Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Hai trovato una vecc...
Seta e profumi...
come......
Libertà...
Vivaddio...
Il vecchio porto...
Si fa giorno...
Tanka 24...
Semplici....
Estraniamento...
Stelle...
DAMMI IL TEMPO MADRE...
SOGNANDO L' AMORE...
IL NATALE...
Così ti guardo…...
Quello scatto che fe...
L' analista...
ANNI RUGGENTI...
Le note del cuore...
Dedicato a GRP...
orme...
I miei Sogni...
FIORE APPASSITO...
Sul margine del mare...
Maestri...
LA MIA STAGIONE...
Emozioni...
IN ATTESA DEL MUSICI...
Oltrepassa la mia so...
Sensi...
le due foto di papà...
SOGNANDO CON LA MAMM...
Sarebbe bello......
Appresso alla notte...
Poi la luna...
Acrostico - Impronte...
L'evoluzione della v...
Donna...
Monti Sibillini...
Furore...
Antiquariato...
DESTINO SENZA FACCIA...
L' ABITUDINE...
Dove io finalmente a...
Bambù...
... così ti guardo...
La poesia e' un seme...
La poesia che ha la ...
Sua Maestà...
tempo effimero...
Gusci...
Quel tuo profumo...
meteo (previsioni)...
Decisioni difficili ...
Assisi...
Altri gabbiani...
Vivere...
Come spiragli...
haiku 39...
Lascia mi andare...
Acqua...
Graziella Silvestri ...
Il sole aveva una me...
Ridere è una malatti...
Vita quotidiana...
OCCHI...
ARRIVA DAL CIELO...
UN MARE DI RIF...
HAIKU U...
2047...
La voce del silenzio...
Tanka 23...
Un falco per Natale...
Jingle bells...
Riflessione 7...
LA MIA PRIMAVERA...
Possessività...
A Nino...
In una conchiglia la...
Indugia il sole...
Perdonare è la strad...
Visitare Cagliari...
Il labirinto del vac...
Estate di un tempo r...
Splendida Follia...
Depressione...
Il ricordo...
luce invernale...
Tunnel solitario...
Geneoelegia enologic...
In sella ad un caval...
TI HO VISTA...MADRE...
OMAGGIO ALLA P...
Ve lo dico con cruda...
Aggraziata...
10 Agostò di Zvanì-G...
La libertà non è mer...
Tanka 22...
La scala della vita...
Perdono...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

CLOCHARD

Non ti ho detto della melodia che piansi;
con occhi lucidi, parlando alla Luna,
giurai d'amarla finché avrei visto
Il tuo volto fra le sue valli.


Non ti ho detto del tuo sorriso che respirai
quel giorno qualunque quando il tempo
mi regalò un secondo in più solo per me.


Non ti ho detto dei morsi ad un lenzuolo di cartone
la notte in cui pensai di noi
in un passato setacciato dai miei sogni.


E della lotteria che persi
con la morte giocando i miei numeri futuri
che non uscirono mai.


E non ti ho detto di quel treno che non presi,
preferendo una panchina e una tua fototessera
umida di nebbia.


Mf



Share |


Poesia scritta il 09/01/2020 - 02:50
Da Michele Facchini
Letta n.74 volte.
Voto:
su 4 votanti


Commenti


Buona resa a livello di coinvolgimento emotivo. Ottima struttura poetica. ispirazione originale. I miei complimenti.

Ernesto D'Onise 09/01/2020 - 15:47

--------------------------------------

Magnifici versi davvero ammirevoli

MARIA ANGELA CAROSIA 09/01/2020 - 14:59

--------------------------------------

Splendidi versi per la vita tragica che vivono queste persone!

Anna Maria Foglia 09/01/2020 - 14:14

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?