Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

UN SOLO MINUTO...
PONTE...
Certo il male è fort...
souvenir d'un amore ...
Che nasca una speran...
IL CUORE LO SA...
Il mercataro intelli...
ILLUSIONE...
Astro...
TI HO VISTA...
C'è un profumo che t...
Ho rimboccato le cop...
Assorto e silente...
Un fruscio nel vento...
vorrei che fosse un ...
FOLGORI D'AGOSTO...
Solitudine...
14-08...
Può succedere di tut...
Sorridi,anche con i ...
Chesta è 'a vita......
Riccio dorato...
i luoghi persi...
Preghiera...
La mia piesia...
Se alzi gli occhi al...
Risposta esatta...
E poi la notte...
C...
Non ti mancherà semp...
Ti perderò ancora...
Per non dimenticare...
caricaaat ... fuoco...
Anima antica...
La musica che non c'...
IL TEMPO...
Occhi blu...
HAIKU I...
ciao nadia...
La forza della gioia...
LA FINE DEL MONDO...
Haiku q...
La notte rosa...
Il pinguino...
casa paterna...
Con delicatezza. No...
TENTAZIONE...
haiku n°4...
senryu 4...
Soltanto il vento...
Impressionante, davv...
PRECETTI DI SAGGEZZA...
MANICOMIO ITALIANO. ...
L’era dei Radical sc...
Sogno di un antico p...
Sensazioni 4...
È la notte...
Vento d'antico...
Quanto spazio nella ...
Highlander...
Dono divino...
Giorni sospesi...
come la brace...
I poeti li riconosci...
Bambina infibulata...
Spettatori e Attori...
L'infinito dell'ani...
Anch'io e le stelle...
Sei una follia...
MEDITERRANEO E BASTA...
Mutare dormendo...
-Iride-...
È l'oblio...
Mi parla la notte...
visioni future...
San Lorenzo (Maggior...
Mattino d'estate...
HAIKU N. 12...
IN TUTTO...
A soqquadro...
Montagna: è l'auda...
L'eco (grafia) dell'...
Crepuscolo...
Impossibile tornare...
Aspetterò...
Adolescenza...
Alte...
Mentre sei via...
Tanka (X Agosto)...
LIBRI TRA I FIORI...
Haiku 12...
Il barcaiolo...
Pomeriggio di primav...
Arcadia...
Non è possibile che ...
Ogni volta che muore...
Se hai candore e pur...
Tacere al sole...
IL VIAGGIATORE...
Notturna armonia...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



IL GRUPPO BASE

Dal rapporto che si
creava tra genitori e figli, quest’ultimo
si è modificato tanto nel corso degli anni:
il termine più corretto per indicare questa
situazione, si sviluppa ma sempre si
divide


il gruppo base
che costituisce ogni società era
la famiglia, formata da più persone
unite da legami sempre di più con
consanguineità che era una vera
meraviglia.


Dominata dalla ferrea
disciplina del padre, e sostenuta
dalla madre; serviva a proteggere e
sostentare i figli, reprimerli e punirli;
loro ai genitori suoi, alcuni davano
il voi.


Nelle famiglie povere,
lavoravano le donne; andavano a
raccogliere le ulive o l’uva, per quel
giorno il pane c'era; nella serenità si
viveva sempre, la carne si usava
raramente.


L’arrivo del nuovo
anno, si giocava a carte o a tombola
non c'era un guadagno; si utilizzavano
fagioli o ceci per segnare i numeri con
gioia, nel carnevale momenti di balli
senza noia.


La Pasqua era per la
famiglia momenti di luce, la cellula
fondamentale per la casa costruita sul
sacrificio di quella croce; quella verità
della fede, non faceva vivere mai nella
disperazione.


Nella famiglia
antica, il padre era l'uomo di fatica;
gestiva l’area … dell’autorità, la madre
quella dell’affettività; al padre spettava
il lavoro fuori casa, alla donna tutto il
resto più qualcosa.


La famiglia sana,
sul rispetto reciproco e sulla stima si
basava; coesa e molto più unita, nella
gestione della casa; per i lavori domestici,
era poco dignitoso farli fare al marito o
ai figli maschi.


La preparazione del
pane che offrivano momenti di festa e
di conversazione, il tutto si è perso con
l’avvento della società industriale; per il
lavoro se si può trovare, o si pensa ad
emigrare.



Share |


Poesia scritta il 16/07/2019 - 22:24
Da Gaetano Lentini
Letta n.50 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?