Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

firenze santa maria ...
uomo...
Chi voglia sfamare l...
L'AVVOCATO DEL GOVER...
Un uomo...
EBBREZZA...
Forme...
L’autore del tomo- S...
Camouflage...
LA BOMBA DELL'IGNORA...
COZZA...
Andi grori...
Farfallina colorata...
HAIKU C2...
Konnichiwa...
Emozioni...
Granuli...
INCONFONDIBILI...
Parlami ancora...
AMORE PRIGIONIERO...
Il Plagio...
Senza la pace univer...
Il ladro di felicità...
L' INCONTRO...
Solamente attese...
Il tappeto volante...
La Porta Secondaria...
Senza ali...
Haiku n°14...
La poesia ha radici ...
Risvegli...
La fattucchiera...
Abbiamo imposto uno ...
I CANI E GLI ESSERI ...
OGGI SPOSI (juniores...
A26 da Novi Ligure...
Dalle cime alla foce...
Sterpaglie...
I due Dobermann...
LORO...
La mia terra...
ASCOLTA...
Guardo...
21:47...
SOLITUDINE LIBERTA...
Una canzone...
In tema di razzismo:...
Fiore...
Bologna, 2 Agosto 19...
ALLA STAZIONE...
Cammina con le scarp...
I dubbi del poeta...
Piccola lezione di s...
Straniero...
L\'uomo con la valig...
SI TRASFORMA...
Come navi sospese...
Viviana forse...
Amata mia Signora...
Per Lei...che è mort...
NONNA PIA IN CARROZZ...
L’autore del tomo- S...
Verde azzurro mare...
I colori di quel 2 A...
Milonga...
Bologna...
Vorrei esser vento...
Cercando cercando...
LA SUOCERA...
LA RAGAZZA NELLA PIO...
In dissolvenza...
Prendi esempio dalla...
Agosto...
FRAMMENTI DI UN...
Tristezze...
Leggiadra melanconia...
SAI......
Lucciola...
Nina...
Alla roggia...
E25 verso Novi Ligur...
Le barche gialle...
Il ritorno...
Luci sul mare...
Il gioco - parte sec...
fine giugno...
Una vita senza amare...
IL DONO...
Ricambio generaziona...
Ogni Mente a Suo Mod...
Vibranti emozioni...
Rinchiusa...
I giardini di Majore...
Una folata d'oblio...
Foglia unica...
UNCINETTO...
28 luglio...
Non temo la morte pe...
Chimera...
Preserva... emh, pre...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com

I dialoghi delle Carmelitane

I dialoghi delle Carmelitane


Chiostri astratti in un tempo sospeso,
specchio inesistente senza cui guardarsi, un vestire dal sentire
asettico per preservare la propria
intimità.
Il mondo è fuori, con le sue grida,
le voragini e la vita,
qui invece solo silenzio inframmezato
da altri silenzi senza memoria.
Eppure eri bella,mentre mille sguardi
cadevano sul tuo corpo che i desideri
accendeva.
Le vostre preghiere, la rinuncia,
i dialoghi nei cortili senza luce.
Dio,Dio mio che male hai fatto?
Provo ad immaginare i tuoi capelli,
forse biondo platino, o neri,
caduti sotto la forbice in un rito assurdo che cancella l'identità.
nella bellezza delle forme.
Quel rosario tra le mani, grani di dolore da fare scivolare come un gioco tra le dita, in una visione contemplativa di una religione di segni, idoli ed uomini crocefissi.
Così il tuo pensiero vola, nessuna clausura potrà imprigionare le tue voglie, né il desiderio di sentirti ancora donna, anche quando senti scorrere dal tuo utero sangue inutile per procreare una nuova vita senza il bianco seme che feconda.
Dio, Dio mio ma cosa ho fatto?
E vorresti dormire, sentire mani che accarezzano il tuo seno, baciano il tuo collo, quella sconfinata tenerezza che ti pervade e si chiama Amore.


Ora devi andare, annunciano l'Angelus
non puoi mancare! Con soliti gesti
ti vesti, senza lo specchio in cui guardarti, senza il mondo che ti chiama, in un'abitudine assorta che ti porterà alla morte.


Io appartengo a te, con tutta me stessa, unico amante, unico respiro,
ma appartengo al mondo fuori, agli altri che soffrono a chi a bisogno del mio amore.
Dio, mio Dio, quanto male mi hai fatto!



Share |


Poesia scritta il 26/07/2020 - 14:45
Da Alpan .
Letta n.44 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti


Espressioni belle, ripensamenti che alcune suore specialmente quelle di clausura hanno.Dubbi che assalgono chi ha preso i voti senza convinzione. Il velo si prende per vocazione.

mirella narducci 03/08/2020 - 11:38

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?