Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Ti ascolto...
A settembre...
Haiku t...
Dipinto di uomo con ...
Una carezza sul viso...
La cura...
Un suono non odo...
Nuvoletta rosa...
Il nipote del vecchi...
1 sett 1939 2 sett ...
Il lento gocciolio d...
Leitmotiv del mio l'...
INVITO ALLA VITA...
licantropi,lupi mann...
La Coccinella Rossa....
A VOLTE E' IL...
SENTORE D'AUTUNNO...
haiku 6...
Bucolico romano...
Tenera Frida...
Lo sguardo di un bim...
Sensazioni 6...
Incorrisposto...
La MIA ESTATE...
FONDALI OCEANICI...
È tutto un click...
La credenza guida il...
Un Libro...
E se pur per errore...
Il seguito...
Per qualche malintes...
Haiku 13...
Particolarmente...
Versi decrescenti...
Oltre il tramonto...
Contorni sbiaditi...
LIBELLULA...
L'ultimo ballo...
Haiku s...
Amicizia...
Tutto Finto...
I RICORDI...
La Verità...
Cinema IRIS...
Tanka1...
La paura è un meccan...
SETTEMBRE...
A qualcuno piace ton...
La Notte scende sul ...
HAIKU N. 13...
Il rumore della piog...
Soffio...
Sensazioni 5...
Manca coraggio...
Musa 2...
Non avrei potuto...
l\'errore...
Il primo bacio...
Tradire...
SONO STATA...
Il recapito...
l'embrione dell'amor...
Se fossi vento...
ITALIA BELLA...
un gatto randagio...
HAIKU F...
Ascolta il vento...
Dialogato...
Haiku n°8...
Pianura...
Figlio/a...
Voglio raccontarti...
NEL SOLE AL TRAMONTO...
Caramelle. Alcune...
AMAMI...
Fiume...
L’ignoto sporge alla...
Stagno...
Il Potere della Real...
Feto non fummo per v...
SULLE ORME DE...
Silenzi...
La mia Anima è circa...
Lo spaventapasseri...
Non ho paura del bui...
Gli insaziabili...
E io...
Betulle...
Alfabeto...
LA FINE DELL\'ESTATE...
forse lei voleva las...
Chissà se un giorno...
Caffè amaro...
Vita più dolce...
STORIE DI CIELI E DI...
La D è la B di bandi...
A casaccio...
Settembre...
Jean, il pittore...
Creazione...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



Apice

Città fantasma.
Girando per le vie
con un po' di fantasia,
sembra di vedere
vecchie case d’Andalusia
diroccate dagli annali
incroci di strade bifocali.
Case di pietra
levigate dal tempo...
Abbandonate in un momento,
perché la terra tremo,
con tradimento.
Dove ci sono ancora
messaggi di vita
di una gatta lì in cinta.
Un cinquecento
sotto un tetto diroccato.
Un bar con l’antico banco
nessun cliente li e ritornato.
Girano voci e racconti
ricordando i vecchi borghi
disertati dai terremoti.
Non ci sono abitanti,
esiliati come fanti
che lasciarono le trincee
perché non ci furono
ne guerre n'è frontiere.
Una Pompei moderna
che rivide la stessa scena
di un viaggio fuori porta...
Ma il fantasma forse cera
Che suona la campana
nella chiesa non più cristiana.


Share |


Poesia scritta il 05/06/2019 - 22:45
Da Francesco Cau
Letta n.162 volte.
Voto:
su 3 votanti


Commenti


Ottima descrizione

Mirko (MastroPoeta) 07/06/2019 - 15:47

--------------------------------------

...peccato per la Chiesa
Ma tu, sempre bravo

laisa azzurra 07/06/2019 - 13:36

--------------------------------------


Francesco Cau 07/06/2019 - 09:35

--------------------------------------

Mi sembrava di essere al tuo fianco mentre giravi tra i ruderi di quello che doveva essere un bellissimo borgo di cui tutta l'Italia si vanta! Bella.

santa scardino 07/06/2019 - 08:28

--------------------------------------

Molto bella!

Maria Isabel Mendez 06/06/2019 - 15:15

--------------------------------------

Bellissima, poesia sui borghi dell'Andalusia.Bravo. Ciao

giovanni benvenuto vavassori 06/06/2019 - 12:53

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?