Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

L'arca di Noè...
Giorno di giudizio...
LO ZERO E IL COVID-1...
Introspezione...
Nella mia solitudine...
Chicco Balleri...
Lampo....
Sire (cugino August ...
La memoria...
Archor...
Lalla...
Il mese dello Squarc...
IL VAMPIRO DICE ...
Lo spettatore...
Guidare la propria v...
Il cane...
Mormora (Concorso po...
Cuore felice...
Grotta del fico...
Dove sei?...
INTRECCIO...
Errare...
Oltre il tempo...
volevo descrivere fi...
Noi...
Cuccioli del mio cuo...
Cambio stagione...
MEDICI E INFERMIERI...
Si sa, l'unica cosa ...
Per te solo per te...
OTTOBRE...
La voglia di fare l'...
Un gattino come dono...
LA MIA MUSA...
equilibri...
Magutt...
Pareidolia (oppure ...
Il rumore delle onde...
Note d'amore....
Guarderò il futuro...
La mia gatta Gelsomi...
COVID-19: in Cina i ...
Fragore...
Evasione...
Pioggia...
Questa specie d\'amo...
Avanzare?...
FORMICA...
Ti aspetto....
HAIKU G...
I fiorellini del mio...
Il poeta e' prima di...
Il silenzio è quella...
La leggenda della Na...
SULLE TRACCE DE...
Tradurti...
VIBRANTE DI VITA...
Al mio cane...
Il buco...
Sedoka 13...
Non aprire agli scon...
Il concetto di infin...
LA BARCHETTA DI CART...
VETERA ITINERA...
La ballata degli ero...
Clochard...
La strega del paese....
Il Sole...
PERBENISMO...
Nell'insieme intorno...
Pedro...
Una squadra di calci...
In questa notte...
La culla...
La verità della nott...
FREDDO ADDIO...
La prima volta che h...
Ottobre...
Ho visto cose......
Vento...
Vita Eucaristica. L...
Principessa gatta...
Vorrei che bastasse...
Statale dodici...
Segnali dallo spazio...
Alba paesana...
La scena...
Il segreto...
Sotto la pioggia...
Se non hai bisogno d...
Una favola antica...
Come nacchere...
INCERTEZZE DI VITA...
La ginestra...
La mia malatamente...
Com' è grande il mar...
A PIEDI NUDI...
Nello scialle seduta...
Sensazioni...
Oltre ogni respiro d...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com



La rosa d'ombra e la sans par

Nata Orsini poi Medici, Clarice
madonna di religioso fervore
non fu mai di Lorenzo vero amore
nemmen di Firenze affascinatrice.


Brillava in quel bel tempo Simonetta
di Botticelli e Poliziano Musa
già sposata Vespucci e al par d'intrusa
Clarice rosa d'ombra, altra diletta.


Fra pittori, scultori e letterati
anche Giuliano ne subì bellezza
fino alla di lei morte in giovinezza
e Lorenzo ne cantò luce e afflati.


Clarice intanto in ville di campagna
sfornava figli e aspettava Lorenzo
mandando fagiani al suolo florenzo
sentendosi mai di lui compagna.


Entrambe donne d'enorme prestigio
segnate dal destino della morte
in giovane età, oh misera sorte
oh che fatal destin, che destin bigio!



(L'immagine è di Sandro Botticelli, "Ritratto di Simonetta Cattaneo Vespucci," 1476 circa).



Share |


Poesia scritta il 08/10/2020 - 17:49
Da Carla Vercelli
Letta n.58 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?