Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Il fiore di Ranchipu...
Decisioni difficili ...
Credevo......
Homo Italica...
Contrappasso...
Inverno...
Attorno alla cera...
Passiamo tempo a pe...
Tanka 28...
Nel ricordo di te...
Ritornando dall'agil...
IL MISTERO DELLA VIT...
Orme...
Come battiti d'ali...
La vera storia di Ce...
IO TI VEDO...
Carnevale...
Persona Amata che no...
persecuzione...
Attacchi di panico...
Un domani...
Quegl’occhi...
Basterà una rondine...
Quando ti vestivi co...
TRAMONTO...
Così...
Il bambino Dawn...
Non posso restare....
UN OTTOBRE NORMALE...
L'impervio sentiero...
Un'altra battaglia...
Fiabilandia...
Trasparenti sembianz...
IL FUOCO...
Filastrocca dello st...
Ipnosi...
Presenza....
Riflesso...
Dedica...
HAIKU B...
IL SORRISO DEL TRAMO...
CONTINUO A SOGNARE...
Guardando il cielo...
Il mare - Il progres...
Cuore d’ippocastano...
Cosmo sfiorito...
Passaggi...
Gianny Mirra...
Un Marinaio...
Dolce...
Mia Luce, mie tenebr...
L’interrogativo del ...
BOCCA A BOCCA...
Il mattino...
Prospettiva...
sbarre...
Cerca altrove...
Giorni senza cuore...
PASSERÀ...
Non era il tuo volto...
Scusa lo sfogo...
La risata del picchi...
Il pilota dei sogni...
le violette...
Appennino...
Terra...
Miriade di stelle...
AMORE PERDUTO...
Tanka 27...
Lungo una strada pol...
15 febbraio...
DISLESSIA...
Anche i virus hanno ...
COME I CAVOLI A MERE...
Amore unico...
La vita fuori...
Percezione...
Per sempre....
Il nostro amore è fi...
Barzellette in narra...
Bonsai...
RICAMI D'AMORE...
Pozza, anima e nudit...
Te lo dico in poesia...
CHISSÀ...
Il 14 febbraio si fe...
Il bacio del beccacc...
Veramente felice...
Tamburi...
Per te...
Di notte...
Ti conosco...
Provocatorio Dadaism...
IL CAMPO DI GRANO...
Solitario...
La giostra delle fia...
Momenti di vita...
La fine...
Angeli forse...
specchio...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



Io, la Valle e Trismegisto.

Fluttua l’occhio sentendosi planare
nel chiaro spazio che la valle include.


Come in un sogno sognato da sveglio
guardo dall’alto vedendomi in basso
mentre mi vedo guardarmi dall’alto.


Siamo sorpresi a vederci l’un l’altro
poi ci scuotiamo e siamo scomparsi.
*****
Foto elaborata: Leo Pardiss



Share |


Poesia scritta il 25/01/2020 - 14:45
Da Leo Pardiss
Letta n.193 volte.
Voto:
su 4 votanti


Commenti


Un verseggiare a specchio dove si riflette l'Autore e il suo Alter Ego. Bello ed originale il tuo verseggiare. Bravissimo, ciao Leo

Gianny Mirra 28/01/2020 - 23:11

--------------------------------------

Un verseggiare a specchio dove si riflette l'Autore e il suo Alter Ego. Bello ed originale il tuo verseggiare. Bravissimo, ciao Leo

Gianny Mirra 28/01/2020 - 23:11

--------------------------------------

@Teresa Peluso
...è una poesia introspettiva, ti ringrazio!
Sono attimi nei quali sembra di afferrare il senso della vita, sembra.

Leo Pardiss 26/01/2020 - 18:24

--------------------------------------

Mi sembra una poesia intrisoettiva e per questo mi prende. Bravo.

Teresa Peluso 26/01/2020 - 13:25

--------------------------------------

@Michele Facchini
Vorrei essere stato contemporaneo di Ermete, magari seguirlo in rispettoso silenzio (senza interventi a sproposito) per cercare di capire il suo "ermetismo"!
Grazie del tuo ingresso qui!

Leo Pardiss 25/01/2020 - 19:49

--------------------------------------

Caro Girardi, sono tantissime le cose che non so fare e certo non mi basterà una sola vita per imparare!
Buone cose!

Leo Pardiss 25/01/2020 - 19:21

--------------------------------------

E allora vedi che avevo ragione io: Nelle porte si va anche per parare ma molto probabilmente tu non lo sai fare

Antonio Girardi 25/01/2020 - 19:15

--------------------------------------

Faccio un breve intervento che forse chiarifica un po' ma solo un po' quello che ho voluto esprimere in questo mio scritto!
*****
Bisogna essere prossimi a certe "porte" che si aprono rarissimamente, per frazioni di attimi, lasciando l'impressione di intravedere qualcosa di molto grande...ma solo l'impressione.
Dico questo senza alcun riferimento al divino!

Leo Pardiss 25/01/2020 - 19:09

--------------------------------------

La smisurata imponenza della Natura che provoca quella strana vertigine di vederci dall'esterno.
Osservatore, uomo e tutt'uno con la Natura.
Tris (tre volte) megisto (grande)
Parafrasando probabilmente con la sensazione di vedersi in tre dimensioni differenti.

Bella
Mf


Michele Facchini 25/01/2020 - 18:42

--------------------------------------

Grazie a tutti/e i/le presenti qui da me, Girardi compreso che mi porta a fare una stupida battuta: <Non sono mica un portiere in porta...che deve parare!>

Leo Pardiss 25/01/2020 - 18:10

--------------------------------------

Un profondo significato, come viaggi fuori dal corpo!

Maria Luisa Bandiera 25/01/2020 - 17:34

--------------------------------------

Bellissima

Francesco Cau 25/01/2020 - 17:06

--------------------------------------

Non capisco cosa centri Trismegisto e l'ermetismo con questi versi dove non si sa dove vuoi parare.

Antonio Girardi 25/01/2020 - 16:12

--------------------------------------

Molto bella la poesia e ben descritto quel reciproco vedersi...dura un attimo ma è come un volo dentro se stessi!

Grazia Giuliani 25/01/2020 - 15:48

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?