Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Grandine...
Decisioni...
apnea...
n° 22 (R/P)...
CHIAMAMI POETA...
Creatura...
I due volatili...
PAROLE CROCIATE...
La natura ci offre i...
Ali di cielo...
Ricordi d'infanzia n...
SORRISO INNOCENTE...
Saturnia...
Ragazzo mio...
L' AMICO VINCENZO...
Infinito volo...
Poetessa...
Poetesse di Oggi scr...
Il volo...
Oltre il cielo...
Un vecchio disegno...
S'affannano ed insis...
Il buio...
Lievito madre...
Ode al mio angelo...
Pioppino...
L'occhio...
IL PIACERE...
35 Agosto 2007...
Ricordi sbiaditi...
Tornerà?...
Il mio cioccolatino...
UN TRAMONTO ROSSO FU...
L'amore segreto dell...
Senza meta...
Mi piace lo stile e ...
I ricordi sono come ...
Alle radici del vuot...
The Legionary...
Valzer per Olindo...
int' 'a stu fridd' c...
Il conto da pagare...
Una notte in bianco ...
Amore e riflessioni ...
CERCANDO LA QUIETE...
Ubriaca di...sogni...
s\'inchina e ghermis...
La stessa ondata di ...
Il Dimenticato....
Mamma e Madre...
Festa della Mamma...
Madre del riso...
I padroni del silenz...
Haiku 102...
Songs...
Stordito...
Blu Indifferenza...
Stelle...
Mettere a frutto il ...
Amami...
Il Contadino Dell'An...
Due versioni...
Senza un cuore...
Tortore...
VIA DALLA MENTE BUI...
L ‘ultima...
Per quanto questo si...
LA ROSA...
Delusa...
Crine al vento...
TERRA STUPRATA...
Recondite speranze...
Un Giorno come un al...
Soffia l'amore...
CAMMINO...
Il sapore delle nuvo...
La Madre dei Poveri...
Cinkuittico...
L'arancione...
Il Potere della Luna...
L'attimo (uno)...
Meridiane astratte...
L'incontro è l'alchi...
Ramingo...
E chiamo poesia una ...
Radici nella roccia...
Caffè...
Nel bosco incantato...
Ti voglio...
Anche allora era mag...
Eri dentro di me......
Cielo...
A te...
HO CONOSCIUTO LEI...
Incontrarsi, perders...
Notte...
Gli anni son trascor...
Forza Italia!...
Di baci sazio...
Per sempre...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com



Poeti stropicciati

Poeti...perchè credere d'esserlo è soave,
sebbene le poesie son altra specie....
Scricchiolano goffamente quei pensieri
per poi applaudirsi stropicciati e spenti.
Poeti per adular se stessi....
Solo il poeta, non si crede tale...



Righi Mario 14.4.2021



Share |


Poesia scritta il 14/04/2021 - 12:13
Da mario Righi
Letta n.138 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


Grazie per i commenti, quanto scritto è soltanto il modesto pensiero di chi spesso si sente stropicciato. A volte sono un poeta ma sono gli altri che mi fanno sentire tale. Comunque non riguarda certo i poeti di questo gruppo che secondo il mio modesto parere sono di ottima levatura. Non prendetemi troppo sul serio perchè a volte mi faccio trasportare da considerazioni volatili.Grazie ancora le critiche fanno sempre bene.

mario Righi 14/04/2021 - 18:19

--------------------------------------

Mirella... stupenda questa frase del grande Shakespeare... Sono d'accordo con te

Anna Rossi 14/04/2021 - 17:39

--------------------------------------

MARIO.... Ti commento con questa frase di Shakespeare “Potrei vivere nel guscio di una noce, e sentirmi re dello spazio infinito.” Il poeta è questo!

mirella narducci 14/04/2021 - 16:53

--------------------------------------

Infine, ascolta Mario: se fosse come dici tu il primo adulatore di se stesso sarebbe Gesù il quale ha detto: io sono consapevole di essere il Figlio di Dio e come tale è vissuto, è morto, è resuscitato. Gesù non era modesto come tu vorresti i poeti. Era la bellezza venuta in terra a miracol mostrare e fare...
E si faceva chiamare Maestro. Non era falsamente
Falsamente Modesto...
Scusami se sono stato abbondante.

Ernesto D’Onise 14/04/2021 - 16:35

--------------------------------------

Non esistono poeti stropicciati.. e neanche poeti adulatori di se stessi...e neanche poeti modesti.Ma solo poeti che cantano la bellezza con esiti di bellezza alla quale sperano giungano tutti coloro che conoscono la via...

Ernesto D’Onise 14/04/2021 - 16:26

--------------------------------------

No, stavolta per me hai toppato.
Il poeta sa di esserlo. Ma non perché lo dice il commentatore di turno!!!
È problema di Consapevolezza, di stile di vita, di cultura messa a disposizione altrui, di capacità di essere poeta nella vita e di vivere poeticamente.
E’ capacità di sapere prima di pubblicare che sta donando qualcosa ai lettori.
Il tuo scritto non diventa poesia quando 4 o 5 colleghi ti restituiscono un commento. Lo è già prima e l’autore lo deve sapere. Per il fatto che è lui che l’ha pensata, elaborata, vestita di bellezza che non muore se colleghi commentatori distratti dimenticano di venire a leggerti. La poesia può brillare anche da sola, se è poesia...

Ernesto D’Onise 14/04/2021 - 16:14

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?