Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Gli occhi della mamm...
Endorfine o delle co...
Come nascono i bambi...
Rosa ribelle...
Ciliege rosse...
Frammenti...
Senza stagione...
Una candela spenta...
LA SOFFITTA DEI ...
Il ricamo...
La bellezza collater...
Ci si perda (la paro...
L'ORA DELLA CENA...
TRENI PERSI...
Tanka 4...
Il sole di Maggio...
In Rima...
Mi piacerebbe ti pre...
LA DITTATURA DELL’AP...
SognoAntropomorfo....
Bosco Verticale a Mi...
La Bugia...
Vivere la vita...
Davanti allo specchi...
Il vento...
Sposa fiorita...
L’illusione...
Natura...
La metempsicosi...
Accusata di non aver...
In alto mare...
Credo che nel mondo ...
Nome di donna...
Fucsia...
HAIKU B2...
Pianificare...
Fugacità...
E Ti Sogno Ancora...
Max Stirner...
Domani senza di te, ...
Vorrei volare come u...
L'ignoranza,che non ...
Tra le tue braccia, ...
VERSO L\' ETERNIT...
Milena e i doni dell...
Elisir...
Los Angeles notturno...
NATURA...
Desiderio...
IL NAUFRAGO...
È l'amore che conta...
Canzone triste...
Amaro...
Un biglietto, come u...
L'isola che non c'è...
Orme sulla sabbia...
TESTIMONIANZA DI FED...
PENSIERI...
Respirando l'aria...
Vorrei chiederti...
Shot down...
Dentini bianchi...
Sentiero interrotto...
Voglia di scrivere...
shhhh...
L'attrazione fisica ...
Vortice...
HAIKU A2...
Spiragli di luce...
Qualcosa è stato...
Sulle rive del nostr...
RIPARTENZA...
LUNA DEI FIORI 2020...
Ho dimenticato...
Bella Viola...
Chi rimane fanciullo...
Si fa giorno...
Haiku T1...
La storia delle decl...
IL TEMPO PER OG...
Ho bisogno di te...
Violetta...
Vicini vicini...lont...
I passerotti...
Caramelle...
Eco...
Un filo d'aurora...
FIORE RECISO...
UNA PERSONA STA CORR...
nulla é cambiato...
Alberi in fuga...
Riflessi di luna...
Il risveglio…di Mila...
BATTITO DI CIGLIA...
Gelsomino...
La biga marina...
È la voce del silenz...
L'Eden il mio giardi...
Il pontile...
Canto di un nuovo in...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com

Fuga dalla mente

Le palme nel giardino,
la sabbia in riva al mare
e poi camminare come un girovago,
come uno zingaro che tanti disprezzano,
come un uomo finalmente libero.


Ti sembrava di uscire dalle tue carceri,
ti sembrava di non essere più te stesso,
o forse ti sembrava di avere scoperto te stesso.


Camminavi girovago della vita,
delle strade,
dei marciapiedi distrutti dal tempo.


La via imboccata a caso,
per scoprire qualcosa di nuovo,
per scoprire un vecchio portone,
di una vecchia casa,
davanti a cui due giovani come tanti si accingevano ad entrare.


Per scoprire una casa
dove in una serra
le piante trasudavano i resti
del loro prodotto.


Per scoprire un frutto che cresceva dal cemento,
per vedere il ponte sul canale,
l'uomo che lo attraversava e che ti faceva una strana paura
che tramutavi in orgoglio.


Per ritornare lento sui tuoi passi,
per ritornare nelle tue assurde prigioni,
le solite strade, che tante volte hai calpestato.



La fuga dalla mente non era riuscita.



Share |


Poesia scritta il 17/05/2020 - 12:10
Da giuseppe trucchia
Letta n.48 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?