Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Canzone triste...
Amaro...
Un biglietto, come u...
L'isola che non c'è...
Orme sulla sabbia...
TESTIMONIANZA DI FED...
PENSIERI...
Respirando l'aria...
Vorrei chiederti...
Shot down...
Dentini bianchi...
Sentiero interrotto...
Voglia di scrivere...
shhhh...
L'attrazione fisica ...
Vortice...
HAIKU A2...
Spiragli di luce...
Qualcosa è stato...
Sulle rive del nostr...
RIPARTENZA...
LUNA DEI FIORI 2020...
Ho dimenticato...
Bella Viola...
Chi rimane fanciullo...
Si fa giorno...
Haiku T1...
La storia delle decl...
IL TEMPO PER OG...
Ho bisogno di te...
Violetta...
Vicini vicini...lont...
I passerotti...
Caramelle...
Eco...
Un filo d'aurora...
FIORE RECISO...
UNA PERSONA STA CORR...
nulla é cambiato...
Alberi in fuga...
Riflessi di luna...
Il risveglio…di Mila...
BATTITO DI CIGLIA...
Gelsomino...
La biga marina...
È la voce del silenz...
L'Eden il mio giardi...
Il pontile...
Canto di un nuovo in...
In fondo si respira ...
Dalla dura quercia...
C\\\'erunu tempi....
Inshan Samash...
L' AMORE NEGLI OCC...
un esame lungo una v...
Un pensiero...
Il mio amico Giulian...
IL TESORO DISPERSO C...
L’Asceta...
Maria Goretti...
Il Sole Dopo L\'Oscu...
Stringimi più forte...
Trasposizione...
L’ARMONIA DELL’ESSER...
IERI, OGGI, SEMPRE...
Incisa nell'anima...
E...state...
Cammino...
SCREPOLATURE...
Non c'è niente di pi...
NATI LIBERI...
I tuoi battiti...
FINO A SERA...
Dedicata al Maestro ...
Fonti di vita...
Musica...
Celeste...
Angelo...
IN PUNTO DI MORTE...
Milano...
Covid-19 seconda fas...
Il Rasoio...
NELLE TUE MANI...
Una brutta persona...
ESTATE 2020...
La par condicio è qu...
Di carta velina...
Dolcissima e bella (...
Finalmente si RIPART...
Tàcciono...
LA BICICLETTA DEI VI...
La mia poesia...
innesto...
La fine di un viaggi...
In disparte...
Caciotte e carapaci...
Marinaio...
Io plurale...
Fuga dalla mente...
Tanka 35...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com

È SEMPRE MEJO ‘NA BONA SEGA

-Ciò un arbero in giardino che me scoccia
e co’ ‘na sega ho provato a segallo.
Però, che lo ripossino ammazzallo,
me potrebbe casca’ su la capoccia.


Ma poi la sega, quella gran mignotta,
ha fatto un gran rumore de feraccio,
è zompata e pe’ un po me taja un braccio
doppo s’è spenta e, paffete, s’è rotta.


Stavo a metà, je so’ sartati i denti,
così che so’ rimasto a rosicamme
er fegheto. Tu ciai da consijamme
un artra sega bòna?- -Vabbe’, senti:


te conviene de fa’ ‘na mossa scartra
visto che er lavoro nun cammina,
ma fallo presto e no doman’matina:
Butta ‘sta sega e poi fattene un artra!-



Share |


Poesia scritta il 27/03/2020 - 17:42
Da enio2 orsuni
Letta n.95 volte.
Voto:
su 3 votanti


Commenti


Sembre sulla breccia in maniera esilarante, ciao

Francesco Scolaro 28/03/2020 - 10:29

--------------------------------------

...Caro Enio birbantello...te ricordi de me ? So cantorom...

romeo cantoni 27/03/2020 - 19:48

--------------------------------------

ENIO... molto maliziosa....Ciao come stai? Un abbraccio

mirella narducci 27/03/2020 - 19:27

--------------------------------------


Francesco Cau 27/03/2020 - 19:26

--------------------------------------

Simpatica,ironica, maliziosa e scritta in modo armonico.

mario Righi 27/03/2020 - 19:05

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?