Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Non si nasconde la l...
HAIKU B...
Sono invecchiata nel...
La Luce Blu...
HAIKU L2...
I LARICI...
Yakamoz...
concedimi...
L'ombelico del quiet...
L’Eco di Avalon...
Nei miei sogni bambo...
DUE GEMELLI ALLO SBA...
Il cono...
Notte...
LA PIOGGIA...
Un sogno è come perd...
CRASH...
Silenzi diurni, desi...
Opinioni e punti di ...
Il Rimprovero...
A Siciliana...
Terra...
In viaggio...
L'amor proprio...
Il quadro di sughero...
Ricordo di un\'estat...
SCOMPARSI...
Non mi dici...
Antichi ricordi...
Profumo d'amore...
Covid 19...
Frammenti colorati...
PER TE, DONNA! (Poem...
Lascia che sia Estat...
Amore...
Linea rossa 1...
Vecchi ruderi...
A cena con qualche r...
Tutto tace...
PAROLE...
ULTIMO RESPIRO...
Sarà estate...?...
Solitudine...
La notte...
MITOLOGICA EUROPA...
SEDOKA 11...
Ti porto con me ovun...
Attimi...
E nessuno sa dove...
Cara lady del sessan...
Querelle all'italian...
E guardati con accet...
Per Te...
A DIANA...
Come un albero spogl...
L'ATTESA DI UN AMORE...
Inciuci...
FILI TRASPARENTI...
Sono un poeta?...
L’inchiostro è la lu...
Psiche In Tempesta...
HAIKU H2...
La Piazza...
Caffè Florian...
STELLA POLARE...
Falsità spezzate...
RIUSCIRE AD AMAR...
Mare...
REQUIEM...
Sire! (La strega Zar...
Un sasso appena nato...
ESTATE (acrostico)...
Echi e cristalli...
Lo sbruffone...
Al pari delle formic...
Cristalli nell\'anim...
La porta rosa...
L'ISOLA DELLA NUOVA ...
Un Evento Dimenticat...
Orizzonti nuovi...
L'incapace agrimenso...
Naufrago...
Sei qua...
I doni della madre...
Haiku J...
Haiku 8...
Antiche partenze...e...
Mangime per il propr...
NON STUPIRTI...
Notturno cielo blu...
Quando frequentavo l...
Più dell'amore...
IL RITORNO...
L' AMORE NON HA ...
Tattiche di guerra...
Il mondo fuori...
Parlami...
Soffrire invano...
29 GIUGNO...
Cometa...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com



ma tu mi hai sentita

sospesa
come un’altalena
la luna è tornata al suo posto, non io...
a piedi nudi sul davanzale, sfioro il vento
irriverente, tra le grate, saprei come attraversarle
diverrei acqua, pioggia
e brina, su quel quadrifoglio sotto casa
che non hai mai trovato, mai cercato


un giugno irreale,
sull’orlo dei giochi in cortile
ho freddo ai piedi, sai
li sfreghi leggero, li scaldi col fiato
un’eco di foglie e fruscii, un gracidar di rane
e una falange di cicale assenti e distratte, Roma scorre come un vecchio film
tra il grigio luce del selciato bagnato
e la luce incerta dei lampioni


E se mi tuffassi come acqua, nel buio?
sapresti raccogliermi
in quel vecchio secchio che non hai mai voluto gettar via?
ho i piedi tiepidi, ora...
la luna, dietro una nuvola d'acqua
ma tu mi hai sentita


torno dentro, fa freddo
c'è ria di tempesta...



Share |


Poesia scritta il 14/06/2020 - 19:58
Da laisa azzurra
Letta n.182 volte.
Voto:
su 13 votanti


Commenti


quante volte vorremmo fare cose che poi per fortuna non facciamo!
molto bella !

Francesco Pezzulla 29/06/2020 - 17:37

--------------------------------------

Molto intensa e sentita

MARIA ANGELA CAROSIA 21/06/2020 - 14:43

--------------------------------------

Tra fantasia, visioni e realtà , un' "altalena" di sensazioni che trasportano corpo e mente tra le suggestioni dei paesaggi e suoni notturni... Quasi a voler vivere in quelle speciali emozioni...
ma la casa riaccoglie come sempre e con le sicurezze e le gioie che essa può custodire...
Ci trasposrti nel tuo sogno, Laisa.... come spesso fai con le tue surreali composizioni dalla spiccata abilità narrativa !
Buona serata

Alessia Torres 15/06/2020 - 22:03

--------------------------------------

Non immaginavo tanta bellezza
Davvero, mi avete sorpresa
Infinitamente, grazie❤️

laisa azzurra 15/06/2020 - 20:09

--------------------------------------

Quanto ritrovo nei tuoi mirabili versi della tua stupenda persona, donna e poetessa grandissima Laisa! Poesia di bellezza incomparabile splende come la più luminosa stella del firmamento! Lodi e paradiso Eterno per te artista Laisa!

Paolo Ciraolo 15/06/2020 - 19:19

--------------------------------------

Laisa mi stavo perdendo"questo giugno irreale sull'orlo dei giochi in cortile ho freddo ai piedi..."quante immagini originali...e dirette!!! Sempre bravissima e particolare

barbara tascone 15/06/2020 - 16:11

--------------------------------------

Un accorato richiamo al tepore della casa forse un ritorno ad un amore che si era appassito, tante cose che solo un animo sensibile ha saputo plasmare in versi stupendi.

Antonio Girardi 15/06/2020 - 15:17

--------------------------------------

Si percepisce, in questi versi,l'impossibilità talvolta di andare avanti.

Afrodite T 15/06/2020 - 13:52

--------------------------------------

Testo di metafore e profondo significato d'amore. L'amore che non muore, che vuole essere vissuto, chiamato per nome.
Mai dimenticato. Bravissima Laisa,

Alpan . 15/06/2020 - 13:31

--------------------------------------

Mi è piaciuto molto il verso”la luna è tornata al suo posto,non io”.Sempre belle le tue poesie

Mirko Faes 15/06/2020 - 13:17

--------------------------------------

...è qualcosa di speciale se qualcuno sente, oltre le parole e i pensieri...
da coltivare comunque sia...
sono le tue emozioni sulla pelle a rendere magica questa poesia!
Bravissima Laisa

Grazia Giuliani 15/06/2020 - 12:51

--------------------------------------

Un susseguirsi di sogni e di emozioni...è poesia quel vecchio secchio che lascia intravedere l'infinito, inconoscibile che a gli occhi non appare...ma si specchia nell'anima il suo riflesso!

Margherita Pisano 15/06/2020 - 12:16

--------------------------------------

L’uomo col quadrifoglio nel taschino del gillet che ogni notte solletica le lucciole nei lampioni per rendere meno incerta la luce che rivela la tua sagoma e ti sfiora tra le grate… questa notte da quel vecchio secchio con un riflesso di luna ti ha intiepidito i piedi, avvolti in una nuvola calda. Cercalo ogni notte, lo troverai sempre su quell’altalena dentro la pellicola di qualche vecchio films.
Bellissima

Mirko D. Mastro(Poeta) 15/06/2020 - 06:57

--------------------------------------

Poesia che è intrisa di malinconia e di incertezze. Vorresti intraprendere un cammino nuovo, ma poi torni dentro, dove c'è tepore ...fuori c'è aria di tempesta. Non so se interpreto bene...
Grazie per i tuoi commenti.

Teresa Peluso 15/06/2020 - 05:03

--------------------------------------

Tornare indietro dove c è sempre una coperta che riscalda il cuore,dove nessuno può entrare se noi non vogliamo.Bei versi.

Graziella Silvestri 14/06/2020 - 22:56

--------------------------------------

Le tue poesie destano sempre emozioni, qui i tuoi versi segnano un certa amarezza, quel torno dentro fa male, suona come un senso di rassegnazione. Cari saluti Laisa

mare blu 14/06/2020 - 21:35

--------------------------------------

Chiedo scusa per il refuso
... C'è aria di tempesta...

Vorrei tranquillizzare D'Onise...
È solo poesia e l'ipotetico quanto improbabile interlocutore, è lontano anni luce. Forse, esiste solo nei testi di epica piuttosto che in qualche sogno di bambina...
Ma grazieeeee


laisa azzurra 14/06/2020 - 21:22

--------------------------------------

Quando uno non è certo di poter essere raccolto è inutile domandarsi a che serva un secchio. Non buttarti tu. Butta via il secchio. e torna alla gioia!

Ernesto D’Onise 14/06/2020 - 21:16

--------------------------------------

La tempesta fuori e dentro...ma per fortuna tu mi hai sentita ...e non mi raccogli in quel vecchio secchio, ma tra le tue braccia. A me piace pensare che finisca così. Bellissima poesia Laisa!

Anna Maria Foglia 14/06/2020 - 21:00

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?