Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Virus......
Nel chiuder quella p...
La merlettaia...
HAIKU C...
Un danzare di voci...
Suggestione di Febbr...
L'ETA' DEL CINISMO...
Notte d'inverno...
Due amori all'età de...
IL DUBBIO...
Un giorno finito...
Spiriti protettori...
DANZA DELLA PIOGGIA...
La Casertana...
Notti infauste...
Se vuoi sapere a cos...
LE TUE MANI...
La luce dell'univers...
Non fermarti...
Sei tu il mio redent...
Il fiore di Ranchipu...
Decisioni difficili ...
Credevo......
Homo Italica...
Contrappasso...
Inverno...
Attorno alla cera...
Passiamo tempo a pe...
Tanka 28...
Nel ricordo di te...
Ritornando dall'agil...
IL MISTERO DELLA VIT...
Orme...
Come battiti d'ali...
La vera storia di Ce...
IO TI VEDO...
Carnevale...
Persona Amata che no...
persecuzione...
Attacchi di panico...
Un domani...
Quegl’occhi...
Basterà una rondine...
Quando ti vestivi co...
TRAMONTO...
Così...
Il bambino Dawn...
Non posso restare....
UN OTTOBRE NORMALE...
L'impervio sentiero...
Un'altra battaglia...
Fiabilandia...
Trasparenti sembianz...
IL FUOCO...
Filastrocca dello st...
Ipnosi...
Presenza....
Riflesso...
Dedica...
HAIKU B...
IL SORRISO DEL TRAMO...
CONTINUO A SOGNARE...
Guardando il cielo...
Il mare - Il progres...
Cuore d’ippocastano...
Cosmo sfiorito...
Passaggi...
Gianny Mirra...
Un Marinaio...
Dolce...
Mia Luce, mie tenebr...
L’interrogativo del ...
BOCCA A BOCCA...
Il mattino...
Prospettiva...
sbarre...
Cerca altrove...
Giorni senza cuore...
PASSERÀ...
Non era il tuo volto...
Scusa lo sfogo...
La risata del picchi...
Il pilota dei sogni...
le violette...
Appennino...
Terra...
Miriade di stelle...
AMORE PERDUTO...
Tanka 27...
Lungo una strada pol...
15 febbraio...
DISLESSIA...
Anche i virus hanno ...
COME I CAVOLI A MERE...
Amore unico...
La vita fuori...
Percezione...
Per sempre....
Il nostro amore è fi...
Barzellette in narra...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Ti chiedo gentilmente

Come potresti chiedermi tu, spogliandoti la sera
per non farti guardare,
io ti chiedo ora lo stesso favore.


Girati.
Ma per sempre.


Te lo chiedo gentilmente
ché la precaria delicatezza di questo mio essere io non ho avuto il coraggio di accettarla.
Facilmente me ne vergogno.
Così come del tuo corpo,
spegnendo la luce,
tu.


E ti sembra che io protegga ma disamo la bulimica esigenza di emozioni.
Un vento senza origine che a volte si placa e a volte i pensieri miei tormenta.
Vorrei muovermi al buio per non vederle quelle erosioni che le atmosferiche depressioni di quest'animo hanno oramai solcato come tùrbine.


Guarda altrove.
Per sempre.
Ché io non so guardarmi con quello stesso tuo occhio.
Amorevole.
Così tu, del tuo corpo delicato, irrequieto, curioso non ne hai ancora capito il fascino.
Amorevole


Ti chiedo gentilmente,
spegni la luce,
girati per sempre.


E tra le fessure
in questa eterna, tacita, tormenta notturna,
ti prego,
imbrogliando ogni parola data,
furtivamente
scrutami.


Mf



Share |


Poesia scritta il 11/02/2020 - 13:09
Da Michele Facchini
Letta n.92 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti


Sempre discretamente delicato...questi versi sembrano incredibilmente vivi....bello quando scrivi...scrutami e tu sei bravissimo a scrutare dentro te stesso.
Complimenti.

Saranna Zappo 11/02/2020 - 21:21

--------------------------------------

Sempre discretamente delicato...questi versi sembrano incredibilmente vivi....bello quando scrivi...scrutami e tu sei bravissimo a scrutare dentro te stesso.
Complimenti.

Saranna Zappo 11/02/2020 - 21:15

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?