Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Camelia...
Consumato in segreto...
La bambina al balcon...
Credevano di poterla...
Al vostro fianco...
In questo mondo così...
Il venditore di oliv...
GOCCE D'AMORE...
SOGNO O REALTA'...
L'oblio non si dimen...
Ancora bianchi e ner...
A ME RITORNO...
Sconfiggere il passa...
Vento del nord....
Lapislazzuli...
Calore...
Vecchio...
Tanka n. 12 inedito...
Per voler destino...
Decisioni difficili ...
L' ABISSO DEL LING...
L'EDICOLA...
Piante...
Nel mio sangue scorr...
Bianco gabbiano...
Paturnie e piaceri...
Uno sguardo luminoso...
Giulia e il ricordo ...
Angeli in prova...
Sorelle...
IO IL SOLE E TU LA L...
Ci sono parole che ...
Quando nel cielo non...
Confuso (mi innervo,...
Il dubbio...
Ansia sociale...
Memoria...
Il colore dei ricord...
ti lascerò andare...
Auschwitz 1943...
PENSIERI...
Il segno...
Haiku19...
Sentirsi soli...
finestra...
Dal buio alla luce...
Il Sole...
Il giorno della memo...
Di Luna, e del suo a...
Io, la Valle e Trism...
Amarti tutta la vita...
solo un cantastorie...
RESILIENZA...
Sant'Ambrogio 2020...
Dachau...
Echi nel vento...
HAIKU Z...
Favola sotto il ciel...
San Silvestro...
Un giorno come tanti...
la spalla...
Vinca il migliore?...
Storia di una badant...
Il suono dei mostri...
Sorriso di stelle...
Sentirti...
Stagno...
Il pettirosso...
Chi salva...
Da Epigrammi Notturn...
Come hai potuto (ded...
Haiku n° 12...
Lo spettacolo più be...
Minimalismo siamese....
SEMBRA IERI...
Piccole Ali...
Che possa toccare un...
FINE DI UN AMO...
Non umana...
Portami via...
Notevole...
Dedicata a Grazia Gi...
Metamorfosi...
La ragazza delle mil...
E' quando aspetti un...
Farfalla....
ANCORA ACCANTO A ME...
Sonno...
Storia di una badant...
La collezionista...
Si dice...
Stanca serata...
Nuvole e Gabbiani...
Andiamo avanti così...
Igor Michail...
Dell’inviolabilità d...
Canto del dove i sen...
Dammi...
In tempo di guerra...
Trilussa...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



Il ciocco del bosco bruciato

Camminando per il bosco
ogni cosa al suo posto
m'imbattei una radice
che fu di buon auspice.
Un tronco apparentemente morto
era lì, in bellavista
e per questo,
scolpendolo divenni artista.
C'era venatura in quantità,
le scorgevo qui e là
e io intagliavo qua e là.
Gioii alla vista di tutti quei piallacci
che rubacchiai come petali d'amore,
pur non sapendo in verità,
cosa significava quell'atto là
ma la scultura nascerà.
Fui condannato, mio malgrado,
a scavare verso il tempo
ma gli occhi ebbero gradimento.
E della cattiva o buona sorte
presi pure un consorte,
la mia vita divenne arte,
perché artisti un po' si nasce,
ma mai misi da parte.


Share |


Poesia scritta il 07/08/2019 - 20:43
Da Francesco Cau
Letta n.223 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


Si Graziella bellissimo sensazione unica,

Francesco Cau 08/08/2019 - 20:49

--------------------------------------

Penso sia stupendo scoprire cosa custodisce un semplice ciocco con la maestria dello scultore.Bella

Graziella Silvestri 08/08/2019 - 18:04

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?