Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Cuore...
Sale...
Strani incontri...
Segui i miei pass...
Il Vecchio Poeta...
La mosca...
La lacrima ritrovata...
Il voto più bello...
È autunno...
La pastorella...
Quante volte...
A Chy...
feroce......
L' IMPORTANZA DE...
Strani incontri...
La sottile carezza c...
Al tramonto della vi...
Ho dei sogni...
Pioggerellina...
Un nuovo orizzonte...
MORBIDI SENTIERI...
URGENZE...
Oro del mio paese...
Il tempo della crisa...
Il segreto della luc...
RESPIRA...
In fieri...
L’Alba del Serafino ...
Una giornata nera...
L'Aquila e i 6 Avvol...
IL CANTO DELLA CASCA...
Un fascio di luce...
Tenera è la notte...
In punta di piedi (A...
Orologio biologico...
Perché io. Capitolo ...
2020 da dimenticare...
UN SERENO TRIONFO DI...
ATTIMO...
EL POETA ES UN...
Io noi e gli altri...
Canto di fiori...
Affetti...
Figlio...
Sciame di foglie sec...
Nyx...
POTER SOGNARE...
HAIKU F...
La casa di Arianna...
L'Eleganza si manife...
Tramonta l\'Estate...
Lettera al cuore dal...
tepore d' Autunno...
Cuoricino...
A Ritroso...
Notte...
Prologhi d\'autunno...
willy...
Autunno che viene es...
Credi che mi sono pe...
Saper accettare i ca...
LUCIA...
Conto alla rovescia...
Il tuo sorriso è ent...
Albert Voss 1944...
Albero buono...
Ho chiesto di te...
TI VOLEVO SCRIVERE A...
Appagamenti...
LA MUSICA DEL CUORE ...
L’Alba del Serafino ...
Riconosciamo forme e...
Anni Sessanta...
RICOSTRUIRE IL C...
Tristezza...
Fisicità...
La barca...
E SE FOSSE L’AMORE.....
Sequenze da sogno e ...
Guardando questo cie...
Coltre...
SUA MAESTÀ...
Orchestra...
Simbiosi letteraria...
Tutto ebbe inizio. C...
Rifrazioni!...
Abbracciami...
I ricordi sono picco...
Notturno ma non trop...
Non volendo invecchi...
Tu sogni di notte?...
Tempo...
HAIKU E...
SENZA TITOLO...
A passo lento...
Sussurro...
Irrequieto sognare...
Nel giardino tutti c...
Il sogno.......
Contemplazione...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com

L' uomo che vide l'infinito

L'uomo che vide l'infinito


Plagio di candele scambiate per stelle,
di ceri accesi come buchi neri,
lei che non riusciva a capire come si potesse
osservare l'infinito astratto in quell'equilibrio rarefatto di sguardo e luce.
Aprì d'improvviso gli occhi che teneva chiusi,
per immaginare un mondo diverso,
ma vide soltanto la sua fine.
Lui stava sorridendo mostrandole il cielo,
retaggio assiro della cometa di Halley che solcava il firmamento antico.
Nei silenzi infiniti solo parole accorate,
voce atona che incide il nulla
a sovrastare un tempo sospeso
che dipinge l'attimo e l'eternità.
Soltanto lui riusciva a vedere l'infinito,
e l'infinito era Lei, davanti al suo sguardo,
nel tempo dove l'amore riveste stagioni malinconiche
e diffonde un profumo di castagne,
tra strade di sale coperte di fanghiglia.



Share |


Poesia scritta il 08/09/2020 - 12:14
Da Alpan .
Letta n.95 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti


Molto bella

Angela Randisi 10/09/2020 - 07:44

--------------------------------------

“Soltanto lui riusciva a vedere l’infinito, e l’infinito era lei” un verso molto significativo nel contesto di una bella poesia dai toni drammatici e melanconici nella chiusa.

Anna Maria Foglia 09/09/2020 - 08:08

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?