Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

strofinano lenzuola...
Mille giorni di te e...
renga (a catena)...
Domenica mattina...
In giorno da dimenti...
Auto-racconto...
Vigili anni 60...
ANGELI...
Libera...
los angeles the nigh...
Mentre l’afa della n...
Promesse...
COLORI...
Sfumature...
Al primo incontro...
Derubricando...
L'ETNA È UNA CREATUR...
Ridi e piangi...
Forse quel posto è l...
L'incertezza...
Fischia la vaporiera...
Solo l'essenza...
L'amore cos'è...
PICCOLO ANGELO E MOR...
Viste dall'alto le c...
Dolce incanto...
Mi chiamo Maria...
Nello sguardo della ...
Prelude...
Il dolore che non vi...
Chimere...
Amore...
La Piscina sulla Col...
Un uomo era disteso...
Il coraggio di guard...
In quella notte...
La folla...
Insonne...
Il tempo e le Rose...
Addio rondini...
LA FRAGILE FO...
Asia...
NON PUOI...
Notti calde d'estate...
Sera su Poliscia...
Corre invano la mia ...
Divenire rugiada...
A MIO PADRE...
La vita e la nuvola ...
NONNA LUCIA...
Bolle......
ODE AL BIKINI...
Il mare...
Tulipano...
Alle amiche...
L’EVOLVERSI DEGLI AR...
La cura...
Lascerei...
Gli errori più gross...
Melodia...
Abuso...
Notte d'Inverno...
L\\\\\\\'anima delle...
La notte...
su selvaggi temporal...
Trenino verde...
Na jurnata cu ' tte...
Triangolo...
Tay Mahal...
HAIKU II...
Haiku n°5...
VITA AMARA...
My dear Perugia....
IL CAFFE\'...
Ricordi...
Quando potremo di nu...
Manicomio...
A bocca piena...
Aspetterò il tramont...
Mi piace pensare che...
PREGHIERA...
Nostalgia della nott...
CORLETO PERTICARA...
Ho visto i tuoi occh...
Il respiro del mare...
Pioggia...
Niente potrà...
L’ECO E LA LUCE...
Nadia...
La notte fa paura...
Settembre...
Parte di me...
Profugo...
UN SOLO MINUTO...
PONTE...
souvenir d'un amore ...
Che nasca una speran...
IL CUORE LO SA...
Il mercataro intelli...
ILLUSIONE...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



Il ciocco del bosco bruciato

Camminando per il bosco
ogni cosa al suo posto
m'imbattei una radice
che fu di buon auspice.
Un tronco apparentemente morto
era lì, in bellavista
e per questo,
scolpendolo divenni artista.
C'era venatura in quantità,
le scorgevo qui e là
e io intagliavo qua e là.
Gioii alla vista di tutti quei piallacci
che rubacchiai come petali d'amore,
pur non sapendo in verità,
cosa significava quell'atto là
ma la scultura nascerà.
Fui condannato, mio malgrado,
a scavare verso il tempo
ma gli occhi ebbero gradimento.
E della cattiva o buona sorte
presi pure un consorte,
la mia vita divenne arte,
perché artisti un po' si nasce,
ma mai misi da parte.


Share |


Poesia scritta il 07/08/2019 - 20:43
Da Francesco Cau
Letta n.143 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


Si Graziella bellissimo sensazione unica,

Francesco Cau 08/08/2019 - 20:49

--------------------------------------

Penso sia stupendo scoprire cosa custodisce un semplice ciocco con la maestria dello scultore.Bella

Graziella Silvestri 08/08/2019 - 18:04

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?