo...
Haiku L...
C'era una volta......
Il volo del Gabbiano...
Tra cento anni…...
Febbre...
Primavera montana...
Haiku c...
ASPETTARE...UN ABI...
Ritratto...
I commensali...
La voce del silenzio...
La burba...
Portami dove sei fel...
Senza timore...
VITA DA NONNO...
Haiku 6...
Il mugnaio...
ANIMA NUDA...
...di lei con me...
Nonostante tutto...
IL CUORE DEL RE...
Manca...
Nessun verbo...
Se la passione è il ...
In immensità di sogn...
a giovanni falcone...
VORREI PARLARTI...
Due vecchie amiche...
Il volto di mia madr...
COME SPIGA...
Cresce bene il bambi...
Di te...
Solo un sorriso...
LA REGINA MORGANA...
Temo la morte come l...
Chiesetta di San Gio...
…...
MAMMA...
Cent'anni di solitud...
Sicurezze...
Il cacciatore...
fibromialgia...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Nuovo

Si posa
a portare morbido
Il Silenzio.
É freddo gentile
di una pagina bianca
che aspetta il calore
del palmo che scrive.
bramoso di far sua
sublime purezza.
Al pari scende
la neve questa sera.
Viene a far
bianco
e a capo.
Ora é mondo nuovo
che penso e invento.
Sbiadite le voci
dei cortili
e
della strada
fanno eco
a dolce nuovo inizio.
Di festa
fan pieno
il respiro e lo sguardo
le luci che
tolgono la notte
dalle care colline
vestite
da giovani spose.
Ai loro piedi
L'legante ulivo
peso al gelido
riposa.
Si burla a giocar
di candido muro
la regolare siepe.
Veste strana
ora
la secolare querce.
Rompe incanto del
fermato tempo
lo scorrere a valle
del torrente che
a maschera
sfugge e
nitido disegna
Il correre dell'acqua
al centro di brevi
lembi di terra.


Share |


Poesia scritta il 01/12/2018 - 22:31
Da Piccolo Fiore
Letta n.172 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


La trovo...magica
Splendidamente, magica

laisa azzurra 03/12/2018 - 13:10

--------------------------------------

Il silenzio dell'inverno e il suo spettacolo invadono questi versi e rende la poesia molto delicata!

Ilaria Romiti 02/12/2018 - 18:50

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?