Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Finestra...
Treno, mon amour...
Per chi ama la music...
Naracauli...
oggiscrivo...
Un respiro della not...
Aironi...
Stretta a te...
La pena capitale...
Cumuli di pioggia...
Nell'acerbo sorriso...
L'amica alba...
Se la miseria del mo...
L' ALBA DELLA VITA...
Fragilità...
LETTURA ELEGANZA ...
HAIKU D1...
Nebbia e setaccio...
Decisioni difficili ...
Dove le parole finis...
Amare...
Di getto...
Mai la vita appare c...
I giudizi sono sempr...
Paperino non ricorda...
Derealizzazione...
Continua ricerca...
Sanguina il cuore...
Il Filo...
Senza un altro doman...
Me muae (mia madre)...
Dio sole...
Tanka 11...
All'amica ritrovata...
SEI BELLISSIMA...
Carnevale di fantasi...
A che serve tornare?...
LA PIUMA...
Tempo (misura terza)...
Tu, sempre con me...
Tanka 2...
TEATRO DI STELLE...
Sospiri...
AMORE...
Il re del ballo...
L’insegnamento del p...
Dedicata a Giuranna ...
tu esisti...
Ode Nonsense...
AMORE LEOPARDIANO...
Utopica speranza...
Doppio sogno...
Coronavirus ... quel...
Virus...
Dica trentatré......
La pazza...
Tanka 29...
Ci baciavamo...
tempo d'aurora...
Poi pensi di conosce...
Rondini in viaggio...
Virus......
Nel chiuder quella p...
La merlettaia...
HAIKU C...
Un danzare di voci...
Suggestione di Febbr...
L'ETA' DEL CINISMO...
Notte d'inverno...
Due amori all'età de...
IL DUBBIO...
Un giorno finito...
Spiriti protettori...
DANZA DELLA PIOGGIA...
La Casertana...
Notti infauste...
Se vuoi sapere a cos...
LE TUE MANI...
La luce dell'univers...
Non fermarti...
Sei tu il mio redent...
Il fiore di Ranchipu...
Decisioni difficili ...
Credevo......
Homo Italica...
Contrappasso...
Inverno...
Attorno alla cera...
Passiamo tempo a pe...
Tanka 28...
Ritornando dall'agil...
IL MISTERO DELLA VIT...
Orme...
Come battiti d'ali...
La vera storia di Ce...
IO TI VEDO...
Carnevale...
Persona Amata che no...
persecuzione...
Attacchi di panico...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



L'inferno è sulla terra

A volte, neri fili d'erba
solleticano le piante dei piedi
come ad indicare
angoli nascosti che avanzano,
in sordina, deridendo la mia stupida ingenuità.


Ed a volte, la trottola ingannevole,
del male e del bene, del bianco e del nero,
gira e rigira sul vecchio solco
che tarda a scomparire.


La mia solitudine
sporcata dalla sudicia curiosità dei folli.
Squarciata dall'invidia malata
degli animi mediocri,
nati dal letame dell'animalità umana.


La mia vita di vetro,
dalle pareti divenute trasparenti.


E' questo che trasforma la decadenza umana.
Una folla che osanna la Dea Falsità
e la Sorella Ipocrisia.
Padre Odio e Madre Invidia,
dietro belle parole e frasi ad effetto.


Ed invece il coltello dalla lama avvelenata
è pronto a colpire, in ogni momento
nella mano che si nasconde
in odore di santità.


In nome dell'ingiustizia divenuta falsa giustizia.


Violenza e rabbia, rancori e mostruosità.
La lingua che sibila le rune della cattiveria,
di femmina in femmina,
di maschio in maschio
e di generazioni in generazioni,
non muore ma si rinnova.



Share |


Poesia scritta il 19/01/2020 - 01:48
Da Gianny Mirra
Letta n.115 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


Ringrazio tutti Voi, Meravigliosi Poeti e Poetesse per i Vostri preziosi commenti ed apprezzamenti ai miei testi. Grazie di cuore

Gianny Mirra 20/01/2020 - 01:22

--------------------------------------

GIANNY....Il Male avvolge soffoca in spire tremende l'umanità.
Siamo fin dalla nascita i figli del peccato, l'unico nostro riscatto è la condotta integerrima delle nostre azioni. Nelle brutture della vita quello che conta è addormentarsi con la coscienza pulita e questo è gia un gradino verso il paradiso.
Sempre belle le tue opere, complimenti.

mirella narducci 19/01/2020 - 23:39

--------------------------------------

Ha ragione Lei,Dio Satana lo scaraventato sulla terra affinché noi potessimo scegliere tra il bene ed il male. Ma come c'è l'inferno così c'è anche il paradiso,la salvezza c'è la giochiamo inquesta vita. Scusa se esprimo solo i miei punti di vista, non voglio insegnare niente. Condivido con te tutto ciò che è da denunciare di profondamente negativo su questa terra. Spero che prima o poi l'uomo se ne renda conto....ma ho i miei dubbi. Apprezzo l'accorata analisi che esprimi nei tuoi versi. Grazie per le tue attenzioni.Ciao.

santa scardino 19/01/2020 - 17:40

--------------------------------------

...a volte sembra davvero un girone dantesco, comunque sia l'uomo è così bravo a portare l'inferno sulla terra!
L'ho letta più volte Gianny, è una poesia che colpisce... sappiamo però che ci sono tratti di paradiso intorno a noi...
Ti saluto poeta...

Grazia Giuliani 19/01/2020 - 15:42

--------------------------------------

L'inferno è sulla Terra, quell'altro dei preti è una eufemistica bugia.

Leo Pardiss 19/01/2020 - 13:56

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?