Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Ode alla bicicletta...
GLI OCCHI NON INVECC...
Tanka 30...
+...
Una, nessuna, centom...
Strappi dell'anima...
La Grande Statua...
SEMPLICE PENSIERO...
In cambio di un tram...
TANKA 1...
Nel Canto della Sire...
Di lei parlerà il ve...
L'orecchino é impor...
Cuori innamorati...
Finestra...
Treno, mon amour...
Per chi ama la music...
Naracauli...
oggiscrivo...
Un respiro della not...
Aironi...
Stretta a te...
La pena capitale...
Cumuli di pioggia...
Bestiario di un corp...
Nell'acerbo sorriso...
L'amica alba...
Se la miseria del mo...
L' ALBA DELLA VITA...
Fragilità...
LETTURA ELEGANZA ...
HAIKU D1...
Nebbia e setaccio...
Decisioni difficili ...
Dove le parole finis...
Amare...
Di getto...
Mai la vita appare c...
I giudizi sono sempr...
Paperino non ricorda...
Derealizzazione...
Continua ricerca...
Sanguina il cuore...
Il Filo...
Senza un altro doman...
Me muae (mia madre)...
Dio sole...
Tanka 11...
All'amica ritrovata...
SEI BELLISSIMA...
Carnevale di fantasi...
A che serve tornare?...
LA PIUMA...
Tempo (misura terza)...
Tu, sempre con me...
Tanka 2...
TEATRO DI STELLE...
Sospiri...
AMORE...
Il re del ballo...
L’insegnamento del p...
Dedicata a Giuranna ...
tu esisti...
Ode Nonsense...
AMORE LEOPARDIANO...
Utopica speranza...
Doppio sogno...
Coronavirus ... quel...
Virus...
Dica trentatré......
La pazza...
Tanka 29...
Ci baciavamo...
tempo d'aurora...
Poi pensi di conosce...
Rondini in viaggio...
Virus......
Nel chiuder quella p...
La merlettaia...
HAIKU C...
Un danzare di voci...
Suggestione di Febbr...
L'ETA' DEL CINISMO...
Notte d'inverno...
Due amori all'età de...
IL DUBBIO...
Un giorno finito...
Spiriti protettori...
DANZA DELLA PIOGGIA...
La Casertana...
Notti infauste...
Se vuoi sapere a cos...
LE TUE MANI...
La luce dell'univers...
Non fermarti...
Sei tu il mio redent...
Il fiore di Ranchipu...
Decisioni difficili ...
Credevo......
Homo Italica...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Il vecchio porto

Il vecchio porto


M'innamora questo lento frangersi delle onde sulle rocce rose,silenti ,stanche .
Ricadono le adamantine gocce nel ventre del mar .
Quivi si perde il pensier mio tra questo mormorio .
Se ben ascolto ,odo la voce dell"infinito .
si perde ogni fardello ogni cruccio , perché ben mi nascondo in voi vivide acque di perduti giorni .
Il vento fa garrir le bandiere dei navigli ,
che due braccia di roccia difendon ,
dall'aperto subisso.
Rilucenti raggi riscaldan l aere di gennaio ,
ed un brillamento mi desta m' avvolge
tra spruzzi ,sentimento.
Biondo gatto s' asside a rimirar questo canto mai saprò cosa batteva in petto !
Per mano due vecchiarelli guardano di lungi ove il mar incontra il cielo
Voi che percorreste la medesima via
rimembrate la dolce vita ,
d' amor e intento .
Ah che pace qual piacer ,
mi dava quella visione ,
che mai avrei voluto un tramonto !
Falcia in due il pelago come un aratro ,
l'eterno monte che vigile sta ad ogni
mutamento .
Dal porto un odor misto a sale ,e reti Vetuste marcite al sole mi solletica le nari ,fiere compagne delle lampare, ,pregne di dolore quand'è che da correnti avverse eran divelte dalla riviera.
Una dolce brezza mattutina che ricoglie ogni
sospiro mi rallegra mi sento anch io leggero in questa immensità della marina.


Corrado cioci porto di san felice Circeo



Share |


Poesia scritta il 17/01/2020 - 09:35
Da corrado cioci
Letta n.111 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


Spunti di leopardiana memoria per una puntuale descrizione poetica dell'atmosfera del Circeo.

Ernesto D'Onise 17/01/2020 - 18:06

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?