Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Camelia...
Consumato in segreto...
La bambina al balcon...
Credevano di poterla...
Al vostro fianco...
In questo mondo così...
Il venditore di oliv...
GOCCE D'AMORE...
SOGNO O REALTA'...
L'oblio non si dimen...
Ancora bianchi e ner...
A ME RITORNO...
Sconfiggere il passa...
Vento del nord....
Lapislazzuli...
Calore...
Vecchio...
Tanka n. 12 inedito...
Per voler destino...
Decisioni difficili ...
L' ABISSO DEL LING...
L'EDICOLA...
Piante...
Nel mio sangue scorr...
Bianco gabbiano...
Paturnie e piaceri...
Uno sguardo luminoso...
Giulia e il ricordo ...
Angeli in prova...
Sorelle...
IO IL SOLE E TU LA L...
Ci sono parole che ...
Quando nel cielo non...
Confuso (mi innervo,...
Il dubbio...
Ansia sociale...
Memoria...
Il colore dei ricord...
ti lascerò andare...
Auschwitz 1943...
PENSIERI...
Il segno...
Haiku19...
Sentirsi soli...
finestra...
Dal buio alla luce...
Il Sole...
Il giorno della memo...
Di Luna, e del suo a...
Io, la Valle e Trism...
Amarti tutta la vita...
solo un cantastorie...
RESILIENZA...
Sant'Ambrogio 2020...
Dachau...
Echi nel vento...
HAIKU Z...
Favola sotto il ciel...
San Silvestro...
Un giorno come tanti...
la spalla...
Vinca il migliore?...
Storia di una badant...
Il suono dei mostri...
Sorriso di stelle...
Sentirti...
Stagno...
Il pettirosso...
Chi salva...
Da Epigrammi Notturn...
Come hai potuto (ded...
Haiku n° 12...
Lo spettacolo più be...
Minimalismo siamese....
SEMBRA IERI...
Piccole Ali...
Che possa toccare un...
FINE DI UN AMO...
Non umana...
Portami via...
Notevole...
Dedicata a Grazia Gi...
Metamorfosi...
La ragazza delle mil...
E' quando aspetti un...
Farfalla....
ANCORA ACCANTO A ME...
Sonno...
Storia di una badant...
La collezionista...
Si dice...
Stanca serata...
Nuvole e Gabbiani...
Andiamo avanti così...
Igor Michail...
Dell’inviolabilità d...
Canto del dove i sen...
Dammi...
In tempo di guerra...
Trilussa...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

ANTICHI CAVALIERI SOSTANO

Nel borgo del duemila tutto tace.
Antichi Cavalieri sostan fieri;
attendono quel freddo locandiere
che schiuda l’uscio fresco di vernice
all'aria netta di leggenda eterna
perché si posi in ritrovata lena
tra nuovi e vecchi tarli adesso sparsi
sott’occhi ignudi di trofei dormienti.


Su, da tempo, li aspettano le dame
a mo’ di madri riposate a lungo,
innamorate del previsto sgarbo
di un muto lattante che pria o poi,
non più immobil perla tutta rosa,
dal fondo della tana paradiso
e dal tepore d’immacolata coltre
si desterà braccando lesto il seno.


Stagion dei sempre vivi eroi
a tutti annuncia già il suo ritorno.
Altèra e schietta, oggi si prepara
a rinnovare i sogni un dì spezzati
dal Nuovo Evo dei previsti cieli,
delle ventur vagliate una ad una
e dei respiri freddi e soppesati,
del nulla che ormai non ci consola.


Antichi Cavalieri sostan fieri.
Si guardan tutt'intorno frastornati,
le grate d’ombra solo rischiarate
dai riflessi di tegole argentine.
E c'è chi lustra lame affezionate,
chi già si appresta con arditi guizzi
ad allestir lo sventolio di chiome
alla conquista degli amori persi.




*
Anno di stesura 2005



Share |


Poesia scritta il 14/12/2019 - 17:42
Da Aurelio Zucchi
Letta n.81 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


AURELIO....Cavalleresca poesia, molto ben fatta...

mirella narducci 14/12/2019 - 23:20

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?