Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

I MIEI RAMI...
L'amare e l'amore...
A CHILOMETRO ZERO...
Camminare...
UN CUCCIOLO PER...
Infuria vecchio temp...
LA SMANIA...
Coccodrillo...
E luce fu...
Caro amico di penna....
21 dicembre 2004...
LA MIA TESTA...
Dell'animo di un cig...
La Legna...
Buon compleanno sul ...
Haiku 12...
Vioaciocca...
Inverno...
Ricordo...
Mi piace camminare n...
Se tu non fossi qui...
Volgerò lo sguardo ...
Jack di fiori...
Fram men ti...
Come può l'Essere no...
Mamma mia, Grazie di...
Beethoven...
Il mare e la musica ...
Tu...
HAIKU R...
La panchina...
Tanka 16...
HAIKU N. 17...
Gli aiutanti di Babb...
La prima neve...
È così bello pronunc...
Capitolo Uno...
Non è le parole che ...
Non privarti dei dir...
Poesia...
DIRITTO E BISOGN...
Lasciare qualche tra...
Cala del giglio...
Roccia...
Tanka3...
E' poesia quando l'a...
Curriculì curriculà...
Qualcosa può nascere...
e non entro nel grup...
Quattrocchi...
L\'immagine...
Il peso specifico de...
Come quando d'incant...
L'Italia e L'Europa...
Un tramonto rosso fu...
Nebbia...
Nel vociare di un si...
Decisioni difficili ...
Sulla tela del cielo...
L\' arcobaleno...
Per sempre...
L' ISOLA CHE NON ...
Sapori...
Era tutto così silen...
Trasparenze...
Con Te...
Natale....
Tram...
PULVISCOLO...
Eco...
Frammenti....
IM RISPECCHIAVO DENT...
Il perdono...
Soffio...
21:52...
Gioia...
Conosci te stesso....
Sento il candore del...
A Natale non voglio...
Pezzo unico...
DIMMI CHE...
Come stella per Nata...
L'onda...
sfascio sociale...
E canto...
Se pensi che c’è tem...
FAME D' AMORE...
Ritorno...
Il poeta e il merlo...
Amarti è un piacere...
Fino al crepuscolo...
PET THERAPY...
Sola a Natale...
Tanka 15...
A te...
COME GLI DEI...
Il pupazzo di neve...
Avvento...
Le note filosofiche...
Sedia a rotelle...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



misericordia

arrivò con quel vestito bagnato, l’orlo scucito
sfiorava il pavimento e carezzandolo d'acqua, s’imbrattava si pece
tremava e spaurita chiedeva al vento da dove venisse
non si curava del freddo, non del suo aspetto
ma cadde e srotolando ciuffi di terra e sabbia
la pietra rovesciò
pesantemente, su occhi e ciglia
lacrime di sangue, brecciolino e cemento, venne giù la vita


ma lei, lei carezzava le acque in una preghiera antica
sognava placide giornate d’ascolto e memoria
e la stazione marittima di gente e di gioia, col sole in grembo
e quel treno...
troppo lento e mai in orario, no, per lei non c’era
ma una carrozza polverosa, giunse
viaggiava veloce contro il tempo infausto
non più passeggeri, ma cuori leggeri


"e il ponte risalì i pilastri
e il mare ritirò le acque, l’abbraccio di un padre
la terra rievocò i sentieri, la pietra posò


e l’onde rovesciarono in un movimento sinuoso
lieve, la brezza
l’abito asciutto e chiaro di sole


e la carezza sua, sul cuore ormai spento
la gente, le risa, gli abbracci sinceri


La chiamavano…. misericordia"



NOTA: in ricordo delle vittime di terremoti e alluvioni, di ponti e ed esondazioni



Share |


Poesia scritta il 01/12/2019 - 17:10
Da laisa azzurra
Letta n.136 volte.
Voto:
su 5 votanti


Commenti


scrivi in una maniera incredibie, ti ammiro molto.

mare blu 07/12/2019 - 21:57

--------------------------------------

Un tema difficile ed importante, che tocca il cuore di tutti, solo la tua penne poteva riuscirci così egregiamente. La misericordia unica nostra salvezza. Un saluto.

santa scardino 06/12/2019 - 23:34

--------------------------------------

Misericordia traspare dalle tue parole, poggiate delicatamente sul foglio...
Bellissima Laisa e sì...dovuta...
un merito in più

Grazia Giuliani 02/12/2019 - 22:48

--------------------------------------

Toccante, di un tocco che penetra l'anima ma delicatamente.

Grazie Laisa.

Mf


Michele Facchini 02/12/2019 - 22:19

--------------------------------------

Si misericordia per tutte le brutture e le sciagure nel mondo.Molto bella e profonda.

Antonio Girardi 02/12/2019 - 14:49

--------------------------------------

Laisa magnifica poesia

Francesco Cau 02/12/2019 - 13:56

--------------------------------------

Pensiero che va oltre la nota, verso l’universale dolore dell’esistenza talvolta provocato dall’incuria umana. Ottimo lavoro per me e necessario.

Ernesto D'Onise 02/12/2019 - 09:40

--------------------------------------

Un ricordo doveroso e commovente

Francesco Pezzulla 01/12/2019 - 21:38

--------------------------------------

Davvero molto gradita questa poesia riflessiva

MARIA ANGELA CAROSIA 01/12/2019 - 18:31

--------------------------------------

Mi hai fatto riflettere: "è inutile giudicare Dio da questo mondo, perché è soltanto uno schizzo che gli è riuscito male... Nel quadro fuori dalla finestra osserviamo
l’idea della verità per mezzo del falso. Ciò che si vede attraverso gli occhi degli uomini non è respirabile...
(Edgar Degas e V. Van Gogh)

Mirko D. Mastro(Poeta) 01/12/2019 - 18:19

--------------------------------------

sorry
"s'imbrattava di pece"
(secondo rigo)
e perdonatemi ancora le assenze
leggervi è sempre un'emozione

laisa azzurra 01/12/2019 - 17:31

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?