Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Da riproporre...
Caffè e impressioni...
Una sola gioia...
Le parole son l'onda...
Richiamo dell\'Eden...
DIDATTICA RAVVICINAT...
Gli uomini sanno di ...
Per mano...
Giglio di mare...
Creare legami autent...
POLPETTE...
le stagioni della vi...
Poesia...
Guccini Presidente...
HAIKU T...
EMOZIONI E SOGN...
Il profumo dell'atte...
L'ultimo libro...
Un avvocato , un sov...
Chiederò mare in bur...
HAIKU 2 + 2...
Deponete le armi...
LA MAFIA...
Presa e vinta...
PROSEGUI IL VIAGGIO ...
L\'immenso...
Biancori...
Rime intorno a un ci...
In un mondo d’amore...
Sogni di bimbi...
Chiamala arte...
La fine del sogno di...
La giostra...
Divenire...
Contatto...
Il mondo all'impro...
Maria Bergamas...
Coda alla vaccinara...
Dea Natura (Concorso...
Arcobaleno di pace...
EMOZIONI...
Forse il Mare...
L'Amor Fraterno...
OCHE GIULIVE...
Intercessione...
DEDICA A CYRANO ...
BASTANO POCHE RIGHE....
L'ombra di un fiore ...
Il valore di esister...
Gigli bianchi...
Poesia...
Mariposas...
E ti penso......
Se mi portassi con t...
ICEBERG...
Fine di un amore......
Gabbiani...
Virgole del passato...
L'ultima storia d'am...
Fra le note...
CAMPANE FESTANTI...
Gesù...
LA MUSA E IL ...
Il Soffio...
La vita presenta il ...
Uomo di mare, e di r...
La pioggia...
La rinuncia...
Di quella pira l'orr...
PICCOLI GIOVANI ALBE...
Stefano D'Orazio...
Da quando sei entrat...
E' ora...
TUTTO CIÒ CHE IN UNA...
l'ammiratore...
Denominazione non co...
Superfluo...
I piccoli cervelli h...
Portami da lui...
Grovigli d\'inchiost...
Dolente passo...
SEI LA TERRA E LA MO...
Non si trapassa … si...
Passeggiata tra la n...
MARE CON BIMBO...
Streghe malvagie...
MISTICO ASCETA...
I vuoti dell’anima c...
Composizione n.347...
L'imbonitore...
Sei le parole che su...
Stupore...
L'INDEFINITO...
Rimpianto...
MARGHERITA...
La felicità di alcun...
L’oasi d’amore...
Invano...
Le fredde parole non...
Vorrei scrivere anco...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com



L'arancione

Diffida e sempre diffida
di chi afferma che nulla vale la pena
nemmeno splendere per qualcuno.
Sii almeno qualcosa, come tutto è colore-
indossa -dentro e fuori- tutti i pigmenti
soprattutto il preludio
l'intermezzo, l'intermedio,
non il giallo che stride
non il rosso che urla
l'arancione, più quieto ma solare
la foglia d'autunno ancora viva, il bosco intero
la bella attesa, le albicocche un giorno
la clementina, il tarocco, la sanguinella
le arance di Cézanne,
il sorriso aperto dei nasturzi,
bignonie rampicanti
mani d'amore nella scollatura
le rose variegate,
veglianti sulla meraviglia
le note di Kandisky
labbra sciroppate
un cuore di gioia


il raggio che ci inaugura e non termina
-non è l'ombra a cui siamo destinati-
è l'arancione -antidoto alla noia-
che albeggia, tramonta -significa ed elude.
Non lo senti?
È l'arancione, con dita di solletico e coccinelle



e il blu, suo diretto interlocutore
che ci sovrasta
precede, non conclude
da un pulpito di stelle.



Share |


Poesia scritta il 07/05/2021 - 11:20
Da Carla Vercelli
Letta n.214 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti


Stupenda...gran bella poesia, mi ha colpito. Molto azzeccata perfino l'immagine a corredo. Un applauso, carla, e 5 stelle.

Giacomo C. Collins 29/05/2021 - 19:57

--------------------------------------

Non sono come tu mi pensi.
Non sono narcisista. Mi piaccio quel tanto che basta ad un uomo per sentirsi bene.
Non voglio insegnare niente a nessuno.
Dico quel che so. Quel che mi hanno insegnato.
Ho qualche ambizione...si. Per esempio, mi piacerebbe comprare il sito nel quale scriviamo. E non vorrei perdere nessuno per strada. Perciò ogni tanto suggerisco qualcosa a qualcuno sperando di poterlo avere con me nel sito rinnovato. Ma in fondo, poi, chi vi credete di essere?

Ernesto D’Onise 16/05/2021 - 17:07

--------------------------------------

Tesoro mio, ma che attendi a fare? La differenza che dovrei dirti tu la dovresti conoscere già. Scrivi da tanto tempo senza sapere cosa è poesia e cosa prosa...
Quasi quasi ti voglio bene. Mi sembri una bambina curiosa di sapere. E attendi.
Ma non ti avevo commentata per questo.
Volevo solo dirti che il tuo scritto si addiceva meglio alla stesura in prosa.
Ti chiedo scusa. Ho commesso un errore.
Accetta un abbraccio pacificatore.
Poi ognuno per la sua strada.

Ernesto D’Onise 16/05/2021 - 16:37

--------------------------------------

Sicuramente un danno al tuo narcisismo è stato fatto da chi ti risponde per le rime (dato che siamo in un sito di poesia... ) come me, dato che continui a replicare offendendo e la differenza fra poesia e prosa non me la spieghi. Attendo.

Carla Vercelli 16/05/2021 - 15:25

--------------------------------------

Carissima Vercelli, e quando mai ho scritto intorno a recriminazioni? Ma lo sai cosa significa il termine recriminazione?
“ Lamentela o accusa tardiva per danni o ingiustizie subite.”
Tu saresti in grado di farmi danno? E su cosa?
Ho detto solo che sei ignorante nel non sapere la differenza tra prosa e poesia. Il danno è e sarà il tuo che non sai scrivere adeguatamente. Il tuo post non il mio mostra la tua ignoranza terminologica e sostanziale. Il consiglio adatto te l’ho dato.

Ernesto D’Onise 16/05/2021 - 15:11

--------------------------------------

Ecco in mezzo a chi ti trovi ! Gente che corre a difenderti per una nota stonata e qui manco si ferma tanto incapace di capire che hai scritto un capolavoro! Commenti 0 ve ne erano! E tu scrivi ancora per loro? E disprezzi uno che di da un consiglio di preferire la prosa quando è discorsivo il discorso?
Cmq fa come vuoi.
Ti saluto, piccola presuntuosa.

Ernesto D’Onise 15/05/2021 - 15:21

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?