Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Cresco...
Il Dubbio...
Questa notte...
Nonostante tutto...
Sono figlio di una p...
Nuovo infinito...
AI MIEI FIGLI... ...
Terra di nessuno...
Ancora oggi siamo....
ERN-RUBR2...
La Magia d'un tempo...
Diamanti...
L'OMBRA DEL PASSATO...
Il messaggio di Pasq...
la lunga strada per ...
A piedi nudi...
Storia di una badant...
A MIO PADRE...
Dedica...
Il bambino prodigio...
Siamo diversi per l...
Via del Sito...
L’identità...
L'inferno è sulla te...
I giovani e la crisi...
MILLE FORME...
HAIKU V...
Di quel sentire come...
Destino DiVino...
Il riflesso...
IL MONDO MUORE...
Se volessi dar credi...
Strofinaccio...
ERN-RUBR...
La quercia caduta d...
TORTA SOFFICE PALPIT...
Certi giorni d'inver...
Smile...
Fragranza di te...
Hai trovato una vecc...
Seta e profumi...
come......
Libertà...
Vivaddio...
Il vecchio porto...
Si fa giorno...
Tanka 24...
Semplici....
Estraniamento...
Stelle...
DAMMI IL TEMPO MADRE...
SOGNANDO L' AMORE...
IL NATALE...
Così ti guardo…...
Quello scatto che fe...
L' analista...
ANNI RUGGENTI...
Le note del cuore...
Dedicato a GRP...
orme...
I miei Sogni...
FIORE APPASSITO...
Sul margine del mare...
Maestri...
LA MIA STAGIONE...
Emozioni...
IN ATTESA DEL MUSICI...
Oltrepassa la mia so...
Sensi...
le due foto di papà...
SOGNANDO CON LA MAMM...
Sarebbe bello......
Appresso alla notte...
Poi la luna...
Acrostico - Impronte...
L'evoluzione della v...
Donna...
Monti Sibillini...
Furore...
Antiquariato...
DESTINO SENZA FACCIA...
L' ABITUDINE...
Dove io finalmente a...
Bambù...
... così ti guardo...
La poesia e' un seme...
La poesia che ha la ...
Sua Maestà...
tempo effimero...
Gusci...
Quel tuo profumo...
meteo (previsioni)...
Decisioni difficili ...
Assisi...
Altri gabbiani...
Vivere...
Come spiragli...
haiku 39...
Lascia mi andare...
Acqua...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Il barcaiolo

Il barcaiolo


Va il piccolo naviglio sul mar in burrasca,
preme e spera i marosi sfidar.
Legno leggero su livida acqua,
si confonde tra schiuma ,rabbia
d'onde in battaglia.
Ma l' intrepido uomo non recede
monta cavallone dopo cavallone,
nel fragor par si perda ogni speranza .
Cielo plumbeo ,
Ove lo sguardo si spinge,
sol nuvole carriche ,smorte
l'occhio guadagna.
Affonda colpo dopo colpo l' esil
pagaia in un pelago nero
Come pece che ribolle dal fondo
nell infero stagno.
Un po d' acqua cheta porterebbe in salvo
l 'eroico naviglio ,lo sfinito nocchier ,
che lacrime sudor ,pianto han il corpo vinto.
Ma quel subisso oceano


dalle inviolate sponde ,
non voleva mollar la presa.
Un uomo col suo destino
già nel fondo bramava serbar,
tra conchiglie ,scogli
cocci,ossa mute.
Di lungi un timido raggio,
fendeva l 'orrida barriera
di nembo ruggente.
Biondo e pellegrino ,
solcava la marea
che il cor più non sperava .
Ecco or son docili i flutti,
più dolce il navigar,
Il remo non trova più peso
nel ventre infuriato
del penoso abisso.
Prima Alba d 'argento ,
come rallegri il cielo ,
gaio ,sconfinato .
L 'aere e odorosa di fragranze ,
della terra ,della vicina costa.
Allor s 'arrena sulla calda piaggia ,
le mani dolenti si chiudono in preghiera ,
al dio che concesse infino al giorno ,
di riveder la sera.



Corrado cioci



Share |


Poesia scritta il 09/08/2019 - 08:28
Da corrado cioci
Letta n.123 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?